venerdì 17 maggio 2013

California Made in Italy - Ciampini & Jackson - 1975 - Ciampini & Jackson

TRACKLIST:

Side A
01  The Entertainers
02  A Song for Everyone
03  Nightmare
04  Fool's Calypso
05 The Continuing Legend of Icarus
Side B
06  Many Other Things
07  Pepperbox Express
08 Climbing Roses
09 Madame la Rue
10  Morning's Song

Bonus Tracks
"Blitz" - RAI 2 - 6 febbraio 1983 (presenta Gianni Minà)
01  Lucille (Fausto Leali voce)
02  Get Back (Ciampini & Jackson voce)
03  Long Tall Sally (Fausto Leali voce)
04  Twist and Shout (Maurizio Vandelli voce)

FORMAZIONE (NELLE BONUS TRACKS): 
Fausto Leali, Ciampini & Jackson, Silvano Bolzoni, Andrea Tognoli, Gianni Dall'Aglio, 
Maurizio Vandelli

Ciampini & Jackson dal vivo a Blitz nel 1983

Profumi di West Coast, di assolate spiagge californiane, suoni che ci rimandano ai mitici Crosby, Stills, Nash & Young, agli America, le chitarre acustiche taglienti e  gli impasti vocali che ci hanno fatto sognare quella lontana e inarrivabile America degli anni '70: questi sono in sintesi Ciampini & Jackson, all'anagrafe Claudio Ciampini e Ronnie Jackson (di origine scozzese), entrambi dediti alla chitarra acustica e al canto, anzi al "bel canto". Sono sempre stato innamorato di questo album: ne possedevo una sporca e primitiva registrazione su nastro, poi, finalmente, sono riuscito a trovare il 33 giri originale, targato 1975. Per la cronaca l'album è considerato una vera rarità, mai ristampato né su vinile né su CD. Quella che ascoltate è la versione digitalizzata direttamente dal padellone. Ricordo di averli visti e ascoltati anche dal vivo in una sola occasione, sempre nel 1975, come open act dei concerti italiani dei Soft Machine; conclusero il loro breve set con una splendida versione di "Immigration Man" di Crosby & Nash. Purtroppo, non so perché, non registrai il loro show (grrr!). L'intero concerto dei Soft, per chi fosse interessato, è invece pubblicato  da tempo su Rock Rare Collection Fetish. Ma torniamo al disco: l'album, composto da 10 tracce, scivola via con grande leggerezza. Lo si ascolta tutto d'un fiato, grazie a quella sapiente miscela di brani country rock (uno addirittura in perfetto stile country, col violino elettrico) e di tracce più soft. Già l'iniziale "The Entertainers", con chitarre acustiche e banjo in primo piano, è un preludio a quello che uscirà tra i solchi. Il capolavoro resta "The Continuing Legend of Icarus", il brano più lungo  e variegato del disco, con qualche spruzzata prog qui e là, posto a chiusura della side A. Gli altri musicisti non vengono citati nelle note di copertina, Chissà che qualche amico della Stratosfera non ci aiuti nell'identificazione di questi illustri sconosciuti. Di notizie sul web al riguardo, non se ne parla nemmeno. Ciampini & Jackson, per la cronaca, prima di questo loro unico episodio discografico, avevano collaborato con Simon Luca (altro grandissimo artista da riscoprire) nel suo terzo album "La mia mente?". Dopo questo disco del 1975 il silenzio totale. Ronnie Jackson ha continuato a suonare in Italia come sessionman. Incredibilmente li ritroviamo in una occasione speciale solo nel 1983, grazie a Gianni Minà che mette insieme una serie di musicisti per la sua trasmissione Blitz, favorendo delle splendide jam in studio. Le bonus tracks riprendono integralmete lo show, dove i redivivi Ciampini & Jackson suonano e accompagnano ai cori Fausto Leali e Maurizio Vandelli, oltre a offrire una loro versione della beatlesiana Get Back (occhio a come la presenta il buon Minà, in perfetto inglese della City). E' tutto, spero che il disco riscuota anche il vostro apprezzamento. 

Piccola nota tecnica: complessivamente i file sono 3: la side A (con 5 brani), la side B (sempre con 5 brani) e le bonus tracks (che sono 4).

Enjoy!


Post by George

9 commenti:

  1. incredibile, cercavo questo disco dal 1976, tempi in cui lo diffondevano su per voi giovani. incredibile, graditissima sorpresa non ci speravo più, pero la stessa cosa era successa qualche anno fa per Era di Acquario. grazie dall'Imprendibile

    RispondiElimina
  2. Splendida riesumazione...
    Un Album vagheggiato e mitizzato, ed un gran bel Post.
    Ciao

    RispondiElimina
  3. Grazie amici. Chissà se riesco anche a ritrovare la registrazione live. Ho iniziato le ricerche archeolgiche.

    RispondiElimina
  4. Ho il vinile originale da qualche parte,,,se qualcuno offre bene lo vendo....George questi aprirono il concerto del 75 dei Soft Machine a Santhia,,,,controlla bene il nastro dovrebbe esserci un loro pezzop,,,ciao

    RispondiElimina
  5. Mi associo ai precedenti commenti, gran bel colpo George... Un altro ricercatissimo album ritrovato. Grazie per i tuoi sempre validi contributi

    RispondiElimina
  6. Hai ragione Mister X. Sto facendo un po' di controlli sui vecchi nastri.

    RispondiElimina
  7. VI segnalo 2 miei nuovi blog:
    MUSIC ITALY 70
    http://musicitaly70.blogspot.it/

    &
    THE LOST CONCERTS
    http://lostconcerts.blogspot.it/

    Ciao a tutti!!!!!

    RispondiElimina
  8. Io ho una vecchia registrazione del 1975 dal vivo in una chiesa (sconsacrata) di Pisa. La qualità è scarsa ma i pezzi sono entusiasmanti: tra gli altri: Sweet Mary dei Byrds, Bridge Over The Troubled Water, The Boxer ed altri, probabilmente di produzione propria, di cui ignoro il titolo, ma tutti bellissimi.

    RispondiElimina