mercoledì 28 novembre 2012

1966 Nino Ferrer - Enregistrement Public


non è italiano
ma è nato in Italia,
la Francia l'ha adottato
anche da noi ha cantato,
soul and blues
con la pelle bianca
poi tutti l'hanno dimenticato
e lui si è eliminato....

(pilastro 2012)

N
Nino Ferrer (pseud. di Agostino Arturo Maria Ferrari; Genova, 15 agosto 1934 – Montcuq, 13 agosto 1998).

Nato da padre italiano, un ingegnere, e da madre francese, trascorse l'infanzia in Nuova Caledonia, dove suo padre era impiegato in una miniera di nichel. Nel 1939, mentre si trovava in Francia con sua madre, venne costretto dagli eventi bellici a tornare nel capoluogo ligure dove restò per tutto il periodo della guerra. Dopo il ritorno del padre, la famiglia si trasferì a Parigi nel 1947, dove Nino compì gli studi superiori e universitari nella prestigiosa Università della Sorbona, laureandosi in lettere e filosofia. Specializzatosi in etnologia, studiò a livello approfondito la vita quotidiana dell'uomo primigenio, con riferimento particolare ai culti religiosi, nel dipartimento di preistoria del Museo parigino de L'Homme; allievo di André Leroi-Gourhan, tenne per un lungo periodo numerose conferenze in Francia e Spagna.

Nel tempo libero recitò da dilettante nella Compagnia teatrale Stabile dell'Università della Sorbona, denominata Les Thèophiliens, per oltre dieci anni; si dimostrò inoltre un abilissimo disegnatore, iniziando già nel periodo adolescenziale a dipingere quadri, una passione che lo accompagna fino agli ultimi giorni. Espose in diverse mostre e personali. Ma è la musica che lo lanciò come protagonista assoluto. Iniziò verso la fine degli anni cinquanta come bassista jazz per Richard Bennett, Bill Coleman e Nancy Halloway, girando con il suo complesso tutti i locali notturni della capitale francese e incidendo una decina di 45 giri nel 1959 per una piccola etichetta.

Scoperto e affinato un suo timbro di voce del tutto particolare, dalle tonalità roche, fondò presto un suo gruppo di rhythm'n'blues e incide con loro un primo 33 giri che contiene già due suoi brani, destinati a diventare dei classici: Le port de salut e La polka des mandibules.

Si e' sparato in un campo di grano. Sulla terra cui sempre e' tornato, dopo ogni esplorazione, dopo ogni sortita nel mondo dello spettacolo. Un colpo con un fucile da caccia: dritto al cuore. Nino Ferrer, il cantante "francese" per gli italiani e "italiano" per i francesi, ha scritto una lettera alla moglie Kinou, al figlio Pierre. Poi e' andato a uccidersi, ieri pomeriggio, due giorni prima di compiere 64 anni. L'ha annunciato in quella lettera, che aveva deciso di essere arrivato all'ultima pagina della sua vita. Forse sconvolto anche per la recente morte della madre. La moglie ha chiamato subito la polizia. Ma troppo tardi. I gendarmi l'hanno trovato cadavere, non lontano dalla sua auto. In un campo di grano fra Montcucq e Saint - Cyprien, vicino alla tenuta "Lapaillade" in cui si era ritirato una ventina d'anni fa. Saint - Cyprien, regione del Midi - Pyrenees.

Baudo: lasciato da tutti. La Carra': invento' il soul bianco. "Era un uomo dotato di grande senso dell'umorismo. Aveva saputo incidere sul gusto degli anni Sessanta. Da oltre dieci anni era stato completamente dimenticato. Lo aveva abbandonato anche la Francia. E aggiunge: "E' stato veramente uno dei pochi "bianchi" che avevano il feeling e il soul dei neri americani. Per questo si puo' considerare il capogruppo della musica di quel genere in Europa. Lo ho avuto come compagno tanti anni fa nella trasmissione da cui e' nato il mio successo, "Io Agata e tu". Lui era sempre simpatico e disponibile, un amico".


1.     Je veux être noir     3:20
2.     Si tu m'aimes encore     3:20
3.     La bande à Ferrer     5:20
4.     Le Millionaire     2:59
5.     Shake shake Ferrer     3:51
6.     Z'avez pas vu Mirza ?     2:26
7.     C'est irréparable (un an d'amour) - nouvel enregistrement     4:25
8.     Madame Robert     3:03
9.     Pour oublier qu'on s'est aimé - nouvel enregistrement     2:24
10.     Les Cornichons     3:03
11.     Oh eh hein bon !     2:12

Nino Ferrer : Chant, Basse
Richard Bennett : Batterie
Bernard Estardy : Orgue, Piano











BY
 
GROG

25 commenti:

  1. Grande Ninò !!
    io non l'ho mai dimenticato, impossibile farlo dopo aver ascoltato, non solo con un'orecchio , certi suoi brani...

    Grazie per il post !
    ;)

    RispondiElimina
  2. Ciao Grog buon post !!! É strano ma proprio ieri leggendo un articolo ho scoperto che era morto e mi sono andato a documentare su Wikypedia dove ho letto la sua storia.Per la maggioranza degli italiani sara ricordato piu che altro per la sua canzone La Pelle Nera mentre io suggerirei di andare a scoprire il lavoro svolto negli anni 70,dove a mio modesto parere da il meglio di se stesso.Nel 1976 0 77 ,non ricordo bene,ero con due miei amici ad un mini festival chiamato Versilia Rock,a Viareggio.Nel pomeriggio del secondo giorno eravamo fuori dalla nostra tenda ,ammazzando il tempo con qualcosa che ci ammazzava il gia nostro esiguo numero di neuroni ,quando vedemmo questo tipo avanzare verso di noi e chiederci se poteva unirsi alla nostra compagnia.Quando ci presentammo lui disse di chiamarsi Nino,il resto lo avete giá capito.Per il poco tempo che abbiamo passato insieme,un pomeriggi, posso dire che era una persona veramente gradevole e alla mano,ben lontana dallo stereotipo della rockstar o persona di successo.La sera poi lo vedemmo suonare(grande grinta e energia ) e anche noi alla fine volevamo la pelle nera :)

    RIP Nino

    Grazie Grog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho preferito un solo album per non bruciarmi la possibilità di altri post, con gli avvoltoi in giro non si più cosa scovare....

      Elimina
  3. Ah mi scordavo,i grandissimi escrementi di Mediafire hanno giá bloccato il link .........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. porca putt.... vacca boia, che gli venga un cachero.... ho cercato in giro e gli unici che vendonoml'album sono su ebay..... ma non è possibile, ma non hanno di meglio daf fare???? con tutti i veri delinqunti che sono a piede libero.....

      Elimina
    2. Prova un po' a vedere adesso come va, ho cambiato sistema e forse riesco a fargliela....

      Elimina
    3. Si ora funziona,grazie,comunque non penso che ci lasceranno in pace,ci sono persone che hanno fatto del vendere questo tipo di musica una professione.Non sta a me decidere sé giusto o sbagliato.Personalmente non lo farei ma capisco anche chi ha investito dei soldi in questo business,tuttalpiú gli direi di non essere troppo ingordi.Io quando ascolto qualcosa che veramente mi piace cerco poi di trovarlo o in CD o in vinile e come me sono convinto tante altre persone.A buon intenditore poche parole ......

      Elimina
    4. Quando l'hai scaricato dimmi se trovi facile l'estrazione....

      Elimina
  4. I also regret that mediafire already identified this file as copyright material and blocked it
    maybe depositfiles would be nicer

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I've tryed another way..... tell me what u think about this escamotage

      Elimina
  5. finalmente sono anche usciti in cd i suoi canzoni italiani: www.onsale-music.com

    RispondiElimina
  6. Ottimo Nino...e se posso darti un consiglio ascoltati in particolare 2 suoi dischi: "Metronomie" e "Veritables varietes verdatres" favolosi...progressivi, diversissimi dal resto della sua produzione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Metronomie lo ascoltavo oggi in auto e lo considero favoloso, può essere che più avanti lo faccia anche il suo post....
      Veritables varietes verdatres non ce l'ho, ma lo sto scaricando adesso, così domani potrò metterlo sull'usb e sentirlo in auto mentre lavoro...

      grazie per le utili info

      Elimina
  7. ho provato a scaricare enreg. public., e l'ho estratto col programmino allegato, ma il file è danneggiato, provare per credere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho controllato e hai ragione, devo aver fatto qualche cappella nel montarlo, in giornata vedrò di recuperare.... scusatemi, nella fretta qualche marrone ci può stare.

      Elimina
  8. Ciao, non so se qualcuno conosce questo io l'avevo scaricato tempo fa ora qui non è disponibile, magari cercando meglio si può trovare

    http://le-club-des-mangeurs-de-disques.blogspot.it/2011/12/nino-ferrer-lintegrale-2004-12cd-cmd310.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato sia tutto in megaupload che non esiste più....

      Elimina
  9. Ad ogni modo ho rimesso il link con novità.... dovrebbe andare adesso.

    RispondiElimina
  10. Ciao, manca shake shake Ferrer dalla lista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ooops..... provvedo subito..... nell'arco di qualche ora

      Elimina
  11. Grog usa zippyshare è veloce in upload e gratis e non credo che li poassa cagare il cazzo nessuno.
    devi solo iscriverti e non superare i 200 mega di upload in modalità free.
    Nino è un grandissimo e tutta la sua discografia completa è degna di note dal r'n'b degli esordi, alle venature prog anni '70 ed ad una certa raffinatezza successiva.
    Io consiglio di sentirlo soprattutto live e perciò suggerisco vivamente l'ascolto dei seguenti due cd:

    1970: Rats and rolls (Riviera, RIV/LP 80016; dal vivo)
    1996: Concert chez Harry - dal vivo

    se hai difficoltà a reperirli fischia

    RispondiElimina
  12. Grazie per il consiglio, terrò presente, ma non credo sia un problema di mediafire, cmq di nono ho: rats, metro (stupendo e di cui sto preparando il post), leggs, radiah (bellissimo), suite e blanat.... concert l'ho testè messo in download....

    RispondiElimina