mercoledì 24 febbraio 2016

Muzzi Loffredo - 1976 - Tu ti nni futti! (with Pierrot Lunaire)


TRACKLIST:

01 E jo' ca sugnu bedda    
02 Beddi pira    
03 Maara ca pi ttia Caco Luppina    
04 Semenzina    
05 Faciti la vo    
06 Inserto n. 1    
07 Maaria    
08 Inserto n. 2    
09 Priera d'a mugghiere d'u latru    
10 Un servu a Cristo    
11 A la Madonna    
12 Tiritera di Bagheria    
13 Basilico'    
14 Crozza  

Bonus tracks (ristampa CD 2001)
  
15 Amici miei     
16 Veleno ca ti pozza ammilinari

Emma Muzzi Loffredo
MUSICISTI

Muzzi Loffredo - voce, chitarra

Il Collettivo Musica Pierrot Lunaire è intervenuto nei brani 1, 7, 9, 13
Arturo Stalteri - organo, celesta, piano, chitarra elettrica, armadietto, percussioni, moog, waltsynt, eminent, nastri
Gaio Chiocchio - eminent, chitarra elettrica, basso profondo, celesta, fuoco magico, nastri, oscillatore

Plus

Enzo Martella - registrazione e mix, tumbe cardiache, mugghio cosmico
Walter Lefevre - progetti elettronici

Pierrot Lunaire
"Questo disco non nasce da ambizioni antiquariali. Un folk filologicamente corretto, scolastico e magari un po' cattedratico, in fondo non mi interessa. Quello che avevo in testa è una musica al tempo stesso primitiva e petrolchimica, com'è la Sicilia di oggi. Ecco perché è stato per me travolgente l'incontro col sintetizzatore e gli altri marchingegni impiegati in queste incisioni: strumenti volta per volta inventati, costruiti e manovrati da Arturo, Gaio, Walter ed Enzo, i quattro ingegnosi e appassionati alchimisti di questa operazione. L'incontro-scontro tra la mia voce e quei suoni scaturiti da una pratica e da un gusto musicali così differenti da i miei è stato per me un'esperienza davvero irripetibile. Il risultato di questo incontro corrisponde esattamente, nella mia immaginazione, a tutti i contrasti, a volte esaltanti, più spesso atroci, della mia terra"

Così scriveva Muzzi Loffredo nel 1976 sulla back cover del disco. Ho voluto riportare queste sue parole perché racchiudono perfettamente l'anima e l'essenza di questo disco, dove il folk della tradizione siciliana, cantato e spesso urlato dalla potente voce di Muzzi, si lascia contaminare -seppur con grande moderazione- dagli strumenti elettronici. I Pierrot Lunaire (per la precisione la sola coppia Stalteri-Chiocchio) appaiono in soli quattro brani, dando quel tocco di innovazione e di originalità ad un disco dalla matrice squisitamente folk. 

La copertina del promo
La versione qui pubblicata (si tratta della ristampa in CD datata 2001) contiene due bonus tracks, probabilmente delle outtakes, registrate in studio in presa diretta. Emma Muzzi Loffredo ha all'attivo, per quanto ne sappia io, un altro album condiviso con Isa Danieli, intitolato "Amore e magia nella cucina di mamma" (1980). Poi inizia la sua carriera nel mondo del cinema come interprete. Tra i lavori più interessanti ricordiamo una sua partecipazione nel film "Respiro" (2002) di Emanuele Crianese. Prima ancora, nel 1979, ha lavorato con Francesco Rosi alla realizzazione del film "Cristo si è fermato a Eboli", dove ha interpretato la parte della confinata mafiosa.
E' tutto. Buona ascolto.



Post by George

1 commento:

  1. "Un servu a Cristo", il brano numero 10, è noto anche come "Malarazza", inciso da Domenico Modugno (e poi da molti altri artisti).

    RispondiElimina