lunedì 30 gennaio 2012

Serie "Bootleg" n. 22 - Garybaldi - 1973 - Live at Be-In Napoli

TRACKLIST :

01 - Madre di cose perdute (cut) (4:39)
02 - Sette part 1 (4:13)
03 - Sette part 2 (cut) (8:49)

Questo bootleg è un meraviglioso e purtroppo breve documento storico che ci offre l'unica (penso) testimonianza di un'esibizione live dei Garybaldi degli anni d'oro, all'indomani della pubblicazione del loro secondo ed ultimo album, Astrolabio. Questi nastri sono una porzione di un bootleg, postato su Rock Rare Fetish Collection (vedi Blogroll della stratosfera), dedicato proprio al Be-In di Napoli, con Battiato e se non sbaglio, Quella Vecchia Locanda. La parte di Battiato è già stata qui postata come parte di un "selection" bootleg, i Garybaldi li postiamo ora e al più presto faremo un post anche per QVL. Un piccolo appunto finale: gli stessi brani presenti in questo bootleg sono presenti, riuniti in un unico brano, anche sull'album dei Garybaldi "Note perdute", appena uscito per la BTF (se non erro). Io adotto per il blog la filosofia di evitare post di materiale troppo recente o appena ristampato, per rispetto verso gli artisti e per evitare problemi, visto anche che al nostro blog ci tengo parecchio, ma a quanto mi risulta questo bootleg è antecedente alla pubblicazione del sopra citato album. In altre parole, i brani erano già disponibili sul web prima che "Note perdute" venisse pubblicato, dunque penso di non far torto a nessuno con questo post. Aggiungo, per teminare, che l'album "Note perdute" contiene altri 5 brani introvabili e preziosi dei Garybaldi, oltre che note, foto e grafiche di altissima qualità, oltre che rarissimi filmati d'epoca, per cui l'acquisto non è qui per nulla sconsigliato...

I GARYBALDI :

Bambi Fossati - Chitarra, voce
Lio Marchi - Tastiere
Sandro Serra - Basso
Maurizio Cassinelli - Batteria

Buon ascolto a tutti gli amici della stratosfera

LINK

4 commenti:

  1. Adesso state esagerando xD

    Adesso davvero non mi sorprenderei più di nulla, siete grandissimi!!

    RispondiElimina
  2. Altra grande testimonianza live di un concerto cult. Ma no ti riposi mai, Roby???

    RispondiElimina
  3. non si scarica...||

    RispondiElimina