mercoledì 18 aprile 2012

Serie "Proto Progressive Italiano" n. 9 - Rumi - 1969 - Il volo della bolla (uscito nel 1994)

TROFEO "SCONOSCIUME"

TRACKLIST :

01 - Movimento
02 - Free
03 - Aqua
04 - Aria lontana
05 - Salto infinito
06 - Blu blu luce
07 - Smorfia tacc
08 - Ricordo
09 - Il volo della bolla
10 - Kismi'o
11 - Temporale dolce
12 - Lontano

Apro le danze d'un amichevole torneo tra collaboratori del blog. Infatti Franco, Rattus & Roby, nei prossimi giorni, ravaneranno a turno nello sconosciume (Fabio68 trademark) più sconosciuto del sottobosco Italiano psyc prog avang e collaterali, alla ricerca della rarità perduta più dimenticata e tralasciata da chicchesia, magari anche dagli stessi siti sacri che tutti conosciamo. Ed iniziamo infatti con uno stupendo album partorito nel 1969 ma mai uscito sino al 1994, anno in cui fu stampato su vinile in edizione superlimitata di 500 copie numerate (ormai naturalmente introvabili). Ed è un disco che lascia veramente a bocca aperta. Si fatica a credere che musica del genere sia stata concepita nell'Italia pre seventies, tanto è lontana dagli stilemi del beat di cui la penisola era ancora pienamente imbrattata. Un'opera di pura psichedelia, condita da effetti sonori vari, cori lisergici, suono di sitar, percussioni, oltre ad altri strumenti tradizionali. Poche notizie rintracciabili sul web su quest'album ma, a quanto riporta un'inserzione su e-bay, che più sotto copio ed incollo, questo piccolo miracolo allucinogeno dovrebbe essere il frutto del lavoro di un sol uomo, forse tal Rumi, che suonò, cantò ed incise (cioè sovraincise innumerevoli volte) tutto da solo... Miracoli o leggende della psichedelia italiana. Resta comunque un album molto bello che consiglio a tutti e, scusate il dubbio, se è davvero del 1969, veramente all'avanguardia...

Da E-bay: "Inciso nel 1969 ma mai prodotto, questo disco è uscito solo postumo nel 1994, dopo 25 anni di attesa... il disco è in edizione limitata di 500 copie numerate ed autografate dall'artista e non ha avuto alcuna promozione e distribuzione... veniva venduto (o scambiato) privatamente nei mercatini del disco e tra gli appassionati... non esiste alcuna versione in CD. ..... il genere, quasi del tutto strumentale, si colloca nella psichedelia mistica... un piacevole sound ricco di effetti psichedelici ottenuto con largo uso di sitar e altri strumenti sovrapposti, magistralmente suonati dal giovane artista romagnolo...credo che sia unico nel suo genere, visto che all'epoca in Italia erano davvero pochissimi gli artisti che proponevano pop psichedelico..."

Buon ascolto, cari naviganti della stratosfera
LINK

P.S. - Per essere onesto di fronte agli altri contendenti ed a tutti i viaggiatori, preciso pubblicamente che essendo il creatore ed amministratore di questo blog, ho innumerevoli vantaggi rispetto ai miei co-duellanti: per dirne uno, ricevo da molti valorosi uploader via mail gli albums della mia wishlist, insieme ad introvabili concerti ed innumerevoli altre chicche che fanno proprio al caso di questa disfida... Come disse recentemente qualcuno, mi piace vincere facile, eh eh eh!!! Dunque che vinca il migliore, miei prodi e belligeranti proggatori e, come in tutte le battaglie, ogni mezzo è valido per raggiungere l'obiettivo... A questo proposito non voglio assolutamente dimenticare di ringraziare enormemente l'uploader di quest'album, il nostro amico Grog, che a volte mi chiedo come faccia a recuperare certe cose... Tanto più penso che sarà arduo il loro ritrovamento di alcuni albums quando li inserisco nella wishlist, quanto più in fretta Grog mi fa ritrovare i links via mail... Grazie mille davvero, amico, per aver condiviso tante gemme: la disfida dello sconosciume, finalmente, mi permetterà di smaltire alcune rarità che da troppo tempo giacciono nell'archivio stratosferico (sezione appositamente dedicata: uploads di Grog).

P.S. 2 - Quiz per tutti i visitatori: ma come mai avrò incluso quella strana motocicletta dalla coraggiosa linea a forma di femore di gnù ?

23 commenti:

  1. Grog è il Messi di questo blog. Posso solo ipotizzare che sia un grande vecchio (non per l'età!) di una rete clandestina internazionale dedita a tali reperimenti usando spietatamente i più turpi e sordidi metodi, ivi inclusi ricatti, minacce, torture fisiche e mentali che Torquemada cià 'ninvidia. Non c'è gara con lui. Personalmente ho solo pazienza e tenacia e un po' tantine botte di back bottom.
    La motocicletta dall'improbabile design l'hai messa perchè sei matto.
    Come tanti qui.
    ciao vado a scaricare 'sta robba che quasi mi scordavo

    RispondiElimina
  2. La motocicletta e' una RUMI dovrebbe essere il modello rampichino se non sbaglio :-)
    Grazie come sempre per le ottime perle musicali che si trovano qui!!!
    stefano

    RispondiElimina
  3. Grazie Roby e grazie Rattus... in effetti vecchio lo sono, porca vacca se ci penso mi rattristo, comunque è che ho un fracasso di cose reperite in rete e ben catalogate. Ammetto i ricatti, a volte gli album li reperisco dall'altra parte del mondo, me diciamo anche che sono anni che mi dedico all'italian prog.... ma se volete andare all'estero.... mettetemi alla prova, non vi deluderò!

    RispondiElimina
  4. Grazie a voi ragazzi... Come Stefano ha giustamente evidenziato, caro Rattus, anche se sulla pazzia non ti si può dar torto, la moto c'è perchè è una RUMI...
    Tocca a te ora, vediamo cosa saprai tirar fuori dal doppiofondo del tuo beauty

    RispondiElimina
  5. Caro Pilastro, io ci provo: cerco da moltissimo tempo l'album omonimo del 1972 della "The Pete York percussion band", album a cui partecipò il grandissimo Gary Thain, futuro bassista della formazione "definitiva" degli Uriah Heep. Chissà che non mi fai anche questo miracolo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' LA TRACKLIST?


      01 - Points
      02 - Satisfaction
      03 - Sombrero Sam
      04 - Finders Keepers
      05 - Moleshawk
      06 - Extension 345 (The Pete York & Jan Paice Percussion Battle)
      07 - Jailhouse Rock
      08 - Gimme Some Lovin'

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Eh eh te Roby non ci lasci scampo (scusa ,mi sfugge qualcosa qui ma cosa c'entra la RUMI? ah ah),ma non sia detto che non ci provi :).Grande Pilastro per tutte queste raritá,essere vecchi a volte ha i suoi vantaggi,abbiamo avuto piú tempo a disposizione per trovare quello che cercavamo :).Andiamo prode Rattus la tenzone ci attende :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmmmmhh non sono omofobo,ognuno fa quello che gli pare con il proprio corpo ,ma nel mio caso preferisco che ad attendermi ci sia qualcosa di femminile ah ah ah comunque come diceva il grande Toto "De gustibus"

      Elimina
    2. Boh...
      Comunque sono abbastanza sicuro che la tenzone sia femminile...

      Elimina
    3. Era solo una prova di battuta che é miseramente fallita a quanto vedo sigh ."la tenzone ci aspetta" dal momento che ci aspetta preferivo che fosse femminile :(

      Elimina
    4. ehm...sì è femminile....bella figura escrementizia che ho fatto. E' che a furia di ascoltare musica capellonia non ci stai più con la testa.

      Elimina
    5. Non resisto:

      Messer Franconis de ALbione
      Lo tenzone or la tenzone, quale busillis!! In eterno semper pugna est! In accordins cum vostra eteroxenia sexualitate, bramerei, orsù, lo pugnare com a voi aggrada, non certo lo pugnettare.

      perdonatemi se potete

      Elimina
    6. Messer Rattonis Latinum,lungi dalla mia personam il portar meco rancoris,estate perdonatum astrus sorridentum .

      Elimina
    7. ehm....Franco... il "perdonatemi se potete" era collegato al "Non resisto:".....

      Elimina
    8. Ah ah va a finire che ci fanno un foglio di internamento coatto !!!!

      Elimina
  8. Dooohhhh !!!!! Ho appena visto il nome del gruppo ,ora vado a nascondermi nell'angolo piú remoto della Stratosfera ah ah .

    RispondiElimina
  9. Infatti Rumi era un musicista e non un gruppo. Il disco venne stampato da Fabio Marchignoli (Cosmorecord).

    RispondiElimina
  10. Link non più funzionante.

    RispondiElimina
  11. Cari Stratosferici conoscitori della nostra musica, sarebbe possibile rispostare il Rumi? Vi seguo da tempo e il vostro blog offre sempre deliziose perle da scoprire.In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  12. ciao purtroppo il link non funziona :(

    RispondiElimina