giovedì 19 gennaio 2017

Serie "Bootleg" n. 230 - Eugenio Finardi & Crisalide - Ivrea, Stadio Pistoni, 29 agosto 1979


TRACKLIST CD 1:

01. Tutto subito
02. Se solo avessi
03. Song Fly High
04. Affetto
05. Cuba
06. Lasciati andare (cut in)
07. La CIA
08. 15 bambini
09. Non è nel cuore
10. Scuola


TRACKLIST CD 2:

01. Funky Song (solo Crisalide)
02. Hold On (traditional)
03. La radio
04. Scimmia
05. Musica ribelle (including drums & percussion solo)
06. Extraterrestre
07. Sulla strada
08. Saluteremo il signor padrone


FORMAZIONE

Eugenio Finardi - voce, chitarra elettrica e acustica
Mark Harris - tastiere, voce
Luciano Minzetti - chitarra solista
Stefano Cerri - basso
Mauro Spina - batteria
Maurizio Preti - percussioni


Storico concerto di Eugenio Finardi, per la prima volta ospite della Stratosfera con un post tutto suo, risalente all'epoca di "Roccando Rollando". In una torrida giornata di fine agosto, accompagnato dai Crisalide, Finardi tenne questo magnifico concerto all'interno dello Stadio Pistoni a Ivrea (dove ai tempi della scuola facevamo educazione fisica). Armato di Philips K7 e di un paio di C90 più o meno sminchiate, cercando di sovrastare il mare di cazzate che dicevano i miei amici, riuscii - nonostante tutto - a registrare il concerto. Devo dire, col senno del poi, che tutto sommato il risultato finale resta a tutt'oggi più che dignitoso.  

Finardi era in gran forma, arrabbiato e  grintoso, così come ce lo ricordiamo negli anni '70 (Le ragazze di Osaka erano ancora a Osaka) e fortunatamente sciorinò una sequenza di brani tratti dai dischi precedenti a "Roccando Rollando", che - mi perdoni il caro Eugenio - ho sempre considerato poco più di una chiavica. L'apertura è al fulmicotone con Tutto subito e Se solo avessi un Kawasaki. La CIA ci riporta dritti a quel capolavoro che fu "Sugo". Dopo una Funky Song (ma non credo fosse questo il titolo) suonata dai soli Crisalide, Eugenio Finardi presentò il traditional Hold On, che suonò nel mese di giugno dello stesso anno all'Arena Civica di Milano, in occasione del concerto-omaggio a Demetrio Stratos. A ruota seguirono La radio, Scimmia, Musica ribelle (con all'interno un lungo assolo di batteria e percussioni ad opera di Mauro Spina e Maurizio Preti) e la struggente Extraterrestre. Gran finale con Sulla strada e Saluteremo il signor padrone (poteva forse mancare in quel periodo?). Il gruppo che accompagnava Finardi, i Crisalide, era composto da musicisti del calibro di Mark Harris alle tastiere e di Stefano Cerri al basso. Ottima anche la performance del chitarrista, Luciano Minzetti. Bei momenti ragazzi. Che dire? Buon ascolto e datemi un feedback.

Per finire ecco le due copertine che confezionò l'amico Danilo per Rock Rare Collection Fetish un po' di anni fa, quando pubblicò per la prima volta la registrazione.



Link CD 1
Link CD 2

Post by George

14 commenti:

  1. Ma se dico STUPENDO esagero? No, non l'ho ancora ascoltato, ma se tieni conto che il mio primo concerto (se escludiamo un Finardi a Quarto Oggiaro nel 1975 del quale parlerò in un altra occasione ma del quale purtroppo non ho registrazione) fu nel 1978 a Villa Litta di Eugenio con i Crisalide....devo aggiungere altro? Piuttosto, strano non avesse suonato Machine Gun Kelly, che ho sempre sentito nei concerti di quegli anni e che ripropose anni dopo in Acustica. Tra l'altro di quel periodo, quindi sempre con i Crisalide, ho il Concerto alla TSI, ma non so se può interessare, ahimè solo 50 minuti com'era tipico di quella trasmissione. Insomma cari navigatori, ditemi voi se puossa interessare o meno. E tu George non essere così "cattivo" con Roccando Rollando: Zerbo, La canzone dell'acqua, Legalizzatela, Song fly high non erano proprio così terribili! Pensa ai successivi Colpi di fulmine e Valeria come stai!!! Per ora GRAZIE mitico George e permettimi una sola ed unica nota: il chitarrista si chiamava Luciano NINZATTI (non Minzetti), lo troverai più avanti in molti dischi di Edoardo Bennato, dopo i suoi esordi con Roberto Ciotti e Lucio Bardi, addirittura con tutti e 3 in Rinnegato del 1990. Buona salute a tutti, Frank - One

    RispondiElimina
  2. Speravo tanto nella pubblicazione di questo post ed eccolo qua! Grazie 1000, come sempre!!!

    manuel

    RispondiElimina
  3. Grazie infinite, caro George. Mi sto gustando questo splendido concerto e sto ascoltando in questo istante '' Hold On''. Notevole anche l'apporto delle percussioni. Mark Harris l'ho incontrato un paio di volte ed é una persona ironica e molto simpatica: gli ho chiesto di De André e lui mi hai risposto: ''ho i nastri degli ultimi provini che ho effettuato con Fabrizio, per l'album che avrebbe dovuto far seguito ad ''Anime salve'', ma non te li presto!''

    RispondiElimina
  4. chissà se esiste anche il bootleg di Eugenio sempre del 1979 del concerto tenuto allo stadio comunale di Castel San Pietro Terme provincia di Bologna ?

    RispondiElimina
  5. Frank, ben venga il concerto alla RTSI. Lo aspettiamo (-:

    RispondiElimina
  6. Bellissimo, grazie!
    Ho visto Finardi tre volte in poco tempo, tra il 1977 e il 1978, e ricordo perfettamente la grande energia che arrivava dal palco e coinvolgeva il pubblico.
    I Crisalide erano ottimi musicisti molto affiatati e Finardi gli lasciava sempre un piccolo spazio per esibirsi da soli durante il concerto. In particolare voglio ricordare Stefano Cerri, bassista di gran classe e personalità, scomparso troppo presto.

    RispondiElimina
  7. Ciao Augusto, se leggere gli altri amici è sempre un piacere, ritrovare te qua per me ha un valore particolare, ma tu questo già lo sai! E poichè mi parli di Stefano Cerri sfondando una porta aperta, ti invito ad attendere un qualcosa che.... Diceva il poeta:"Altro dirti non vó...", ti dico solo: Di Cioccio, Cerri, Calloni, Cosma e non solo!!! A presto, Frank - One

    RispondiElimina
  8. Innanzitutto un grazie ad Augusto per il suo, sempre gradito, commento. Caro Francone, mi dipspiace ma non cambio idea su Roccando Rollando. Quando sento 15 bambini mi viene il latte ai gomiti. Pensa che appena un anno prima incideva Guerra lampo. A proposito, grazie anche per la precisazione sulla consonante sbagliata. Infine, se vogliamo esagerare con Finardi, ho un concerto registrato ad Aosta nel 1977. Può interessare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, caro George, direi che può interessare assai !!!

      Elimina
    2. Grazie ancora per il live a Ivrea e attendo con entusiasmo anche Aosta '77.

      Elimina
  9. Grazie a te per le tante interessanti pubblicazioni con cui ci allieti!
    Su Roccando Rollando mi trovo d'accordo con Francone, non è certo all'altezza dei precedenti, ma Zerbo mi piace molto e anche Song Fly High (a parte il cantato in inglese) non avrebbe sfigurato su Blitz. Condivido invece con te, George, il giudizio su 15 Bambini (e anche qualche altro momento del disco) che si poteva evitare!

    RispondiElimina
  10. Fantastico grazie ! Roccando rollando è un gran disco altro che. Però fa sorridere e tenerezza sentire quanto eravate incazzati per la svolta della musica e dei testi di eugenio....

    RispondiElimina
  11. Che figata!Che Dio ti benedica!

    RispondiElimina