domenica 17 settembre 2017

Ciro Dammicco - The solo projects: Mittente (1973) & Gente (1981) - vinyl


Ciro Dammicco (forse qualcuno ricorda il suo pseudonimo Zagar) è una nostra vecchia conoscenza, in quanto, musicalmente, proveniente prima dai Bisonti, poi dai Flora, Fauna e Cemento - di cui era il tastierista nella prima formazione - infine dai Daniel Sentacruz Ensemble, quelli di Soleado. Conosciuto come compositore nel corso degli anni '70, nel decennio successivo si è dedicato con successo alle produzioni televisive e cinematografiche. Come solista -e qui veniamo al dunque- ha inciso due soli 33 giri, nel 1973 e 1981, oltre ad alcuni singoli risalenti al 1972 e pubblicati dalla Columbia. Si trattava di Vorrei poterti dir ti amo / Forse domani ritorno da te e Così era così sia (rimasto inedito su LP) / Autunno. Nel 1973 esce Un uomo nella vita / Dolce Jenny, due brani che, come i precedenti, sono tratti dal disco d'esordio, "Mittente". L'album ha avuto l'onore di essere citato (o per meglio dire, sfiorato) nel blog del maestro Augusto Croce Italian prog. E non è poco.

Solo project # 1: Mittente (1973)


TRACKLIST:

01. Tu mi eri scoppiata nel cuore    
02. Dolce Jenny    
03. Vorrei poterti dir ti amo   
04. Io so di un uomo    
05. Forse domani ritorno da te    
06. Per amore ricomincerei    
07. Gibilterra    
08. Le rose blu    
09. Il vecchio e il violino    
10. Autunno (strumentale)

Bonus track

11. Così era e così sia (lato A, 45 giri, 1972 - inedito su LP)


"Mittente", pubblicato nel 1973 in vinile dalla EMI, non e mai ristampato sul mercato italiano. Le uniche ristampe sono state realizzate nel 1989 (in Cd e vinile) per il mercato giapponese (etichetta Crime) e nel 1995, in vinile, per il solo mercato sudcoreano (!) (etichetta Si-Wan Records). Si tratta di un disco di canzoni, ben interpretate, molto dolci, con vaghi echi prog grazie a qualche buon inserto di tastiere, flauto e chitarre. Molto bello e delicato il brano strumentale conclusivo Autunno. Le rose blu alias Soleado, è un brano legato ad una storia curiosa. Vi rimando qui per scoprirla. 

I musicisti che accompagnano Ciro Dammicco non sono indicati. Sicuramente al suo fianco vi è l'amico Dario Baldan Bembo in veste di tastierista e di co-autore di quasi tutti i brani.






Solo project # 2: Gente (1981)


TRACKLIST:

01. Angelo e diavolo   3:43
02. Le bambole non hanno un'anima   3:45
03. Per chi   3:45
04. Gente   3:56
05. Vendo casa   3:30
06. Io e Lisa   4:43
07. Raggiungersi   3:54
08. Laura   3:51
09. Sembra facile   4:27


Otto anni dopo il disco d'esordio esce la seconda e ultima prova solista di Ciro Dammicco. Otto anni che segnano il tempo e risentono dei cambiamenti stilistici e dei mutati gusti di una larga parte del pubblico. Se dovessi definire questo disco con una sola parola dovrei usare un termine corrispondente ad una ben nota funzione corporale universalmente diffusa, per cui mi astengo. Un concentrato di banalità, di canzonette stucchevoli, di suoni che pervadono di noia dal primo all'ultimo solco. Confesso di averlo postato per solo dovere di "completismo", dal momento che l'album, pubblicato in vinile dalla Durium nel 1981, non è mai stato ristampato nel corso degli anni. Mi perdonino gli amici della Stratosfera. Qui non c'è più nulla che ricorda le atmosfere vellutate del primo disco. State tranquilli: Per chi non è la cover di Without You (magari lo fosse), così come Vendo casa non è la riedizione del brano dei Dik Dik. Anche in questo caso Dammicco ha pensato bene di propinarci due sue mortali composizioni. Ma il top lo raggiunge Laura: un testo che nemmeno i Cugini di campagna avrebbero mai osato proporre, condito da orrendi coretti femminili. Insomma, fate quel che volete. Non siete obbligati a scaricarlo e ad ascoltarlo. Naturalmente è anche possibile che qualcuno di voi, dal cuore più tenero del mio, riesca a stemperare questo caustico giudizio. Ma ho qualche dubbio al riguardo. 


Link Mittente
Link Gente

Post by George

4 commenti:

  1. Grazie infinite! Volevo ascoltare "Mittente" da anni &, chissà, magari il secondo album non è così male...
    manuel

    RispondiElimina
  2. Grazie George di questo bel post: i brani scorrono piacevolmente, con le loro atmosfere evocative.

    RispondiElimina
  3. Pensa che solo ora scopro che l'album si intitoli Mittente. L'unica cosa bella di questo lavoro a parer mio è la simpatica cover a mó di busta, tra l'altro fedelmente riproposta nel cd della Si WAN record edito in Korea. La StratoSfera serve anche a non buttare via soldi, come nel caso del secondo lavoro di cui sopra, che da tempo ero in forse se acquistarlo o meno. Ora mi sono tolto qualsiasi dubbio. A presto e comunque grazie, Frank - One

    RispondiElimina
  4. Non lo conoscevo, e' un grande!

    grazie

    RispondiElimina