domenica 28 aprile 2013

1968 - Peppino de Luca - La ragazza con la pistola

Peppino de Luca (Roma, 6 gennaio 1936 – Roma, 6 settembre 1974) è stato un trombonista, direttore d'orchestra, compositore  e arrangiatore italiano.
Autodidatta, comincia a suonare il trombone negli Anni '50 in diversi gruppi universitari dilettanti.
Trombonista e qualche volta cantante debutta a soli quindici anni nei Traditional Dixielanders formati da: il trombettista Piero Saraceni, il clarinettista Gianni Sanjust, il pianista Gianni Marchetti, il contrabbassista Antonello Branca ed il batterista Roberto Trillò. Nel 1954 e nel 1955 Peppino De Luca viene anche chiamato a sostituire in qualche occasione Luciano Fineschi nella Roman New Orleans Jazz Band.

Nel 1956 entra stabilmente nel gruppo che, dopo l’arrivo di Carlo Loffredo prende il nome di Seconda Roman New Orleans Jazz Band. A cavallo degli Anni '60 la band attraversa un momento di grande successo con festival, tournée in Italia e all'estero. Nei primi anni Sessanta Peppino De Luca inizia a comporre musica per la TV e il cinema con registi come Antonello Branca, Carlo Tuzii, Sandro Bolchi, Liliana Cavani, Gianni Serra, Nelo Risi e con Mario Monicelli per il film La ragazza con la pistola candidato al Premio Oscar come miglior film straniero del 1968.
Il suo stile viene accostato a quello di Kid Ory ed al mainstream di Vic Dickenson. Durante le performaces dal vivo si ricordano i suoi interventi di canto scat.
Muore nel 1974, un paio d'anni dopo l'asportazione di un tumore ad un rene.

La ragazza con la pistola è un film del 1968, diretto da Mario Monicelli. Fra gli interpreti figurano Monica Vitti, Carlo Giuffrè e Stefano Satta Flores.
Fu questo il film che segnò una svolta nella carriera di Monica Vitti: fino ad allora infatti era stata impegnata solo in ruoli drammatici, ma Monicelli, che ne aveva intuito le capacità comiche (come aveva già fatto 10 anni prima con Vittorio Gassman), la lanciò come attrice brillante e ironica, tanto da farla diventare in seguito una delle colonne della commedia all'italiana.
Questa interpretazione consentì alla Vitti di aggiudicarsi il Premio David di Donatello per il 1969, il Nastro d'Argento ed un premio come migliore attrice al Festival di San Sebastián; il film fu candidato al Premio Oscar come miglior film straniero del 1968 e, ancora nel 1969, vinse il Premio David di Donatello per la migliore produzione, accreditata a Gianni Hecht Lucari.

Assunta Patanè, una giovane siciliana, viene rapita per errore da Vincenzo Macaluso. Lei, segretamente innamorata di lui, si lascia sedurre senza opporre resistenza. Il giorno dopo lei si risveglia sola perché l'uomo è fuggito nel Regno Unito per evitare le conseguenze del suo gesto. Assunta, costretta a difendere l'onore di persona perché senza padre né fratelli, parte per l'Oltremanica armata di pistola, decisa ad uccidere il seduttore. Giunta in Scozia trova il ristorante italiano dove egli lavora ma questi riesce a fuggire. Lavorando e un po' aiutata da amicizie occasionali, Assunta segue i movimenti di Vincenzo il quale riesce puntualmente a dileguarsi. Un giorno Assunta lo riconosce nelle vesti di un portantino di un ospedale di Bath e lo segue fino al nosocomio ma lei sviene alla vista di una operazione. Soccorsa da un primario nasce tra i due un'amicizia. Questi prende a cuore il suo caso e poco a poco, riesce a mutarne la mentalità, a farla desistere dall'assassinare Vincenzo, il quale è addirittura riuscito a spacciarsi per morto, con tanto di finta tomba. Assunta comincia a studiare e a lavorare assumendo così quasi le vesti di una vera inglese. Colpito da questo cambiamento, Vincenzo vuole sposarla. Assunta finge di accettare e dopo una notte insieme lo abbandona a Brighton per raggiungere il primario nell'isola di Jersey.

Curiosità

*   Corin Redgrave, interprete del giovane ragazzo omosessuale, è il fratello della più famosa Vanessa.
*   Il giovane che accoglie Assunta a Sheffield, che molti scambiano erroneamente per il cantante italo britannico Mal, è invece l'attore Anthony Booth, padre di otto figli avuti da diverse relazioni; una di loro, Cherie, è la moglie dell'ex primo ministro britannico Tony Blair.



LINK





4 commenti:

  1. Please, stop using MirrorCreator, it really, really, sucks big time!!!!!

    RispondiElimina
  2. Ottimo post, Grog. Complimenti.

    RispondiElimina
  3. sob! di telstar solo la copertina...
    tom

    RispondiElimina