lunedì 6 giugno 2011

Serie "Proto Progressive Italiano" n. 2 - New Trolls - 1968 - Senza orario senza bandiera


TRACKLIST :

01 - Ho veduto
02 - Vorrei comprare
03 - Signore, io sono Irish
04 - Susy Forrester
05 - Al bar dell'angolo
06 - Duemila
07 - Ti ricordi Joe
08 - Padre O'Brien
09 - Tom Flaherty
10 - Andrò ancora


Secondo post dedicato al proto progressive rock Italiano, serie dedicata a quegli album di fine anni sessanta/inizio settanta che contenevano, in stato embrionale, il seme di quel cambiamento che sarebbe arrivato durante i primi settanta e che avrebbe rivoluzionato il mondo del pop rock italiano. Questa volta tocca ai grandi New Trolls ed al loro capolavoro dei sixties "Senza orario senza bandiera", ovvero il primo concept album Italiano (una tendenza, quella di fare dischi "a tema", che sarebbe diventata comune in molti dischi durante gli anni 70, ma che nel 1968 era una vera novità, almeno sull'italico suolo). Si parla di questo disco definendolo un concept album" laddove, senza soluzione di continuità, tutti i brani sviluppano un solo tema portante: la visione del mondo agli occhi di un poeta. Un viaggio che potrà compiersi solo attraverso l'osservazione ragionata delle cose, ma senza che queste vengano travisate dalla fede (da John Classic Rock, che parla di quest'album quì).
Tutti i testi di quest'album sono in effetti adattati da componimenti poetici di Riccardo Mannerini da un altro grande poeta, secondo me davvero uno dei più grandi che l'italia abbia espresso, e cioè il gigante Fabrizio De Andrè (Ligure come del resto anche i New Trolls), che ai tempi era già al quarto long playing ed era già un nome di primo piano nella musica italiana. Sebbene quest'album sia lontano da sperimentalismi e velleità del prog propriamente detto, lo spessore dei testi (ben lontani dal cuorechefarimaconamore imperante ai tempi) lo colloca decisamente al di sopra ed al di fuori del resto della produzione musicale di quegli anni. Per dirla alla J.J.John, sempre dall'articolo sopra citato e linkato: "A conti fatti, probabilmente gli unici che non riuscirono a catturare l'eredità intellettuale di questo capolavoro furono proprio i New Trolls, ma la loro operazione culturale e i concetti espressi in "Senza Orario, senza bandiera" stanno alla base del nascente Progressive Italiano". Dunque il piazzamento al secondo posto nella serie dedicata al proto progressive per i NT mi sembra proprio sia strameritato, o no?

I NEW TROLLS :

Vittorio De Scalzi - Chitarre, tastiere, voce solista in 1, 3, 10, cori
Nico Di Palo - Chitarre, voce solista in 2 e da 4 a 9, cori
Giorgio D'Adamo - Basso
Gianni Belleno - Batteria, percussioni, cori
Mauro Chiarugi - Tastiere

Quì sotto, Fabrizio De Andrè con i New Trolls qualche anno dopo quest'album

Buon ascolto a tutti

LINK

13 commenti:

  1. Buongiorno,
    è appena uscito un nuovo album di Vittorio De Scalzi intitolato "Gli occhi del mondo".
    I testi, rielaborati da Marco Ongaro, sono tratti da poesie di Riccardo Mannerini.
    E' veramente un capolavoro!
    Saluti.

    Leila

    RispondiElimina
  2. Ciao
    Ti scrivo qui perchè non so come contattarti
    Ho visto che sei alla ricerca di contamination de il rovescio della medaglia io c'è l'ho ma non so come fare a fartelo avere.
    Ho letto tempo fa su un commento che avevi detto come mettere i file in rete se puoi spiegarmelo anche a me su questo post
    I file li ho in un achivio Rar
    Ciao Giorgio
    P.S. si vede che non sono tanto pratico

    RispondiElimina
  3. Ciao Leila, grazie per la segnalazione, sapevo di questo progetto di De Scalzi ma non sapevo fosse già uscito. Lo cercherò sicuramente.
    P.S. Hai un piccolo record su questo blog: il tuo è il primo commento dall'altra metà del cielo (femminile) dei circa 120 ricevuti, benvenuta dunque ed a presto

    Ciao Giorgio, che piacere risentirti. Pensa che il prossimo post sulla Stratosfera sarà proprio il tuo disco dei MO.DO., che devo dire ho trovato davvero molto piacevole all'ascolto. Cerco Contamination in versione inglese, dato che la versione origionale in italiano la posseggo già, per uno dei prossimi post della serie Doppelganger, e mi farebbe davvero piacere averlo. Per quanto riguarda l'upload del file, fallo pure dove vuoi, l'importante è che tutti i files siano in un unico file zip o rar, che si scarica in una volta sola. Grazie mille per la tua offerta, veramente gradita e a presto.

    RispondiElimina
  4. Alcuni errori nel mio precedente commento, l'upload dei MO.DO. non era stato fatto da Giorgio ma da Carlo, resta immutato il mio interesse verso contamination...

    Anche sul piccolo record di Leila purtroppo ho sbagliato... C'era stata Luciana Aun di Prog Rock Vintage che aveva fatto un paio di commenti, ma di un fatto sono sicuro: sei sicuramente la prima delle italiche genti...

    Sorry per le distrazioni, di cui sono un vero esperto...

    RispondiElimina
  5. Ciao
    Il Link di contamination è:
    http://www.megaupload.com/?d=5PQ5OKTA
    Spero sia di tuo gradimento
    P.S. no cover mi dispiace
    Ciao Giorgio

    RispondiElimina
  6. Ciao Roby.
    L'amico Giorgio mi ha preceduto in quanto avevo provveduto anch'io all'upload sul servizio di File Hosting che uso solitamente per condividere da T.U.B.E.
    I miei sono mp3 a 256 con una cover a bassa risoluzione, purtroppo...
    Comunque ecco il link:
    http://www.fileserve.com/file/CwU9yyY
    2 is better than 1... dopo tutto!
    Ciao.
    Mauri "Doctor G"

    RispondiElimina
  7. Ciao Roby.
    L'amico Giorgio mi ha preceduto, comunque avevo caricato anch'io "Contamination", ecco il link:

    http://www.fileserve.com/file/CwU9yyY

    Sono mp3 a 256 e una cover a bassa risoluzione, purtroppo...
    Buon lavoro!

    Mauri "Doctor G"

    RispondiElimina
  8. Grazie Giorgio e rigrazie Doctor G. Uno dei vostri files sarà parte del post della serie doppelganger n. 5 (per il 4 scalpita già la pfm).

    Grazie ancora e a presto

    RispondiElimina
  9. Ciao Roby,
    accidenti, non mi era mai capitato prima di essere la prima presenza femminile su un sito! :O)

    Spero che tu abbia già potuto ascoltare "GLI OCCHI DEL MONDO", altrimenti ti invito a farlo al più presto!

    Posto un paio di link del primo concerto (i video sono stati girati da uno spettatore), dedicato a questo nuovo lavoro, che si è tenuto a Genova il 15/06, in occasione della Festival Internazionale della Poesia: è stato uno spettacolo meraviglioso!

    http://www.youtube.com/watch?v=QdksD0gnhg8&NR=1

    http://www.youtube.com/watch?v=QdksD0gnhg8&NR=1

    Saluti.

    Leila

    RispondiElimina
  10. VITTORIO DE SCALZI E NICO DI PALO
    RECENSIONE

    Eccoci qui , come al solito a seguire il festival PROGRESSIVAMENTE , evento ospitato dalla Casa del Jazz .
    Questa sera ascolteremo prima uno splendido progetto quale quello della Fonderia, gruppo formato da Emanuele Bultrini (chitarra), Stefano Vicarelli (piano organo synths), Federico Nespola (batteria), Luca Pietropaoli (tromba) e Paolo Pecorelli (basso).
    Subito dopo, per non farci mancare nulla, Nico Di Palo (voce e tastiera) e Vittorio De Scalzi (voce ,tastiere,chitarre e flauto) ci riporteranno agli albori del prog italiano con la loro storica formazione dei New Trolls, accompagnati da Andrea Maddalone (chitarra e voce), Francesco Bellia (basso e voce), Roberto Tiranti (voce e chitarra) e Giorgio Bellia (batteria).
    "New Trolls”, cosa vogliamo aggiungere? Un concerto tenuto magistralmente, una carica che qualche spettatore definisce migliore di quella dei tempi che furono.
    Non credo di essere abbastanza bravo per descrive la forza , il ritmo e l’aria che si respirava mentre suonavano.
    Le voci di Nico Di Palo e di Vittorio De Scalzi sembrano essere le stesse di qualche decennio fa; sembra che per loro il tempo si sia fermato, e ancora brucino il palco.
    Vittorio De Scalzi si agita alle tastiere canta e suona il flauto, mentre Nico Di Palo, più contenuto, ci stupisce con la sua voce.
    Il resto della band non è da meno e sembra di sentire le vocalizzazioni dei vecchi “New Trolls” .
    Iniziano suonando parte del Concerto Grosso n° 1 e del Concerto Grosso n° 2.
    Ci deliziano con il nuovo album Concerto Grosso – The Seven Seasons, dove si avvalgono della collaborazione di Shel Shapiro per le liriche in inglese e chiudono con i loro pezzi classici del primo pop italiano.
    A mezzanotte si sta per concludere il concerto, ma il pubblico chiede a gran voce un bis.
    Con grande sforzo dell’organizzazione gli viene concesso. Chiudono, a sorpresa, con la partecipazione di Max Tortora che interpreta assieme a Vittorio De Scalzi l’ultimo pezzo della serata.
    Se avete la possibilità non perdetevi un concerto di questa formazione…anzi non dovete assolutamente perderlo!

    Valentino Lulli

    http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=-Pwwtb9KysM

    -----

    Saluti.
    Leila

    RispondiElimina
  11. Grazie Leila per aver riportato circa questo emozionante concerto sul blog, anche io e mia moglie sognamo di vedere i New Trolls di "The seven seasons", un album che torno a consigliare a tutti. Chissà, quando il nostro angioletto Gabry, che ora ha 11 mesi e si addormenta in macchina al suono dell'ultima canzone dell'album (la versione italiana del secondo pezzo), sarà più grande, sperando che Vittorio, Nico e gli altri siano ancora in circolazione, certamente non ci faremo scappare l'occasione. Anche perchè d'estate frequentiamo la liguria, dove penso sia più facile che l'occasione capiti.
    Ciao e grazie ancora...

    RispondiElimina
  12. Ciao Roby,
    figurati, ho un marito che da sempre è fan dei New Trolls "progressive" e "seven seasons".
    E' vero, "The seven seasons" è proprio bello!
    Accipicchia, è un po' giovane il pargoletto, iniziate presto! Beh, anche mio marito faceva sentire Hendrix al nostro Alberto, quando aveva 2 anni (lui lo chiamava Gim Bendi :O) ), ora ne ha 8.

    Forse potrete vederli presto, ecco le prossime date, con la formazione "The seven seasons" (più o meno...)

    Sabato 29 Ottobre - ore 21.00
    BARLETTA (BT)
    Teatro Curci
    C.so Vittorio Emanuele, 71

    * * *

    Giovedì 6 Ottobre 2011 (*)
    BATTIPAGLIA (SA)
    (ingresso gratuito)


    (*) Nico Di Palo voce, tastiere
    Vittorio De Scalzi voce,tastiere, chitarre e flauto
    Andrea Maddalone chitarre, voce
    Francesco Bellia basso, voce
    Roberto Tiranti voce
    Giorgio Bellia batteria

    fonte:
    http://www.zerodiecieventi.org/index.html
    http://www.vittoriodescalzi.com/

    ed altre ne seguiranno... :O)

    E ciliegina sulla torta, ti mando un bel link con video! http://www.zerodiecieventi.org/youtube.htm


    Saluti.
    Leila

    RispondiElimina
  13. Please reupload. Thanks!!

    RispondiElimina