sabato 9 novembre 2013

Indaco - 1997 - Vento del Deserto

TRACKLIST:

1. Su nuraghe (5:26)
2. Set the controls for the heart of the sun (3:33)
3. Waiting for the Kundalini (3:30)
4. Vento nel deserto (4:02)
5. Ascea (5:22)
6. Friend - ship (5:42)
7. Green fog (3:52)
8. Il volo del gabbiano (4:21)
9. Goccie (2:34)
10. Vision of the sea (3:01)
11. Tharros (5:29)
12. Norvegian wood (bonus live)

Terzo capitolo per gli Indaco di Rodolfo Maltese & Co,. dopo le recenti pubblicazioni di Amorgòs da parte mia e del primo rarissimo LP del 1992, attribuito a Mario Pio Mancini, Rodolfo Maltese & The New Ensemble, ad opera dell'amico Ya Hozna. Bene, nell'attesa che Ya posti anche "Flying with the Chakras" del 1995 (stampato anch'esso, come il disco del 1992, in sole 1000 copie), occupiamoci di "Vento del deserto", terza prova discografica in ordine temporale, anche se da alcuni considerato come il primo vero disco d'esordio degli Indaco. L'album viene pubblicato nel 1997, per l'etichetta Il Manifesto Dischi,  ed è veramente uno splendore. Tra i brani spicca la personalissima versione di una delle composizioni più psichedeliche dei Pink Floyd, quella "Set the controls for the heart of the sun", risalente alla fine degli anni '60. Non mi dilungo oltre, dal momento che molto abbiamo già scritto sugli Indaco. Sottolineo ancora la presenza di una seconda cover, posta a chiusura del disco come live bonus track. Confesso di non avere mai ascoltato un rifacimento così stravolto e nello stesso tempo così affascinante della beatlesiana "Norvegian Wood" (riconoscibile solo negli ultimi secondi).  Il resto è pura arte e creatività. Nella formazione, oltre ai vari Mancini, Maltese, Vacca e Zurzolo (quest’ultimo, in veste di ospite), compaiono anche il tastierista Carlo Mezzanotte, il bassista Luca Barberini e, appena fuoriuscito dal Banco del Mutuo Soccorso, il batterista Pierluigi Calderoni. Tra gli ospiti abbiamo nientemeno che Toni Esposito, Antonello Salis, Massimo Carrano (che entrerà stabilmente in organico nel 2006), Enzo Gragnaniello e, ciliegine sulla torta, Francesco di Giacomo  e Mauro Pagani. Inutile ricordare che anche questo disco non è di facilissima reperibilità.
Una bella recensione di questo disco, ad opera di Donato Zoppo, la potete trovare sul sito movimentiprog.net, cliccando qui

FORMAZIONE

Rodolfo Maltese: chitarre, mandola, voce
Mario Pio Mancini: mandolino, bouzuki
Pierluigi Calderoni: batteria
Arnaldo Vacca: percussioni, voce
Carlo Mezzanotte: tastiere 
Luca Barberini: basso
Toni Esposito: percussioni 
Enzo Gragnaniello: voce
Francesco Di Giacomo: voce
Mauro Pagani: violino, bouzuki 
Antonello Salis: fisarmonica
Rino Zurzolo: basso
Massino Carrano: percussioni 

I vostri commenti e giudizi sul disco sono graditissimi.

LINK albumwrap


Post by George

Nessun commento:

Posta un commento