domenica 19 aprile 2015

Nuova Compagnia di Canto Popolare (NCCP) - 1974 - Li sarracini adorano lu sole


TRACKLIST:

01 Tammuriata alli uno... alli uno    6:49  
02 Ricciulina    5:24  
03 In galera li panettieri    2:42  
04 Vurria ca fosse ciaola    3:16  
05 Tammuriata nera    4:51  
06 O cunto 'e Masaniello   5:16  
07 La morte 'e Mariteto   2:45  
08 Li Sarracini adorano lu sole   3:14  
09 'E spingole frangese    3:32  
10 'O Guarracino 


FORMAZIONE:

Fausta Vetere - voce, chitarra, flauto
Eugenio Bennato - voce, chitarra, mandolino, fisarmonica
Giovanni Mauriello - voce, percussioni
Nunzio Areni - flauto, chitarra
Patrizio Trampetti - voce, chitarra, mandolino, percussioni
Peppe Barra - voce, percussioni
Roberto De Simone - ispiratore e produttore


Io nun capisco 'e vvote che succede
 e chello ca se vede nun se crede
  è nato nu criaturo è nato niro
 e 'a mamma 'o chiamma Ciro, sissignore, 'o chiamma Ciro

E' questo l'incipit della Tammuriata nera, il brano sicuramente più conosciuto all'interno di questo grande album della NCCP, il mio preferito nella lunga storia musicale del gruppo napoletano. Attenzione, mi sto avventurando in lande sconosciute: non ho conoscenze nel campo della musica folk e della tradizione partenopea, conosco però da sempre la Nuova Compagnia di Canto Popolare e da sempre apprezzo la grande tecnica strumentale dei musicisti che la compongono, unita alla capacità di avere saputo rielaborare e diffondere tra il grande pubblici arie e melodie appartenenti ad una lunga e importante tradizione popolare. Forse la loro musica non è propriamente nelle mie corde e ammetto che è azzardato l'accostamento della NCCP al panorama prog italiano (lo stesso dubbio se lo pone Augusto Croce su Italianprog, anche se lo giustifica con l'appassionato lavoro di ricerca di antichi canti tradizionali). Resta il fatto che, al di là delle opinioni personali di chi scrive, ci troviamo di fronte ad un disco di grande spessore artistico. Tutti i musicisti suonano strumenti tipici della tradizione napoletana e mediterranea. Tra questi chitarriola, mandola, mandoloncello, thiorba, tromba de' zingari, putipu, tammorra. In questo disco suonano praticamente tutti i fondatori della NCCP, tranne Carlo D'Angiò che uscì dalla formazione nel 1972: Eugenio Bennato, Fausta Vetere, Peppe Barra, Patrizio Trampetti, Giovanni Mauriello. Roberto De Simone appare tra i crediti, pur non essendo un vero e proprio componente attivo del gruppo, bensì l'ispiratore e il produttore. Se vogliamo aprire un canale dedicato ai primi dischi della NCCP possiamo anche farlo. vediamo cosa scriverete nei commenti. Per intanto buon ascolto.


Link

Post by George

8 commenti:

  1. a me pare che funzioni regolarmente. I download già effettuati ne sono la prova. Se il problema persiste, fatemelo sapere

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. non è prog ma è un grande, indimenticabile LP che faceva da colonna sonora a un contesto storico e sociale vitale e mai più ritrovato nella mia vita... stupenda anche un'opera a loro collegata: la gatta ceerentola.
    Grazie come sempre per il prezioso lavoro di recupero di musica troppo facilmente dimenticata Roberto

    RispondiElimina
  4. Grazie Roberto. Piace anche a noi recuperare questi preziosi e (a torto) dimenticati lavori, Credo proprio che riparleremo della NCCP e della sua derivazione Musicanova.

    RispondiElimina
  5. Non me lo ricordavo nemmeno più, però all'epoca mi aveva intrigato non poco, ottimo!
    Gregorio

    RispondiElimina
  6. Ottimo album, grazie

    RispondiElimina
  7. Grazie..perfetto..volevo passare in digitale l'lp in mio possesso..mi hai evitato un grande lavoro!!!!

    RispondiElimina