mercoledì 19 settembre 2012

Serie "Battiato & Friends Special Fan Collection" n. 9 (Serie "Bootleg" n. 69) - Franco Battiato - 1996 - L'ombrello e la macchina da cucire Tour

Franco Battiato - 1996 - L'ombrello e la macchina da cucire Tour - Alessandria, 16 Febbraio 1996

TRACKLIST CD 1 :

01 - Lode all'Inviolato
02 - La stagione dell'amore
03 - No time no space
04 - Le sacre sinfonie del tempo
05 - Povera patria
06 - Un'altra vita
07 - E ti vengo a cercare
08 - Caffé de la paix
09 - Mesopotamia
10 - L'ombra della luce
11 - L'ombrello e la macchina da cucire
12 - Breve invito a rinviare il suicidio
13 - Piccolo pub
14 - Moto browniano
15 - Fornicazione


TRACKLIST CD 2 :

01 - Gesualdo da Venosa
02 - Un vecchio cameriere
03 - Tao
04 - L'esistenza di Dio
05 - L'era del cinghiale bianco
06 - Summer on a solitary beach
07 - Gli uccelli
08 - Propsettiva Nevskj
09 - I treni di Tozeur
10 - Voglio vederti danzare
11 - Centro di gravità permanente
12 - Breve invito a rinviare il suicidio
13 - Stranizza d'amuri

Una nuova perla, sempre regalataci dall'amico Antonio, arricchisce la Battiato Fan Collection. Purtroppo il buco ispirativo che mi ha colpito, insieme alla fretta fottuta cui ci obbliga questa società che non comprendiamo ma che dobbiamo subire (fretta che decisamente mal si associa alla musica meditativa del maestro, ma tant'è...), mi costringe ad un post stringato, vi lascio dunque tosto alla musica, il bootleg che vi presentiamo, come l'amico Antonio ci ha ormai abituati, è di ottima qualità sonora, praticamente un live ufficiale, che ci presenta l'esecuzione dal vivo dell'intero album che da il titolo al live, ovvero "L'ombrello e la macchina da cucire", oltre ad una ricca selezione di classici intramontabili del maestro. Le covers splendide sono sempre a cura di Antonio, che ringrazio infinitamente per aver condiviso con tutti noi questa serie inedita sul web, nell'attesa delle prossime meraviglie dal suo archivio.

Buon ascolto e, come già detto, scaricare sulla stratosfera non costa nulla, ma un commento è cosa gradita e, direi, dovuta... Come diceva qualcuno, meditate, gente, meditate...

Antonio dixit : "L'ombrello e la macchina da cucire è il primo album pop che vede la collaborazione tra Battiato e Sgalambro. Un album colmo di elettronica e, con la sola eccezione di un brano, privo di musicisti impegnati a suonare qualcosa che non sia un computer. Un cd fatto in casa, ma ad alta tecnologia e pubblicato il 24 marzo del 1995. Ecco perchè, a mio avviso, questo live riveste un tassello importante per gli amanti della musica d'autore. Qui, infatti, oltre ad alcuni grandi successi eseguiti con il solito quartetto d'archi, pianoforte e due tastiere, c'è l'intero "Ombrello" suonato dal vivo. Si noti, inoltre, che la band è di grande spessore, con nomi mai più apparsi al fianco di Battiato. Su tutti, Claudio Golinelli "il Gallo", molto celebre come bassista di Vasco Rossi. Il risultato è tale da fare rimpiangere la scelta dell'artista di non averli fatti suonare anche in studio. Siamo nella fase conclusiva del tour, a quasi un anno di distanza dalla pubblicazione dell'album in questione. Per il resto, io concentrerei molto l'attenzione sull'esecuzione acustica di "No time no space" (eccellente Guaitoli al pianoforte) e sul recitato in lingua italiana (by Sgalambro) ne "L'esistenza di Dio". Sottolineerei, infine, come da questo tour riemergano sonorità e brani che torneranno in quasi tutti i tour successivi, proprio a cominciare da quello pop rock de "L'imboscata". Che avremo modo di ascoltare, mi auguro, in questa sede dagli infiniti meriti."
(Grazie anche per questo, Antonio)

11 commenti:

  1. Grazie ancora per tutti questi bellissimi bootleg che pubblicate! Questo poi è molto particolare perché credo sia l'unica possibilità di poter ascoltare brani dell'Ombrello (senz'altro l'album più difficile da "digerire" del Battiato pop) in live, visto che poi vennero tutti accantonati ad eccezione di "Breve invito a rinviare il suicidio" che mi sembra sia stato eseguito nel tour de "L'imboscata". Mi lascia abbastanza stupito la presenza di classici de "La voce del padrone" in un tuor simile visto che se non erro la formazione comprendeva il quartetto, pianoforte e tastiere.
    Andrea

    RispondiElimina
  2. L'ombrello e la macchina da cucire è il primo album pop che vede la collaborazione tra Battiato e Sgalambro. Un album colmo di elettronica e, con la sola eccezione di un brano, privo di musicisti impegnati a suonare qualcosa che non sia un computer. Un cd fatto in casa, ma ad alta tecnologia e pubblicato il 24 marzo del 1995.
    Ecco perchè, a mio avviso, questo live riveste un tassello importante per gli amanti della musica d'autore.
    Qui, infatti, oltre ad alcuni grandi successi eseguiti con il solito quartetto d'archi, pianoforte e due tastiere, c'è l'intero "Ombrello" suonato dal vivo.
    Si noti, inoltre, che la band è di grande spessore, con nomi mai più apparsi al fianco di Battiato. Su tutti, Claudio Golinelli "il Gallo", molto celebre come bassista di Vasco ROssi.
    Il risultato è tale da fare rimpiangere la scelta dell'artista di non averli fatti suonare anche in studio.
    Siamo nella fase conclusiva del tour, a quasi un anno di distanza dalla pubblicazione dell'album in questione.
    Per il resto, io concentrerei molto l'attenzione sull'esecuzione acustica di "No time no space" (eccellente Guaitoli al pianoforte) e sul recitato in lingua italiana (by Sgalambro) ne "L'esistenza di Dio". sottolineerei, infine, come da questo tour riemergano sonorità e brani che torneranno in quasi tutti i tour successivi, proprio a cominciare da quello pop rock de "L'imboscata". Che avremo modo di ascoltare, mi auguro, in questa sede dagli infiniti meriti. Ciao da Antonio

    RispondiElimina
  3. io vi amo!!Grazie :)

    RispondiElimina
  4. Speriamo sia almeno una donna...

    RispondiElimina
  5. Grazie mille Antonio, la tua competenza in materia è ineccepibile, ed il tuo commento arricchisce e completa in maniera perfetta questo post. Mi è tanto piaciuto che ora lo inserisco direttamente nel post...

    RispondiElimina
  6. Lo sono George!! E se mi trovate una registrazione di Gommalacca vi sposo pure :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prepara il vestito nuziale! Arriverà prestissimo, se il Capitano è d'accordo. Un bel doppio cd che è una meravolgia. Antonio

      Elimina
    2. Corro dalla sarta...!!!
      E tutti che mi dicevano fosse impossibile reperire quel live!!
      Siete proprio un buon partito ;))

      Elimina
  7. Ah ma in questo blog si cucca! Mi sa che devo postare qualcosa...

    RispondiElimina
  8. Con questo fantastico bootleg direi proprio che siamo arrivati dentro la Stratosfera, ora non ci resta che esplorarla! Grazie blogger, grazie Antonio!!

    RispondiElimina
  9. chi potrebbe indicarmi un sito dove leggere la parte recitata in tedesco nel brano L'esistenza di Dio?
    pippovip2007@libero.it
    grazie!!!!

    RispondiElimina