mercoledì 11 aprile 2012

Serie "Bootleg" n. 38 - Locanda delle fate - 2011 - Live La Merula

TRACKLIST :

01-Profumo di colla bianca
02-Forse le lucciole
03-La giostra
04-Cercando un nuovo confine
05-Crescendo
06-A volte un istante di quiete
07-Sogno di estunno
08-Non chiudere a chiave le stelle

Nuovo regalo da parte del nostro amico Scorpione, del quale apprezzo davvero molto il fatto che stia condividendo con la Stratosfera bootlegs di gruppi sempre diversi. Questa volta tocca ad un concerto del 2011 della rediviva Locanda delle fate, rintracciabile peraltro anche come video su Youtube. La qualità del suono è superlativa, e buona è anche la forma della band (cosa valida non per tutti i membri, ad onor del vero - vedi cantante). La scaletta prevede molti brani dal loro album del 1977, "Forse le lucciole non si amano più", tra l'altro recente post dell'amico Franco sulla strato, più alcuni pezzi più recenti. Il tutto per un ascolto comunque piacevole e direi doveroso verso questo gruppo che ebbe il coraggio di sfornare, in pieno periodo punk, un album ancora così fieramente progressive rock...

LA LOCANDA DELLE FATE :

Leonardo Sasso - voce
Luciano Boero - basso
Giorgio Gardino - batteria
Oscar Mazzoglio - tastiere
Maurizio Muha - pianoforte, minimoog, tastiere
Massimo Brignolo - chitarra solista

Lucilla la Lucciolona ringrazia Scorpione e l'uploader originale sul tubo e vi augura buon ascolto...

7 commenti:

  1. Thank you very much!

    RispondiElimina
  2. Più che benvenuta questa ritrovata popolarità della Locanda! Segnalo a tutti i lettori l'uscita di The Missing Fireflies su Fading/AltrOck, raccolta di inediti e brani live del 1977, bellissima.

    RispondiElimina
  3. Ottimo lavoro, Scorpione. Così tra audio e video completiamo la collezione della Locanda.
    Peraltro ho ascoltato anch'io The Missing Fireflies e l'ho trovato un gran bel disco.
    Ciao

    RispondiElimina
  4. Video della Locanda? Quale? Mi son perso qualcosa???
    Fabio68

    RispondiElimina
  5. Puoi rimetterlo che me lo sono perso? Grazie.

    RispondiElimina