martedì 8 settembre 2015

Le Anime 1966/1969 Superpost (Revisited 08/09/2015)


Ricevo oggi (08/09/2015) una telefonata da tale Luigi Langella (che ringrazio pubblicamente) che si presenta come il fondatore di Le Anime; breve chiacchierata nella quale mi dice che quello che ho pubblicato non è del tutto vero, d'altra parte gli rispondo che è quello che ho trovato in giro (sob).

Allora ci accordiamo perchè mi mandasse due righe esplicative su come sono andate realmente le cose.

Ecco, le ho ricevute e ve le riporto pari pari...


di Luigi Langella

Caro Roberto, 
a seguito della telefonata riguardo ad alcune precisazioni sul complesso 'Le Anime' citato sul sito 'Verso la stratosfera' vorrei chiarire alcune cose. Mi chiamo Luigi Langella (chitarra) e ho fondato assieme ad Alberto Loreggian (batteria) il complesso 'Le Anime' verso la fine del 1963. Io e Alberto abitavamo nello stesso portone in via Aselli 18 a Milano. La nostra prima uscita musicale è avvenuta  per l'ultimo dell'anno 1963 con alcuni musicisti che abbiamo raccolto per l'occasione. In seguito abbiamo suonato in alcuni locali cambiando frequentemente gli elementi (cantante, bassista e solista). Avevamo la sala prove in una cantina dell'oratorio della nostra Parrocchia (San Nereo ed Achilleo) proprio sotto al teatro dell'Oratorio, nel quale curiosamente provavano in contemporanea 'I Messaggeri' un altro gruppo dell'epoca. Finalmente siamo riusciti ad incidere il primo disco con la formazione della copertina di 'Bimba non piangere', canzone della quale sono l'autore della musica (come si vede dalla copertina stessa). Nella foto sono il secondo da sinistra in piedi, mentre
Alberto Loreggian è il primo, sempre a sinistra. In seguito abbiamo inserito nel gruppo Walter Foini e Claudio Bazzari che erano amici tra loro e che hanno sostituito quelli che per vari motivi hanno lasciato. La formazione a quattro dei dischi 'Spiegami come mai' e 'L'amore tornerà' era composta quindi da:
Alberto Loreggian, Luigi Langella (sono passato alla chitarra basso), Walter Foini e Claudio Bazzari.

Successivamente avendo avuto la notizia che un bravissimo pianista avrebbe potuto essere disponibile, mi sono recato a casa sua e sono riuscito a convincerlo a far parte del gruppo. Sto parlando di Raimondo Campisi, che in seguito ha intrapreso con successo la carriera di pianista. Abbiamo acquistato un organo Hammond e con questa formazione abbiamo, a mio parere, raggiunto il massimo qualitativo delle Anime. Alcuni musicisti hanno sostituito in seguito Alberto e Walter partiti per il militare e Raimondo rimpiazzato da Alberto Mompellio. Anche io in seguito ho lasciato il gruppo a causa del servizio militare e degli studi di Ingegneria Nucleare al Politecnico di Milano.


 




Bimba non piangere 1966






Il mondo è contro di me 1966









Mi si spezza il cuor 1966




Spiegami come mai 1966





L'amore tornerà 1967





La ballata di Bonnie & Clyde 1968





Una donna bambina 1969















L'amico George mi invia queste ulteriori info:

"Complesso milanese autore di diversi 45 giri di ottima fattura, gruppo praticamente sconosciuto all’epoca, che con il tempo ha acquistato notorietà fra gli appassionati del beat tanto da inserirsi tra le migliori band del genere.
Si rifacevano apertamente al Mersey Beat, il loro sound era aggraziato, mai troppo distorto, un mix giusto di sonorità che rendeva il loro suono abbastanza personale. I dischi sono tutti di alto livello. Il primo 45 giri esce nel 1966 e presenta “Bimba non Piangere” sul lato A, mentre sul lato B appare una bella versione di “Look Through Any Windows/Penso sempre agli occhi tuoi” degli Hollies. Il secondo singolo ci presenta due cover: sul lato A una bellissima versione di “Take A Heart/Mi si spezza il cuore” dei Sorrows, che non fa rimpiangere l’originale; molto bello anche il retro “Fun How Love Can Be/Spiegami come mai” degli Ivy League, più nota nella versione dell’Equipe 84. Sempre nel '66 esce il terzo singolo con due brani originali di ottima fattura “Il Mondo è contro di me” e “Il tuo ricordo”. Il disco è seguito da un altro singolo che ripropone due brani già incisi su altri 45 giri. Nel 1967 esce “L’amore Tornerà”, un brano originale, mentre come b-side abbiamo un’altra cover degli Ivy League “Tossin’ And Turnin/Anche se mi vuoi”. Esce nel 68 un 45 giri con il tema principale del film Gangster’s Story, campione d’incassi in quel momento, diretto da Arthur Penn con Warren Beatty e Faye Dunaway il brano è “La ballata di Bonnie e Clyde”. La versione originale è di Georgie Fame: il brano è bruttino e di beat non ha nulla, ma si fanno perdonare con la b-side, "Un Amore Difficile", brano con chitarre vagamente psichedeliche.
Con questo disco chiudono la collaborazione con la RT Club e passano alla Polydor, incidendo un solo 45 nel 1969 “Una donna bambina/Non mi sembra vero”. Poi...il nulla.





14 commenti:

  1. Visto che "Le Anime" piacciono anche a me (i loro singoli fanno parte di un hard disk anni '60 insieme a quelli di altri gruppi misconosciuti che un giorno o l'altro, tempo permettendo, forse posterò) mi ero a suo tempo documentato. In effetti le notizie sono piuttosto scarse. Di seguito le informazioni in mio possesso.
    "Complesso milanese autore di diversi 45 giri di ottima fattura, gruppo praticamente sconosciuto all’epoca, che con il tempo ha acquistato notorietà fra gli appassionati del beat tanto da inserirsi tra le migliori band del genere.
    Si rifacevano apertamente al Mersey Beat, il loro sound era aggraziato, mai troppo distorto, un mix giusto di sonorità che rendeva il loro suono abbastanza personale. I dischi sono tutti di alto livello. Il primo 45 giri esce nel 1966 e presenta “Bimba non Piangere” sul lato A, mentre sul lato B appare una bella versione di “Look Through Any Windows/Penso sempre agli occhi tuoi” degli Hollies. Il secondo singolo ci presenta due cover: sul lato A una bellissima versione di “Take A Heart/Mi si spezza il cuore” dei Sorrows, che non fa rimpiangere l’originale; molto bello anche il retro “Fun How Love Can Be/Spiegami come mai” degli Ivy League, più nota nella versione dell’Equipe 84. Sempre nel '66 esce il terzo singolo con due brani originali di ottima fattura “Il Mondo è contro di me” e “Il tuo ricordo”. Il disco è seguito da un altro singolo che ripropone due brani già incisi su altri 45 giri. Nel 1967 esce “L’amore Tornerà”, un brano originale, mentre come b-side abbiamo un’altra cover degli Ivy League “Tossin’ And Turnin/Anche se mi vuoi”. Esce nel 68 un 45 giri con il tema principale del film Gangster’s Story, campione d’incassi in quel momento, diretto da Arthur Penn con Warren Beatty e Faye Dunaway il brano è “La ballata di Bonnie e Clyde”. La versione originale è di Georgie Fame: il brano è bruttino e di beat non ha nulla, ma si fanno perdonare con la b-side, "Un Amore Difficile", brano con chitarre vagamente psichedeliche.
    Con questo disco chiudono la collaborazione con la RT Club e passano alla Polydor, incidendo un solo 45 nel 1969 “Una donna bambina/Non mi sembra vero”. Poi...il nulla.

    RispondiElimina
  2. ma dove trovo il download?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai provato a cliccare sopra i nomi a finco delle copertine?

      Elimina
  3. Scusate ragazzi...ma sono troppo ignorante...comunque siete veramente fantastici...

    RispondiElimina
  4. Sparuto: "In usi fig., che è in numero esiguo, quantitativamente irrilevante (con tono di compatimento o leggermente spreg.) (Dizionario Treccani della lingua italiana). Ciò in riferimento alle informazioni che ti ho inviato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa george, non intendevo quello, ecco dov'è finito sparuto, lo stavo scrivendo in una poesia, poi ho fatto quell aggiunta e non so come è finito lì.... lì ci andava ulteriori, che ovviamente non combaciava con la poesia....

      Correggo subito, mi scuso ancora, ma ho un febbrone da cavallo in questi giorni e la testa va per suo conto....

      a proposito, mi ha scritto Claudio Bazzari, uno delle Anime, chiedendomi di telefonargli, purtroppo da stamane sono completamente afono, per cui gli ho risposto che appena torna la voce lo chiamo...

      Elimina
  5. Ciao, mancherebbe Spiegami come mai perché il link è sbagliato... sempre grazie di tutto!! e scusate se ho rotto le scatole

    RispondiElimina
  6. Ciao a tutti...volevo precisare che le prime due foto in bianco e nero non rappresentano "Le Anime" ma sono le foto di un complesso che si chiamava "I Crisantemi"...nell'ordine Valerio Migliore - Claudio Bazzari - Luciano Sganzerla - Sante Zanellato. Questo complesso non appare in rete perché non ha inciso dischi. Fonte sicura...sono il batterista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie per l'info, effettivamente la rete non è infallibile.
      Adesso devo studiare come sistemare il post per essere ben messo, a meno che tu non mi dia una mano e mi mandi delle info su I Crisantemi in mdo da poter creare un post tutto per loro...

      Elimina
  7. Il complesso dei Crisantemi nasce a Milano nel 1964 da amici d'infanzia (età 14/15 anni....le due foto sono state scattate alla Filocantanti di viale Zara proprio il giorno del debutto in pubblico. La sede storica era quella di via Ebro al dancing "La caverna". I Crisantemi si sono esibiti in vari locali milanesi come: Shangai in via Col di Lana - Conte di Biancamano all'Idroscalo - al Ciao Ciao (all'epoca cantava nel gruppo Walter Foini) - Copacabana - a Badile locale da ballo con ristorante annesso - Teatro Alcione - al lido di Boretto (RE) - Graus piazza Bonomelli - partecipazioni a varie mega feste dell'unità etc.
    Dopo circa un paio d'anni Claudio Bazzari e Walter Foini passarono al complesso Le Anime e i Crisantemi continuarono con un altro chitarrista fino allo scioglimento dopo qualche mese.
    Spero di esserti stato d'aiuto, ciao, Luciano

    RispondiElimina
  8. E non dimentichiamo che nelle "Anime" ha militato Walter Foini che ha avuto una carriera niente male alla fine degli anni settanta nell'ambito del pop melodico e con una voce molto black.
    Questo link è una sua intervista molto interessante che parla del suo passato.

    http://www.ottantaedintorni.it/news/25-03-2015/walter_foini_si_racconta_a_ottantaedintorni-181.aspx

    RispondiElimina