giovedì 24 novembre 2011

Claudio Rocchi - 1971 - Volo magico n. 1


TRACKLIST :

01 - Volo magico n. 1
02 - La realtà non esiste
03 - Giusto amore
04 - Tutto quello che ho da dire

Per prima cosa, ringrazio Franco58, uploader originale di questo splendido album, da me scaricato a suo tempo dal bellissimo blog Silvertrain (vecchia versione). L'album quì presentato è un disco eccezzionale, almeno per quello che riguarda la lunga suite "Volo magico n. 1", che originariamente riempiva l'intero lato A dell'album: trattasi di una epica cavalcata folk psichedelica di oltre diciotto minuti, trainata dalle perfette chitarre di Rocchi, Belloni e Camerini. Nel 1971 un pezzo simile, nella madrepatria nostra, poteva essere considerato davvero qualcosa di inedito, decisamente all'avanguardia. Buono anche il primo pezzo del lato B, "La realtà non esiste", vero manifesto del Rocchi pensiero, mentre un po' più deboline sono le altre due tracce (la lunga ma un po' ripetitiva "Giusto amore" e la finale "Tutto quello che ho da dire"). Un grande album che fu veramente innovativo per i suoi tempi e che non può assolutamente mancare nella vostra collezione di rock progressivo italiano...

Quì potete leggere la recensione di quest'album su John Classic Rock

Con CLAUDIO ROCCHI (voce, cori, chitarre, effetti sonori elettronici) hanno suonato :

Alberto Camerini - Chitarre elettriche, chitarre acustiche
Ricky Belloni - Chitarre elettriche, chitarre acustiche
Lorenzo Vassallo - Percussioni, batteria
Eugenio Pezza
- Pianoforte, tastiere
Donatella Bardi - Voce, cori
Eno Bruce
- Basso

Buon volo magico a tutti e alla prossima

LINK

2 commenti:

  1. Hey Roby, grazie mille per la citazione.Per me questo album é veramente il massimo ed e stato un fedele compagno musicale fino dai primi anni 70 quando misi le mani su una copia che ancora fa parte della mia collezione.Penso che VM sia stato il simbolo di tutto quello che é stato Movimento giovanile italiano(perlomeno fino ai primi anni 70)ed é anche per questo che mi é cosi caro.Questo é sicuramente il massimo che Claudio Rocchi sia riuscito a creare musicalmente.Una cosa che é risaputa é che inizialmente questo doveva essere un album doppio, poi non só perche fu invece pubblicato come 2 singoli, V1 e V2.In mia opinione se invece di fare questo avessero pubblicato un solo album con il meglio dei 2 ora ci troveremmo davanti ad un vero capolavoro.Un ultima cosa riguardo a Silverain,dopo un sacco di tempo speso per trasferire tutto il materiale nella nuova casa "The Man" si é fatto vivo e ci ha chiuso i battenti,dunque siamo tornati nella vecchia casa dove sei sempre il benvenuto.Ciao
    "Pane, suono, aria voci, amici, roba, far l'amore c'è sempre tempo per cantare te, le stelle, il fumo, tutto Poi puoi andare dove vuoi poi puoi essere come vuoi poi puoi stare con chi vuoi poi puoi prendere o lasciare poi puoi scegliere di dare "

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina