giovedì 27 novembre 2014

I Ragazzi del Sole - 1970 - Il Suono del Sole

TRACKLIST :

1) Voom-Voom
2) Color sound
3) Black label
4) Underground
5) With you
6) Rally
7) Summertime (George Gershwin)
8) Neige
9) Psycology
10) Schun schun schun
11) ...in life
12) Warm

Tutte le canzoni di Vic Nocera, Danilo Pennone e Happy Ruggiero tranne dove indicato diversamente.

 
Di nuovo un grande grazie all'amico Vlad Tepes di Isle of Noises per averci passato quest'album, totalmente atipico nella produzione discografica dei I Ragazzi del Sole. "Il Suono del Sole", infatti, è un disco totalmente strumentale, ad eccezione di qualche vocalizzo qua e là. Nonostante la brevità dei 10 pezzi (solo "Underground" e "Rally" sorpassano i 5 minuti, mentre tutte le altre canzoni si assestano tra i 3 e i 4 minuti), emerge una voglia di sperimentare e di uscire dagli schemi del beat, usando dosi abbondanti di psichedelia, soprattutto in alcuni pezzi ("Color sound" ne è l'esempio lampante).  Probabilmente la mente "in evoluzione", dietro questo cambiamento di stile, è quella dal leader Danilo Pennone, unico membro della formazione originale della band. Questa tesi sembrerebbe dimostrata dalle note sul retro di copertina, dove tra le altre cose leggiamo: "Il lavoro e l'impegno di ricerca che da anni il loro leader (Danilo Pennone, appunto) sta portando avanti scrupolosamente, culmina in questo L.P., un disco che ha la sua ragione di essere soltanto in funzione agli stessi suoni".

I Ragazzi del Sole :

Danilo Pennone - Chitarra
Gianni Foresti - Basso
Valerio Liboni, Cesare Plantulli - Batteria
Piero Damosso - Voce
Enzo Lamarca - Piano, organo

Per una bella recensione di quest'album, tra l'altro l'unica che ho trovato in rete, vi rimando all'ottimo blog Il Negozio di Euterpe (al link, come d'abitudine, l'articolo completo senza (...) : "(...) presentiamo il secondo album dei Ragazzi del Sole, che vede solo Danilo Pennone ancora presente tra i componenti originali del complesso: vi era stata infatti, a seguito di alcuni dissidi, una causa giudiziaria sull'utilizzo del nome, vinta proprio da Pennone(...). Il disco è interamente strumentale (anche se in SIAE pare che i testi siano depositati...), con qualche vocalizzo qui e là (ad esempio in "Black label" e "Rally"). Lo stile è tra il rock psichedelico e il progressivo (...). Come si può leggere nelle note di copertina, partecipano alla registrazione due batteristi, Valerio Liboni e Cesare Plantulli: nella sua autobiografia "Crash! Storie e curiosità dell'Italia della canzone a ritmo di musica, viaggi e amore" Liboni ha spiegato che, mentre stavano registrando l'album fu chiamato per il serivizio militare, e quindi lasciò il posto nel gruppo a Piantuilli, e una volta congedato poi fondò, con altri ex componenti dei Ragazzi del Sole, un nuovo complesso, la Strana Società.(...) Il disco è introvabile e rarissimo, e quindi le poche volte che lo si vede in vendita in genere ha dei prezzi abbastanza alti."


Post by Captain & Vlad Tepes

2 commenti:

  1. Sbaglio o manca un brano? Comunque sia, un'altra eccezionale riscoperta. Siete fenomenali....

    RispondiElimina
  2. E' vero manca propio un brano. Peccato! Comunque grazie lo stesso. Ilario

    RispondiElimina