mercoledì 26 ottobre 2016

Purple Angels - 1991 - Purple Angels (vinyl)


TRACKLIST:

Side A
01. Angel Of Disgrace - 3:54
02. Somebody Help Me Tonight - 4:36
03. Bad Girl - 3:07
04. Victim Of Your Touch - 5:45
05. Out Of My Life - 4:45

Side B
06. Don't Close The Doors Again - 3:42
07. Get Ready - 3:33
08. War - 4:44
09. Please Come Back - 5:30
10. Livin' Up - 4:03


LINE UP

Fabrizio Fratucelli - guitar
Enrico Rigolli - vocals
Riccardo Rosa - bass & bk vocals
Stefano Vacchetta - keyboards
Alberto Fratucelli - drums & bk vocals

with

Roberto Malerba, Samantha Boni, Luigi Biolcati - background vocals



Se non fosse indicata la formazione, sfiderei chiunque a riconoscere nei Purple Angels un gruppo italiano al 100%. Già, perché il quintetto proviene dal Piemonte e, come si può dedurre fin dalla prima traccia, suona un hard rock di ottima fattura, con non pochi tributi ai Deep Purple (a partire dal nome) degli anni '90 e a certe band americane a loro contemporanee. Dalle scarne informazioni raccolte sul web posso aggiungere qualche altra informazione sulla loro risicata discografia. I Purple Angels hanno debuttato come ospiti nella compilation "Four Kinds of Metal" del 1989, edita dall'etichetta Minotauro, con due brani. Il disco è piuttosto raro e molto ricercato dai collezionisti. L'anno successivo è la volta della realizzazione di un demo tape con quattro brani, intitolato "Advance LP".  Dopo questa prova andranno direttamente in sala di registrazione per l'esordio discografico, questo omonimo LP pubblicato dalla Axis Records. Indiscutibilmente è questo il momento più alto della loro breve carriera discografica, grazie alla potente base ritmica basso-batteria, alla voce ruvida e graffiante del cantante Enrico Rigolli e agli incredibili assoli del chitarrista Fabrizio Fratucelli che sembra essersi nutrito di pane, burro e... Ritchie Blackmore. 
Peccato per la copertina del disco, veramente bruttina.


L'album è stato ristampato in CD nel 1995 con l'aggiunta delle solite bonus tracks, tre per la precisione, tra le quali due cover dei Beatles, Come Together e While My Guitar Gently Weeps. A proposito di Beatles, l'ultima prova discografica a me nota (anche se non si tratta di vinile) è una cassetta risalente al 1993, un tributo ai Fab Four in chiave hard rock dal titolo "Beatles in Rock". Chissà se qualcuno di voi la possiede. Sarebbe un bel colpo poterla postare sulla Stratosfera. Anche se non hanno pubblicato più nulla, i Purple Angels, a volte con denominazioni diverse, pare siano ancora oggi on the road. Gli splendidi scatti fotografici che seguono, opera dell'amico Danilo, alias Mister X (e pubblicati sul suo blog Helaberarda), li ritraggono in un concerto degli anni '90, in particolare al Festival "Senza Filtro" di Ivrea (TO), il 19 settembre 1993. Chissà che performance e chissà se l'amico Danilo possiede per caso anche la registrazione del concerto. Intanto godetevi queste 10 tracce (ho suddiviso il disco in due distinti file, uno per ogni lato). Dimenticavo un piccolo dettaglio: il disco è stato prodotto nientemeno che da Beppe Crovella, compositore e tastierista degli Arti & Mestieri. 

Alzate il volume e...buon ascolto.






Post by George

16 commenti:

  1. Grazie di questi pimpanti brani hard rock: davvero un bel gruppo.

    RispondiElimina
  2. Scaricato di prima mattina e subito ascoltato. Stupisce che all'inizio dei Novanta, dopo un decennio di musica di plastica, ancora qualcuno coltivasse il vecchio e classico Hard rock. Disco interessante, un buon rock fluente e, a ben ascoltare, nemmeno tanto hard; piacevoli e apprezzabili i riferimenti ai Deep Purple.
    Grazie per la proposta.
    Gici Emme.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che volete che vi dica: a me, imbevuto di esterofilia sin da ragazzo e scoperta l'italianità negli anni di maturazione, artisti italiani che cantano in inglese non mi va. E che l'hard rock sia più confacente alla lingua inglese non è una giustificazione.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  3. Concordo con te, Pietro. Abbiamo avuto luminosi esempi di come la lingua italiana, seppur non così musicale come quella inglese, si sia ben sposata con l'hard rock. Peccato, perché tecnicamente i PA sono eccellenti e anziché scopiazzare i mostri sacri del rock avrebbero (forse) potuto realizzare qualcosa di più personale. Peraltro, da beatlesiano di ferro quale sono, mi sarebbe piaciuto ascoltare la MC con le cover. Ma sarà dura trovarla. Ciao

    RispondiElimina
  4. Grazie per il post, non conoscevo questo gruppo ed è stata una bella sorpresa. E già che siamo negli anni 90 sarebbe forse ora di recuperare i due dischi dei Karma, quello omonimo del 1994 e Astronotus del 1996. Sono introvabili, credo, e il primo lo ricordo davvero bello. Cosa ne dici? Grazie ancora per il vostro lavoro.

    RispondiElimina
  5. Karma 1 del 94 è in programma.

    RispondiElimina
  6. Ho ascoltato Purple Angels mi sono abbastanza piaciute la quinta e la nona traccia (le ho divise). Per quanto riguarda le altre ho trovato le schitarrate troppo protagoniste e non ho trovato poco presenti le tastiere alla Jon Lord. nei brani su citati mi sono sembrati piu' vicini agli Uriah Heep (piu' che hai Deep Purple) che mi piacevano un sacco a dispetto dei critici che puntualmente stroncavano. Comunque indubbiamente i musicisti per quanto ne capisca sanno il fatto loro,credo che debbano essere particolarmente bravi ad eseguire cover di quegli anni. Ilario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà anche per questo che a me son piaciuti parecchio, sono un fan sfegatato degli Heep sin dall'adolescenza, tanto da essere da prima della stratosfera collaboratore del blog Abonogjnr, putroppo ora non più aggiornato, dedicato a tutti gli album "Uriah heep related". C'è ancora un sacco di roba interessante con i link ancora attivi e lo trovate nel blogroll stratosferico. Sono lieto di condividere questa passione con te, e chissà mai che tu non abbia registrato qualcosina di loro in italia, potremmo inserirli nella sereie "Historica"...

      Elimina
    2. Il blog Abominojnr, errore di digitazione

      Elimina
    3. Uffff... Abominogjnr, ce la dovrei aver fatta

      Elimina
  7. Magari! E ho detto tutto. Ma forse... chissà! (naturalmente di cose non mie ma...interessanti).
    Ti faro' sapere molto presto. Ciao a te e tutti i naviganti. Ilario

    RispondiElimina
  8. Io avrei il concerto degli Heep a Brescia il 25.05.1980 e, ahimè, solo due file del loro concerto a Trieste del 28.12.1971. Può interessarvi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Heep Brescia 1980 mi sembra di averli, erano stati postati su Abomingjnr se non sbaglio, invece Trieste mi interesserebbero... Me li mmaderesti alla mail in cima al blog per favore? Thank you.

      Elimina
  9. Danilo, please, oltre agli scatti fotografici del concerto del 1993, hai anche la registrazione live? Ne sono più che certo.
    Allez!!

    RispondiElimina
  10. Ho la cassettina con le cover da qualche parte,prima o poi ci metterò mano...segnalo che Fabrizio Fratucelli milita in alcune note tribute band quali il Fratucelli Project (Rainbow) e i 60/70 (Deep Purple),quest'ultima band ha accompagnato più volte dal vivo Ian Paice durante i suoi concerti solisti in Italia, vedi ad esempio https://youtu.be/cqCjrQWZAEs

    RispondiElimina