martedì 10 dicembre 2013

Serie "Bootleg" n. 135 - Le Orme - 28/07/1979 - Live Cittadella, Padova (Florian Tour)


Chiedo venia ma, come ultimamente capita spesso, non ho avuto tempo di fare ricerche approfondite sui brani: ringrazio di cuore chi vorrà segnalare eventuali refusi nella...

TRACKLIST :

01 - Florian
02 - Jaffa
03 - Il mago
04 - Fine di un viaggio
05 - Calipso
06 - El gran senser
07 - Sguardo verso il cielo
08 - Se io lavoro
09 - Amsterdam
10 - Felona e Sorona
11 - Era Inverno
12 - Amico di ieri
13 - Frutto acerbo
14 - La fabbricante d'angeli


E' un live fondamentale questo che ci regala l'amico Scorpione, vero e proprio pilastro della sezione "Bootleg" della stratosfera (insieme all'altro "dotto" del genere, l'eminente professor George (:)). E l'interesse e l'importanza di questa registrazione vengono da molteplici fattori: innanzitutto, il suono è splendido, direi quasi a livello di un live ufficiale, a tratti davvero cristallino, senza alcuna sovrappoaizione del pubblico sui brani o sui momenti di dialogo con il pubblico (si tratta certamente di una registrazione "soundboard", cioè fatta tramite il mixer). Valore aggiuntivo, le Orme sono davvero in stato di grazia, non si segnalano sbavature o cali di tono durante tutto l'album. Un altro motivo di estremo interesse è la testimonianza di un periodo storico molto particolare e di cambiamento per la band: il bootleg inizia con la riproposizione quasi integrale dell'album Florian, uscito lo stesso anno, inedito in versione live, ma ancor più interessante (anche se può piacere più o meno) è ascoltare, nella seconda parte del concerto, i vecchi brani completamente riarrangiati, cosa peraltro esplicitata chiaramente da Aldo Tagliapietra all'inizio del concerto, che parla di "Nuove Orme". Ed anche questo restituisce un ascolto assolutamente inedito, visto che non esistono registrazioni live ufficiali del periodo (nè, che io sappia, altri bootleg del 1979). Insomma, i motivi per ascoltare questo bootleg (che, ripeto, è un'autentica gemma) mi sembra di averveli snocciolati per bene, chiudo qui. A voi non resta che ascoltare e, se siete gente di buona volontà, lasciare un segno del vostro passaggio e magari un ringraziamento all'amico Scorpione...


LE ORME 1979 :
Tony Pagliucapianoforte, clavicembalo, harmonium
Aldo Tagliapietra voce, violoncello, chitarra
Michi Dei Rossivibrafono, percussioni, glockenspiel, marimba 
Germano Serafin violino, chitarra acustica, bouzouky, mandola
 


Post by Scorpione, words and covers by Captain (lasciatemi, per una volta, autoincensarmi per questa cover, a mio parere riuscita particolarmente bene. E' giusto però segnalare sempre le proprie fonti: in questo caso, la front cover viene dalla copertina di un numero de "Il Monello" del 1972 o giù di lì, ad opera di un artista purtroppo a me ignoto. La back cover invece è opera di Giuliano Piccinino, grande artista e fumettaro di casa nostra, e grande ammiratore delle Orme. Robi)

16 commenti:

  1. ottimo lavoro presto arrivera' un altro live del periodo 79
    una vera leccornia
    andiamo avanti cosi'
    George ed io siamo i veri bootlegari
    2 vere enciclopedie del boot
    a te GEORGE E A VOI AMICI UN COMMENTO
    A GEORGE UNA SFIDA A PROSEGUIRE CON LE SUE LECCORNIE
    AGLI AMICI UN MINIMO DI SOLIDARIETA'
    UN RINGRAZIAMENTO ANCHE A OLIDALIU
    PER I SUOI POST E A TUUTI( PURTOPPO ANCORA POCHI) CHE CONTRIBUISCONO
    ORA SONO LE 4 DEL MATTINO E DOMANI SI LAVORA
    CIAO A TUTTI AL PROSSIMO POST

    RispondiElimina
  2. Illustre Capitano il lavoro delle cover e' stupendo
    pero' nel retro
    oppure all'interno sarebbe perfetto avere i titoli
    quando hai tempo naturalmente
    none' per sminuire il tuo immenso lavoro
    pero' sarebbe fantastico
    sai a me manca il tempo ho un lavoro che mi porta via
    14 ore al giorno
    e poi ci sono i figli la moglie(STUPENDA)
    faccio salti mortali a mandarti il materiale
    scusa se mi sono dilungato troppo
    ciao
    e buona notte..........

    RispondiElimina
  3. C'è un problema, il file non si può scompattare, dà errore, file danneggiato... :(
    Alex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, ho appena testato il file ed il download e tutto funziona perfettamente. Riprova, sarai più fortunato...

      Elimina
  4. muchas gracias,,,desde argentina,,de un fanatico de le orme lejano,,me emociono la grabacion

    RispondiElimina
  5. Bravo Scorpione, svuota i cassetti. Lo sto facendo anch'io. Spero che anche altri amici, in possesso di bootleg o rarità discografiche si mettano in contatto con noi.
    Ciao

    RispondiElimina
  6. Veramente un grande bootleg. Bello i concerto e ottima la qualità della registrazione.

    RispondiElimina
  7. Grazie davvero Scorpione, che è poi il mio segno zodiacale. La copertina de 'Il Monello' dovrebbe eessere di Walter Molino (o del figlio), prolifico autore di molte copertine per Grand Hotel e appunto, per Il Monello e anche L'Intrepido.

    RispondiElimina
  8. ciao siccome a padova non ho mai sentito parlare di un locale che si chiama la cittadella, potrei anche sbagliarmi ma penso che sia cittadella nel senso di un paese in provincia di padova che si chiama cittadella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto e' un paese attaccato a Padova

      Elimina
  9. Una chicca davvero incredibile mai avevo ascoltato i vecchi pezzi con gli arrangiamenti da "florian", con risultati che vanno dal buono al sufficiente ma questo dipende dall'adattabilità dei brani. Davvero un bootleg interessantissimo, grazie!

    RispondiElimina
  10. Complimenti vivissimi per questo bootleg e per tutto il lavoro che fate! Grazie davvero per la condivisione. Solo una domanda: e' possibile reperire anche una versione in flac di questi bootleg? Grazie mille!

    RispondiElimina
  11. Grandi come sempre, un regalo bellissimo e inaspettato anche perchè a quel concerto io c'ero!! grazie di cuore!!

    RispondiElimina
  12. Grazie a Scorpione, una grande testimonianza di un periodo difficile per le orme, ma che ha partorito due album, a mio parere, straordinari.
    Non concordo sull'arrangiamento da buono a sufficiente dato da pholas. A mio avviso i vecchi brani sono stupendi, la nuova strumentazione costringe a rielaborazioni interessanti, raggiungendo un livello stupefacente nel rimaneggiamento di Felona e Sorona e Amsterdam: pezzi difficili da rendere con strumenti acustici, ma che mantengono la giusta "tensione" facendo scoprire sfaccettature diverse di grandi classici del progressive italiano…. Ancora grazie a Scorpione!

    RispondiElimina
  13. GRAZIEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  14. Fantastico! Grazie!

    RispondiElimina