sabato 4 febbraio 2017

Serie "Historic prog bands live in Italy" - Capitolo 16 - King Crimson live in Rome, Palazzetto dello Sport, 13.11.1973

In memory of John Wetton (1949-2017 R.I.P.)



Un'altra leggenda del prog ci ha lasciati il 31 gennaio scorso. John Wetton ha intrapreso il suo ultimo viaggio all'età di 67 anni, a seguito dell'aggravarsi di una patologia tumorale che lo stava perseguitando da tempo. Non ci sono parole per descrivere la grandezza di un musicista a tutto tondo, di un mito, come John Wetton. Il suo basso e la sua voce hanno accompagnato la nostra storia e le nostre passioni musicali per cinque decenni. Wetton è stato tra i più grandi protagonisti dell'epopea del progressive rock inglese. L'esordio risale al 1971, con i Mogul Thrash, insieme ai quali registra l'album eponimo prima dell'immediato scioglimento. Nel 1972 viene cooptato nei Family, altra leggenda del rock britannico, con i quali realizza "Fearless" e "Bandstand". Lascia la band di Roger Chapman nello stesso anno per correre alla corte del re cremisi, chiamato dal suo amico d'infanzia Robert Fripp. Subentra a Boz Burrell e con i King Crimson registra quattro album fondamentali, pietre miliari nella storia del progressive: "Larks' Tongues in Aspic" (1973), "Starless and Bible Black" e "Red" (1974) oltre al disco live "USA".


Nel 1974, a seguito della volontà di Robert Fripp di rimaneggiare (lo farà decine di volte nel corso degli anni) la line-up della band, Wetton lascia i KC per collaborare per un breve periodo con gli Uriah Heep e con i Roxy Music. Si giunge al 1978, anno in cui con Bill Bruford forma gli UK, per realizzare due dischi di studio e un live. Dopo la pubblicazione del suo primo album solista nel 1980 ed una breve parentesi con i Wishbone Ash, John Wetton forma il mega supergruppo Asia, con Steve Howe, Carl Palmer e Geoff Downes. Inutile ricordare il clamoroso successo che ottenne il gruppo a livello internazionale sia in termini di vendite che di pubblico. Asia è ancora oggi una leggenda, anche se nel corso degli anni ha fatto qualche scivolone in termini si creatività. Mettiamola così.


John Wetton nel corso degli anni '90 si dedica alla carriera solista, condividenso lo studio con ospiti prestigiosi, da Phil Manzanera ad Alan White. Gli anni 2000 vedono John Wetton ancora con gli Asia, in una delle sue tante incarnazioni, e  alle prese con la sua produzione solista. La ritrovata collaborazione con Geoff Downes porterà alla creazione del progetto "Icon". La coda del decennio vede ancora Wetton dividersi tra gli Icon e i sempreverdi Asia. Arriviamo ai tempi attuali: nel 2011 John Wetton pubblica quello che sarà il suo ultimo album solista, "Raided in Captivity", al fianco di Steve Howe, Steve Morse ed Eddie Jobson. Nel 2014 è protagonista dell'ultimo lavoro degli Asia, "Gravitas".

Se ben vi ricordate John Wetton fu anche ospite della prima edizione del  "Prog Exhibition" che si tenne a Roma nel 2010 dove suonò "Starless", uno dei capolavori di "Red", insieme al Banco del Mutuo Soccorso. Il pezzo è cucito su misura per Wetton con quel basso martellante che domina i quasi dodici minuti del brano. Peccato che venne escluso dal cofanetto per problemi legati alle case discografiche. E allora ve lo regalo io come bonus track.

John Wetton e il BMS sul palco del Prog Exhibition
Siamo alla fine di questa stringata biografia. John Wetton ha lasciato una traccia indelebile nella musica progressive e purtroppo anche un vuoto incolmabile. La Stratosfera l'ha voluto ricordare all'interno dei King Crimson dell'età d'oro, in occasione del concerto che il gruppo tennero al Palazzetto dello Sport di Roma in quel lontano 13 novembre 1973.

King Crimson - Live in Rome, Palazzetto dello Sport, 13.11.1973



TRACKLIST:

01. Larks' Tongues In Aspic Part One
02. Peace - A Theme
03. Cat Food
04. The Night Watch
05. Fracture
06. Book Of Saturday
07. Lament
08. The Mincer
09. The Talking Drum
10. Lark's Tongues In Aspic Part Two

Bonus track
Banco del Mutuo Soccorso with John Wetton - Starless (live "Prog Exhibition", Roma, 07.11.2010)


LINE UP

Robert Fripp - guitar, mellotron
John Wetton - bass guitar, lead vocal
Bill Bruford - drums, percussion
David Cross - violin, viola, mellotron, electric piano


I King Crimson intrapresero il loro primo tour in Italia nel 1973, tenendo quattro concerti: il 5 aprile a Reggio Emilia, il 6 aprile a Roma, quindi il 12 novembre a Torino  e il 13 a Roma, al Palazzetto dello Sport. Torneranno anche nel 1974 per una serie di date, tra le quali Udine e Brescia. Questi ultimi due concerti sono stati pubblicati ufficialmente all'interno del maxi cofanetto celebrativo di "Starless" del 2011, cosa che non è avvenuta per i concerti italiani del 1973. Quel che resta di quel memorabile tour è il concerto di Roma, purtroppo incompleto, ma di più sul web non si trova. A nostro beneficio la qualità della registrazione è di buona qualità. L'apporto di John Wetton, alla voce e al basso elettrico, è fondamentale nell'economia del gruppo. Insieme a lui tre mostri sacri quali Robert Fripp, Bill Bruford e David Cross, Sicuramente una tra le migliori incarnazioni dei KC in senso assoluto.


La scaletta qui proposta comprende, per la maggior parte, brani tratti dagli ultimi due lavori , "Larks' Tongues in Aspic" e "Starless and Bible Black" (peraltro all'epoca non ancora pubblicato, dal momento che vedrà la luce il 29 marzo 1974). Molto bella la ripresa di due classici tratti da "In the Wake of Poseidon" del 1970 (il 2° album in assoluto) ovvero Peace - A Theme e Cat Food. Il concerto è contenuto in un unico file (eccezion fatta per Starless).

Grande concerto, grandi King Crimson e, soprattutto, grande John Wetton.

Unforgettable.


Link

Post by George


8 commenti:

  1. Grande Concerto, Grandi King Crimson, Grande John Wetton e Grande George.
    Che sorpresa, riuscite sempre a stupirmi, ogni volta.
    Grazie
    David

    RispondiElimina
  2. Una performance dall'incedere epico: grazie magico George! R.I.P.
    sublime John Wetton.

    RispondiElimina
  3. Dato che mi hai deliziato con questo post, caro George, per caso hai anche il live a Roma del 6 aprile 1973 e il live a Torino
    del 12 novembre 1973, nonché altre date che hai menzionato?

    RispondiElimina
  4. Purtroppo no, Albe. Di quei concerti nessuna traccia. Magari qualche nostro amico possiede la registrazione. Restiamo in attesa fiduciosi.

    RispondiElimina
  5. Ciao, io li avrei entrambi; ovviamente non registrati da me ma scaricati da programmi P2P. Fatemi sapere come farveli pervenire.

    RispondiElimina
  6. Fantastico Pietro. Manda una email al Captain. Questa la sua email thecaptainofstratosphear@gmail.com. Eventualmente ti darà la mia e-mail privata e vedremo come fare. Ciao

    RispondiElimina
  7. Ho Torino e altri concerti italiani dei King Crimson....x George

    RispondiElimina