venerdì 20 luglio 2012

The end ?

THE END ?

Cari amici della Stratosfera, quello che più temevo si è purtroppo verificato: nessun file di questo blog è più disponibile, a causa della chiusura del mio account su mediafire. Le ripetute violazioni (o presunte tali) al regolamento del sito di file hosting hanno causato la chiusura del mio profilo, con la conseguente perdita di tutti i files miei e degli altri amici bloggers... Un anno e mezzo di lavoro buttato alle ortiche. Dunque questa è la conferma, la Stratosfera è sotto attacco, ed il colpo assestato stavolta è di quelli quasi letali. E pensare che si aveva degli scrupoli, su questo blog. A sapere che sarebbe finita così mi sarei ben guardato dall'autocensurare qualsiasi file di cui veniva segnalata una ristampa recente, o di cui veniva segnalata comunque la reperibilità. Chi ci segue sa bene che questa è la pura verità. E purtroppo questo atto potrebbe mettere la parola fine a questo blog, il danno arrecatoci è di quelli pesanti, 380 posts ad oggi significano 380 files (anzi di più tra superposts, albums doppi e tripli, video divisi in più parti, cofanetti e via dicendo), ognuno dei quali deve essere ricaricato su un altro sito di file sharing. C'è da farsi venire la tremarella. Senza contare l'incazzatura nel vedere vanificate moltissime ore di lavoro. Come minimo, una pausa meditativa s'impone, miei cari amici.

L'estate alle porte ci offre una via di scampo, prendiamoci tutti una pausa di riflessione e godiamoci (chi fortunato tra noi ancora può) le meritate vacanze, e a settembre facciamo la conta di chi ancora è qui con noi, e vediamo un po' se ce la sentiamo di imbarcarci nella lunga missione di rendere di nuovo attivo questo blog. Se non altro, tutti o quasi i files da me postati sul blog sono raccolti in un mio personale archivio, e penso che lo stesso sia per gli altri amici bloggers...

Per ora non aggiungo altro, un capitano in preda allo sconforto saluta tutti quelli che ci hanno voluto bene. Grazie amici per il sostegno e la vicinanza sin qui mostrate, spero tanto che questa non sia la...

...fine

P.S. - come già precedentemente, il corredo di immagini al post è di tipo "emozionale"...

34 commenti:

  1. Dear Friend Grog,

    I'm really so sorry ... but i hope you find a solution. We don't can without "Verso La Stratosfera"! Sorry i don't speak italian language. I wish you find a solution at fast!

    God Bless You!

    Ricardo Triumvirat (from Brazil)

    RispondiElimina
  2. Nessuno sconforto! Questo blog vive! Mancano i files? resteranno segnalazioni gradite di capolavori dimenticati!
    Serve tempo per riorganizzare il materiale? Aspetteremo riascoltando ciò che ci hai fatto conoscere fin'ora!
    Non ci saranno update? resteranno i link nei blog amici.
    Nessuno sconforto!

    RispondiElimina
  3. Come ben sai Roby, ho vissuto il blocco "in diretta": avevo appena terminato, nel pomeriggio, l'upload di un bootleg del Banco, quando mi è stato negato l'accesso. E ti ho subito inviato un paio di e-mail per avvisarti. Peraltro ho visto che anche il sito amico LA SCIGHERA ha gli stessi problemi con HOTFILE. Ora il colpo è duro, lo so, difficle da digerire e l'icazzatura è tanta. In realtà non sono del tutto convinto che la causa risieda in alcuni file postati oggetto di ristampa. Ci sono troppi blog in giro, evidentemente super protetti, che viaggiano indisturbati. Concordo nel prenderci un po' di tempo per metabolizzare l'evento (anche perché per molti di noi le vacanze non sono ancora iniziate), ma sono anche dell'idea che BOIA A CHI MOLLA (perdonatemi lo slogan un po' demodé, ma sempre efficace). I file li abbiamo conservati tutti, ne sono certo, altri file hosting o sharing, come cavolo si chiamamno, sono a disposizione. Non c'è solo Mediafire, diamine, anzi, vedo che ultimamente è un po' in disuso. Possiamo salvare il blog, sempre che lo vogliamo. Peraltro dopo il blocco del tuo account, ho fatto l'upload del boot del Banco sul mio account di Mediafire, tanto per provare, e mi sembra tutto a posto. Prova a postarlo e vediamo cosa succede. Forza ragazzi, questo problema ce l'hanno in molti (anche se poi ognuno pensa per casa sua). Se ci crediamo, andiamo avanti, sempre col nostro Captain in prima fila. E chi ce l'ha con noi PESTE LO COLGA.

    RispondiElimina
  4. ho avuto anchio qualche problema con Mediafire comunque a Settembre si riparte sicuro

    RispondiElimina
  5. consolati: io ho perso più di 800 files...
    non dargliela vinta alle majors!
    massima solidarietà

    RispondiElimina
  6. La ringrazio molto per tutti i contributi meravigliosi. Spero di non chiudere il blog. Alcune opzioni che si possono prendere in considerazione sono: Narod.ru e iFolder, penso che sono molto buone.

    RispondiElimina
  7. anche zippyshare è ottimo... poi ci sono sistemi tipo mirrocreator che creano una serie di link su server diversi, in modo da avere già un backup.
    i post sono ancora lì, i file ci sono, basta ricaricarli su un altro server e aggiornare i link.

    RispondiElimina
  8. Non mollare. La stessa cosa è successa ad altri blog : hanno lasciato i vecchi servizi di file sharing e sono ripartiti. Il servizio "mirrorcreator" che ti ha consigliato "Anonimo" (precedente messaggio) è effettivamente superiore a Mediafire.
    Per quanto riguarda l'incazzatura, passerà . E comunque il tuo blog è ottimo, non vorrei perderlo .

    RispondiElimina
  9. Coraggio,ragazzi,non mollate.Concordo sulle segnalazioni Mirrorcreate e Zippyshare,a presto

    RispondiElimina
  10. Caro Roby,

    seguo il tuo blog da tempo, ed è a dir poco grandioso. Te lo dice uno che ha qualche capello bianco e che questa musica la conosce bene e la segue da 40 anni. Non farti prendere dallo sconforto, ho visto tanti bei blog di prog, space, experimental, krautrock e altro morire negli anni, ma alcuni sono vivi e vegeti da molti anni (un esempio: Mutant Sounds). Evil Monkeys ha ragione alla grande: mediafire ti cancella? Non importa, rimangono i bei post e poi con calma si ricaricherà il tutto. Capisco che la cosa è veramente da sconforto totale, ma non mollare. Credo che la soluzione sia usare servizi tipi mirrorcreator che permettonodi inserire ii link su molti server. Coraggio, non mollare, il blog è troppo bello per lasciarlo morire!

    RispondiElimina
  11. Dunque...
    ci sono passato anche io.
    Quando filesonic e fileseve hannochiuso ho perso 3 anni di lavoro, e oltre 3000 link.
    Senza contare che avevo appena rinnovato l'abbonamento annuale ad entrambi, e senza contare che vantavo dei crediti...
    ma, tant'è...
    se vuoi un consiglio... niente mirrorcreator o zippyshare.
    attualmente uploaded funziona bene. Io lo uso da 6 mesi.
    poi c'è la novità...
    filedefend, che sto introducendo proprio in questi giorni.
    Io ho appena superato i 2000 Post. ho una media di 80.000 visite mensili, per un totale di oltre 1.2000.000, e per il momento continuo.
    Prova a fare lo stesso.Più siamo e più siamo forti.
    TI ASPETO IN RETE CON RINNOVATO ENTUSIASMO !!!
    ciao

    RispondiElimina
  12. mi dispiace tanto; è da tempo che vi seguo, vi devo ringraziare perchè mi avete fatto conoscere tanti gruppi italiani interessanti di cui ignoravo l' esistenza... GRAZIE!
    Ora posso sicuramente affermare che ne so di più sul prog italiano...
    ma mi spiegate una cosa? ma postare album non più in vendita(o mai messi in vendita perchè registrato col cellulare da pincopallino) è illegale? perchè mi pareva di aver capito che non lo fosse...
    Forza e Coraggio!

    Jimmo

    RispondiElimina
  13. Da assiduo frequentatore di questo MITICO BLOG Ti voglio dire di non mollare, sara' sepmpre tra i miei preferiti, devo inoltre ringraziarTi per il bellissimo materiale che Tu e Altri amici avete postato per quei vecchi "maniaci" del prog come me! quindi buone ferie (per chi ci va) io ogni tanto vengo qui a vedere se ci sono novita' spero a settembre di ritrovarVi!!!
    Grazie ancora!!
    Stefano

    RispondiElimina
  14. Non posso assentarmi un giorno ed ecco qua un megacasino, proprio adesso che preparavo uno stra-mega-super-èpst su Piero Umiliani.... ma che gli venga un canchero a sta gente.....
    Ci sono passato anch'io dalla censura musicale, avevo un bellissimo canale in youtube, con 15.000 iscritti e oltre mille filamti di prog, poi improvvisamente i Camel (chi per loro) hanno cominciato a rompermi il cazzo per dei vecchissimi filmati anni 75/76 e alla fine mi hanno cancellato l'account, chiavandomi filmati e quantaltro, ed ora per rientrare in youtubr ho dovuto creare un nuovo account e perdere tutto.... avevano persino brontolato per una quindicina di film dei Dream Teather che io stesso avevo girato lo scorso anno a Villafranca di Verona.... scandaloso!

    Beh, io la butto qua, se volete spostarvi sul mio blog INTERROGA ROBOT, magari possimao continuare in quello che stavamo facendo, io ho un altro account mediafire personale e non ho mai avuto problemi, magari dei magnifici 8 ognuno può farsi il suo e recuperando il massimo ricominciare daccapo.... tra una poesia e una ricetta di cucina....

    RispondiElimina
  15. compravo centomila lire di dischi la sttimana e avrei continuato anche dopo l'avvento dell'euro se i cd non fossero costati così tanto, perchè mi piaceva avere in mano gli originali con note di copertina, foto e tutto il resto. il problema delle major è stata l'invenzione del file mp3 ma anche la politica di vendita che hanno adottato credendo di avere il coltello dalla parte del manico. ora pensano che sopprimere sia la soluzione, ma se non sei tu sarà un sito greco, brasiliano o di un altro posto a permetterti di scaricare cose che altrimenti non troveresti in giro. dovrebbero vietare internet come nei paesi che sono ancora fermi agli sfortunati anni 30 e 40. a parte i bootleg molte delle cose che hai postato le avevo e le trasmettevo alla radio alla fine degli anni 70, per cui per me è un piacere e anche una consolazione vedere nella stratosfera alcune copertine che per me hanno un grande valore affettivo. e dischi che riascoltati anche oggi fanno sempre la loro bella figura. perciò ti dico: fermati e abbassa le serrande per un po', riposati, ma poi inventati un modo per tornare.

    RispondiElimina
  16. il problema sta in una semplice parola copyright. Io sono per il filesharing, per il download di musica da blog come il tuo, insomma sono per la libertà di condividere. Presumo pure che a certi artisti, questa forma di condivisione e di conseguente conoscenza a nuove persone e generazioni dei loro dischi (che siano perle o che siano diciamo dischi "normali" e mettiamoci pure "pessimi")sia cosa gradita, però di sicuro ci sono anche quelli che storcono il naso, vuoi perche hanno il loro bel disco ancora in catalogo, o pronto per una fiammante riedizione, o solo per una questione di "proprieta" condita dal famoso "copyright", quindi a mio avviso non ne fare tragedie di sta storia, ne sottovalutare il tutto. Penso che il punto importante della condivisione, o dell'affidarsi a host per condividere con gli altri le proprie passioni, siano esse coperte da copyright o meno, sia quello di non lucrarci sopra, perchè so del tuo scrivere qualche libro e penso che anche a te girerebbero le palle se uno diffonde i tuoi libri gratis (cosa che a te magari fa paicere), pero nello stesso tempo lui ci guadagna che ne so un euro per utente che scarica il tuo libro. Io almeno la vedo cosi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti ho beccato non in vendita ma da poter scaricare in pdf la mia personale antologia, mi è bastato chiedere al titolare del sito inglese come mai ce l'avesse, e in un secondo è sparita..... in compenso dopo che ne ho scritto un altro le poesie e i racconti del precedente sono leggibili ovunque.... li posto dove mi pare, anche perchè vabbè avere il libro da leggere sul pc gratis, ma volete mettere averlo reale in mano da sfogliare?
      Stessa cosa per un cd o meglio un vinile, quando ne prendo uno e lo metto sul piatto, segue tutta una ritualità che è impagabile, come il suono bello e legegrmente frusciato che emette le casse....

      Elimina
  17. Un stra-super-mega-post su Piero Umiliani? Grog lo devi fare!

    Umiliani è stato un vero GRANDE della musica italiana, ha spaziato su molti generi con grande maestria e i suoi dischi di musica elettronica sono un vero must!!! Nessuno in Italia ha saputo fare meglio di lui con i sintetizzatori, e pensare che veniva dal jazz. E già che ci siamo, andrebbe ricordato anche Marcello Giombini, che prima inventò la messa beat nel 1966 (quella dei Barrittas per capirci, un proto-psychobeat la cui idea venne poi ripresa nel 1968 nientepopodimeno che dagli Electric Prunes) e che poi negli anni 70 passò all'elettronica usando persino due ARP 2600. Ricordiamoci anche di questi pionieri ogni tanto (purtroppo ormai passati a lunga vita).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non preoccuparti, umiliani è lì quasi pronto,visto come sono andate le cose dovrò controllare gli album per sapere quali poter uploadare, poi devo sistemare i post già scritti da me e anche da roby e inserire i link giusti. Propongo al captain di cambiare il nome del blog, non più verso, ma oltre la stratosfera.... hanno provato a fermarci ma noi siamo più forti!

      Elimina
    2. grog non farti problemi sugli album da postare...se censurano bootleg registrati con un telefonino perchè farsi scrupoli se il cd non è ancora out of print?
      perchè dobbiamo usare i guanti bianchi con questa gente che da sempre pensa solo a lucrare e basta? Negli anni settanta si cercava di andare ai concerti gratis scontrandoci con celerini e figli di papà che avevano sempre i soldi per il biglietto. Non credo oggi si trattasse di una giusta mossa, ma allora pensavamo lo fosse, perchè pura necessità (nessuna radio o quasi a diffondere musica seria, dischi che nel 1972 costavano 3500 lire (!!!!) mentre il biglietto dei concerti stava intorno alle 1000/1200 lire (gli Area 500 lire ma era caro lo stesso :( ) !!! I concerti dunque erano la nostra unica, o quasi possibilità. Di fronte agli introiti enormi delle major che, nonostante i costi di produzione si fossero abbattuti, hanno sempre alzato i prezzi dei cd fino ad una seria diffusione del file sharing che li ha giustamente puniti. Gli artisti non muoiono di fame, pensate oggi al costo scandaloso dei biglietti dei concerti, quindi a loro , se il cd si diffonde anche piratamente, non può che far piacere perchè ci saranno più sold out.Chi ci rimetterà sono solo gli squali delle major ed è giusto, molto giusto, che soffrano anche loro ! Hold ON!

      Elimina
    3. Tranquillo, posso inventarmi migliaia di account....

      Elimina
  18. costernato, basito, irritato, avvilito, deluso, censurato. così contento da condividere il mio beauty case. sicuro non ci arrendiamo. risorgeremo, visto il R.I.P. di cui sopra. Perchè il blog "è morto, ma per tre giorni e poi risorge" "e noi, noi ci saremo. noi, noi ci saremooo," refrain.....
    La bella frase: lo sharing è come in dentifricio: una volta fuori dal tubetto, non lo puoi più rimettere dentro. Grazie Sigg.Censori, avete fatto diventare anche me un anarchico del web. "Tornerai, tornerò, la la la laaaa."
    Io sono Rattus Italicus, stesso nickname in soulseek; se vuoi cercami, se mi trovi, scaricati tutto quello che vuoi, basta che mi dici che vieni da questo spazio.
    Sì Umiliani, avevo già pronte le batterie per rinforzini, anche Giombini, anche la Messa Beat (con anche album dei Barritas versione italian e inglese...) col dubbio se metterla nel Beat o nel Catto-Prog.
    Mi sa che mi convertirò anch'io ai mega-post: un bordello di roba da mettere subito, prima che seghino ancora. questi sigg.la cui mamma arrotondava a tempo perso le entrate familiari.
    Gente, io sono qua, si sa, tecnologia zero, si risa, quindi quando ci sarà il richiamo alle armi, "se ci fosse ancora porto, Capitano, sono pronto dove aandiamo?"
    Ciao vi voglio bene, si ririsa. eppiantala, sentimentslone!!!
    sniff.....buaaaa!!!
    :-)))

    RispondiElimina
  19. anch'io sono su soulseeek caro rattus com faccio atrovarti io sono Metamorfosi se vuoi puoi scaricare da me

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehi scorpio, ora sei nella ia userlist in slsk...

      Elimina
    2. in Add to list aggiungi Rattus Italicus sono attivo da lunedì a venerdì in questi gg.facile dalle 07.00 alle 20.00, sabato idem dalle 07.00 alle 13.00. sembra un lavoro, anche a me.
      ti aspetto/vi aspetto.
      mmmhhhh Metamorfosi...questo nick non mi è nuovo

      Elimina
  20. ciao metamorfosi, adesso vado su slsk e ti metto tra gli amici, io ovviamente sono pilastro

    RispondiElimina
  21. Ragazzi non mollate! Non saprei come fare senza di voi, siete fantastici, avete fatto un lavoro davvero perfetto e siete riusciti a trovare album che cercavo da tempo e mi avete fatto conoscere gruppi e artisti a me praticamente sconosciuti.
    Grazie per tutto quelle che avete fatto e quello che (spero) ancora farete.
    Lorenzo!

    RispondiElimina
  22. Non mollare, il tuo blog è troppo importante per sparire !!!
    Si farà un altro account e se avrai bisogno di una mano ... chiedi pure.

    RispondiElimina
  23. Leggetevi un po' questo interessante carteggio:
    http://forum.tntvillage.scambioetico.org/index.php?showtopic=250096

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto tutto..... allucinante.
      Siamo sotto dittatura FPM, è un casino....

      Elimina
  24. ma chi se ne frega pubblicheremo solo bootlegs noi no molliamo non ci fermeranno maiiiiiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  25. Cazzarola, dopo qualche settimana di assenza a causa di problemi famigliari nonchè per la 'dipartita' del monitor, vengo a scoprire che al povero Robby e quindi agli stratosferici amici, hanno 'segato' tutti i file su mediafire. Brutto colpo. Posso capire cancellare un determinato post su richiesta di chi detiene i diritti ma eliminare tutto, compresi i bootleg che dovrebbero solamente far piacere agli stessi artisti riproponendo performance storiche altrimenti perdute per sempre!
    Il dramma non è tanto la cancellazione di tutti i file da Mediafire (anche se vuol dire gettare al vento ore ed ore di lavoro) quanto quello che temo potrebbe essere lo step successivo. Il blocco di Mediafire si può aggirare in molti modi, caricando da qualche altra parte o creando sempre nuovi account. Quello che mi preoccupa è che questo blog è entrato nel mirino di qualcuno che lo frequenta e che potrebbe attivarsi per farlo chiudere, come ho già visto in altri casi. Consiglierei di iniziare a pensare ad un piano B, tipo trasferire il blog su qualche altra piattaforma con sede in qualche altro Paese. Certo che fa rabbia, ci sono siti che linkano da anni album di mega rock star qualche settimana prima della loro pubblicazione ufficiale e rompono i coglioni a questo blog...
    Coraggio Roby, non mollare!!

    RispondiElimina
  26. Sono davvero commosso per il sostegno dimostrato da tutti voi, amici. Ho notato anche commenti di frequentatori del blog che, sinora, erano rimasti "silenti", segno che la chiusura del blog avrebbe spezzato qualche altro cuore oltre a quello del sottoscritto e dei suoi irriducibili compari... Quello che dice il carissimo amico Red è purtroppo vero: anche io avevo già pensato all'evenienza di cui parla, ovvero dalla chiusura del blog da parte di google, il che vorrebbe dire davvero la morte della stratosfera. L'idea di fare un sito back up del blog è interessantissima, ma avrei bisogno di supporto informatico e di conoscenza per effettuare l'operazione... Se qualcuno in grado di indirizzare il capitano è in ascolto, è pregato di mettersi in contatto..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://retelab.it/blog/2011/10/come-fare-backup-blog/

      Elimina