mercoledì 15 aprile 2015

Serie "Bootleg" n. 188 - Premiata Forneria Marconi - Eleanor Rigby - Live Velodromo Vigorelli, Milano, 10 (o 14) settembre 1980


TRACKLIST CD1:

01. La luna nuova / Volo a vela
02. Il banchetto
03. Topolino
04. Tanti auguri / violin solo
05. Acoustic guitar solo / Via Lumière
06. Dolcissima Maria

TRACKLIST CD2:

01. Fireworks intermission
02. Il pescatore
03. Clinics (inedito) - Jam session
 04. Eleanor Ribgy (Beatles cover)
05. Si può fare / Impressioni di settembre
06. Celebration / drums solo


FORMAZIONE:

Franco Mussida - chitarra, voce
Franz Di Cioccio - batteria, voce
Patrick Djivas - basso
Lucio Fabbri - tastiere, violino, chitarra
Walter Calloni - batteria


Turbolento concerto della PFM al Velodromo Vigorelli di Milano, location piuttosto famosa (in senso negativo, musicalmente parlando) per la virulenza del pubblico, fin dal lontano 1971 quando i Led Zeppelin, tra fumogeni e cariche della polizia, dovettero abbandonare il palco dopo aver suonato una manciata di brani. E da lì iniziò un lungo ostracismo da parte dei gruppi stranieri nei confronti delle piazze italiane. Sono passati nove anni e i problemi si ripropongono, anche se in misura molto più soft, con la nostrana PFM. Il secondo CD si apre proprio all'insegna dei disordini (che fortunatamente furono di breve durata e intensità) con Franz Di Cioccio che cerca di placare gli animi, proponendo la corale Il pescatore. Non per nulla questo bootleg, peraltro piuttosto raro, uscì anche con il titolo "Riot in Milan". La data del concerto non è certissima: chi lo fa risalire al 10 settembre chi al 14.  Nel dubbio le ho citate entrambe. 


Il concerto, fireworks a parte (che alla fine non disturbano più di tanto) è molto bello, soprattutto nella seconda parte, con l'inedita Clinics, praticamente una jam session, seguita dalla cover beatlesiana Eleanor Rigby (che dà il titolo al bootleg), brano che la band propose dal vivo per un periodo molto limitato. Spettacolare l'assolo di violino di Lucio Fabbri. Per il resto la scaletta propone brani dall'ultimo album di allora "Suonare Suonare" più alcuni evergreen ed è praticamente la copia del live in Biella del 9 settembre 1980, postato il 30 luglio 2014 da Ilario e dal nostro Captain. La formazione a cinque, oltre ai tre componenti "storici", comprende Walter Calloni alla batteria (veramente notevole) e il grande Lucio Violino Fabbri che si destreggia abilmente tra tastiere, violino e chitarre. Spezzo una lancia a favore di questa lunga versione di Celebration (che solitamente il buon Franz devasta con i suoi coinvolgimenti corali del pubblico): potente e aggressiva come non mai, molto vicina all'originale E' festa. In coda l'immancabile assolo di batteria, praticamente una drums battle tra Franz Di Cioccio e Walter Calloni. Grande concerto. Non vi resta che passare all'ascolto. 


Link CD1
Link CD2

Post by George 

Nessun commento:

Posta un commento