venerdì 13 gennaio 2017

Art and Illusion - Monolithos 1993


da artandillusion.it

Uscito verso la fine del 1993, "Monolithos" è prodotto e distribuito dalla casa discografica Mellow Records con cui gruppo firma un contratto di cinque anni. Il CD è  registrato ed arrangiato presso "Studio Elfo" di Agazzano (PC), che in breve tempo diviene un punto focale nell'attività della band. 

La formazione ufficiale che partecipa alla realizzazione del primo lavoro è composta da:

Luca Sabia (Voce e Chitarre)
Fabio Antonelli (Chitarre)
Marco Morandotti (Tastiere)
Dario Broglia (Batteria)
Alberto Callegari (Basso nonché arrangiatore e titolare dello "Studio Elfo")

Quest'ultimo, da questo momento, con Luca Sabia, rimarrà l'unico membro stabile del gruppo.

In questo periodo il repertorio Art and Illusion è composto dai brani originali tratti dal primo demo-tape e da "Monolithos", unitamente ad una serie di cover di band come Genesis, Marillion, Jethro Tull, Pink Floyd, etc…


1. Picasso's cloud
2. Monolithos
3. Now or never
4. The stone
5. The wild wind Mr. Windflower and Mouthpiece
the Elf
6. Walking behind the sas theatre
7. Travelling with Mouthpiece the Elf
8. Meta enter
9. Präambel to Mr. Mindflower's dream
10. Mr. Mindflower's dream
11. Meta end
12. Nuts
13. The Aleph

LINK




Luca Sabia (vox, gtr), Fabio Antonelli (gtr, vox), e Marco Morandotti (key), coadiuvati da Alberto Callegari (bass) e Dario Broglia (drm) ci portano su un piatto d'argento "Monolithos", finalmente cimentandosi in qualcosa di più concreto rispetto ad un demo tape. Quello che esce dal CD in questione è decisamente considerabile, perché, mentre i lavori per così dire home-made risultavano ancora immaturi e a volte poco convincenti, "Monolithos" non può essere considerato un embrione, bensì un figlio a tutti gli effetti (dopo un parto a dire il vero molto lungo). Allora, cosa devo dirvi se non che è un CD speciale? Forse potrei aiutarvi ricordandovi che i pezzi presenti sono riccamente ripieni di chitarre acustiche che si sovrappongono creando intrecci carichi di atmosfere soffuse e, quando il caso, scattanti. Il riferimento più lampante, a mio avviso, lo si ritrova negli ERIS PLUVIA tuttavia è bene precisare che i riferimenti vanno presi con molta attenzione, perché gli ART & ILLUSION riescono davvero a creare un sound particolare e personale, difficilmente accostabile ad altri. Così "Picasso's cloud". "Monolithos", "The wild wind" scivolano via entusiasmando già al primo ascolto, impressionando successivamente per ingegnosità compositiva, ricerca delle sonorità, esecuzione (sempre precisa) e scelta melodica. Poi è giusto ricordare la suite: "Mr Mindflower and Mouthpiece the elf ' è divisa in sei movimenti che a mio parere risultano essere troppo frammentati per rendere realmente l'idea di continuità, anche se la prima parte e l'ultima meritano di essere ascollate con attenzione. Vi assicuro, questo "Monolithos" non è il solito lavoro scialbo, già sentito, ma qualcosa di speciale per quelle persone che amano atmosfere irreali ed oniriche con fate, elfi, gnomi, dove i sogni sanno di libertà, dove puoi cavalcare la tempesta, dove puoi camminare dietro tristi teatri e raggiungere l'altra parte, il luogo in cui nessun uomo è mai stato.

post by Grog

3 commenti: