mercoledì 12 marzo 2014

Gialma 3 - 1979 - L'isola del Tonal

TRACKLIST :

 01 - L'isola del Tonal
 02 - La Corsa Sballata
 03 - Pavane
 04 - Belo Horizonte
 05 - Francis Drums
06 - Marangoue
 07 - Ballad
 08 - Gialma Planet
 09 - Thank You

Questo post era tra le bozze che attendeva da molto tempo ma, a causa degli eventi, è rimasto tale fino ad oggi. Dalle scarne info che circolano su questa band, operante in un ambito jazz rock e fautrice di tre album, sappiamo che, dal secondo album, cioè proprio questo "L'isola del Tonal", entrò nella formazione Riccardo Zegna, ex tastierista della Corte dei Miracoli, pur restando il genere proposto di chiara matrice jazz rock, seppure di buona qualità. Sembra che i Gialma 3 fecero uscire un altro album, nel 1990, con lo stesso titolo di quello oggetto di questo post, ma non mi è chiaro se si trattasse di una ristampa, di un rifacimento dell'album o semplicemente di un album diverso nei contenuti ma con lo stesso titolo. Per altre info vi rimando su italianprog, dove potrete trovare una scheda del mitico Augusto Croce dedicata ai Gialma 3...

L'altra "Isola del Tonal", risalente al 1990

GIALMA 3 :

Riccardo Zegna (tastiere)
Aldo Sperti (basso)
Giancarlo Pillot (batteria, percussioni)

LINK

Post by Captain

7 commenti:

  1. un paio di segnalazioni sulle tracce, la prima:
    non ho sottomano il cd da cui arriva la registrazione per verificarne i Credits, ma gli ultimi 2 pezzi (Gialma Planet e Thank-you) arrivano sicuramente dal disco del 1982 "Gialma Planet" con Piero Cotto alla voce e, visto che anche il sito della Mellow Records riporta stessa formazione e tracklist presentate dal Capitano, ho il sospetto che non sia mai stato notato/segnalato...
    seconda segnalazione: la traccia Pavane riprende "Pavane Pour Une Fleur Morte" che compare in versione acustica anzichè orchestrale sul primo notevole disco "Rain's Dream"...

    RispondiElimina
  2. Ciao, sono interessato ad ascoltare questo bel gruppo, e vorrei chiedere a Odiladilu se può farci pervenire anche il primo album, che considera molto interessante. Grazie e cordiali saluti a tutto l'equipaggio della stratosfera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo considero molto interessante per la proposta "atipica" e per l'indubbia perizia tecnica dei musicisti con particolare evidenza del chitarrista, ma è comunque un disco "di genere" e spero di non aver creato troppe attese...
      Comunque è già nel paniere del Capitano...

      Elimina
  3. L'album del 1990 che possedevo tempo fa e che ho acquistato pensando fosse una ristampa del primo n realtà è dispensatore di un latin jazz molto commerciale di scarsissimo interesse

    RispondiElimina
  4. Se l'album è interamente strumentale,perchè gli ultimi 2 brani sono cantati?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se leggi il primo commento....

      Elimina
    2. Giusto,ho letto male il primo commento,comunque grazie per la risposta

      Elimina