sabato 7 giugno 2014

Ciao Bambi...

Un altro grande ci ha lasciato. E quanto io ritenga un grande artista Pier Niccolò Fossati, in arte Bambi, lo dice la cover del nostro blog. Grazie Bambi, fu proprio grazie ad una copia di "Nuda" dei Garybaldi che, per la prima volta, entrai in contatto con il rock progressivo italiano, che poi sarebbe diventato la passione di una vita. Spero che gli amici bootlegari tirino fuori dai loro cappelli magici un omaggio musicale per ricordare un artista che ha dedicato la sua vita alla musica, oltre che come artista anche come maestro di almeno 2 generazioni di giovani musicisti...

11 commenti:

  1. Nooooooo.....anche tu! Non bastava Francesco. Ehi Tu, lassù: aggiusta la mira. C'è altra gentaglia quaggiù che ti puoi prendere!!!! Bambi: che l'astrolabio ti aiuti nel tuo viaggio verso le stelle.....

    RispondiElimina
  2. Salve a tutti
    como molti di voi sono un amante del prog, ma essendo nato nel 76 non ho avuto modo di vivere sulla pelle tutto quanto accaduto in quegli anni.
    Nonostante tutto, ci sono artisti e Bambi è uno di questi, che ti entrano dentro e ti danno molto, diventando dei compagni di viaggio.
    Un saluto Bambi e grazie per quello che ci hai lasciato! S.G.

    RispondiElimina
  3. Quando se ne va uno di noi, è sempre dura....
    Nel caso di Bambi poi, è durissima.
    Ci sono cicli...e ricicli...la vita è così.
    C'è spazio dentro di me per uno come lui. E se mi mancherà troppo, ascolterò la sua musica, e mi riguarderò i suoi concerti...
    So long Bambi...
    Magar

    RispondiElimina
  4. Ogni volta che un nostro eroe ci lascia si porta un pezzo della nostra vita. Per noi che abbiamo vissuto quegli anni è lacerante. R.I.P:

    RispondiElimina
  5. It makes me really sad to hear this.. I'm a music collector than more than thirty years and one of the first recordings I've heard from Italy was Garybaldi: Nuda... love this and Astrolabio too. What a great guitar player... wish to see you some day in Astrolabio... thanks for the great music you've brought to us (dear Bambi) and also dear Captain ! Greetings from Germany

    RispondiElimina
  6. FOREVER BAMBI IN YOUR HEARTS.

    RispondiElimina
  7. Vidi i GARYBALDI la prima volta al MOOG di Aosta nel 1973,,,concverto pazzescoi con salto della corrente generale per ben 3 volte dato la potenza dell'amplificazione....la seconda volta li vidi e fotografai sempre ad Aosta ma alla COMPAGNIA DEI MOTORI dove divise lo show con un ora per il repertorio GARYBALDI e un ora HENDRIX....magistrale,,,e dopo il concerto parlammo fino alle 4 raccontandomi cose stupende sul periodo d'oro del progressive e la sua vita ON THE ROAD,,,,,mi firmo' anche i vinili durante la cena,,,,,persona indimenticabile BAMBI,,,,,ciao,,,

    danilo jans

    PS: Restano le mie foto e gli articoli storici di quegli anni:

    http://musicitaly70.blogspot.it/search?q=garybaldi

    RispondiElimina
  8. Ho avuto la fortuna di conoscere Bambi nel 2005. Lo intervistai e rimanemmo in contatto, anche se cominciava a manifestare i segni della malattia. Questo l'omaggio che gli ho dedicato due anni fa e che presto riproporrò sul sito dove scrivo.
    http://www.carmillaonline.com/2012/05/24/bambi-fossati-chitarra-cosmica/
    Bambi era una persona gentile e disponibile, che avrebbe meritato tantissimo di più. Ma non si lamentava e tirava dritto.
    Grazie Bambi, per la musica, i ricordi e la tua generosità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Filippo per la preziosa testimonianza. Complimenti anche per il tuo articolo, davvero interessante, che una volta in più ci dice chi era Bambi Fossati e di quanta umanità era capace.

      Elimina