giovedì 31 agosto 2017

Serie "Banco Special fan Collection" n. 26 (serie "Bootleg" n. 248) - Two shots from 1974: Milano Marittima (15 luglio) & Gallarate (30 luglio)

FIRST TIME ON THE WEB

Banco del Mutuo Soccorso - Milano Marittima (RA)
15 luglio 1974


TRACKLIST:

01. Dopo...niente è più lo stesso
02. Canto nomade per un prigioniero politico
03. Non mi rompete
04. Metamorphosis
05. 750,000 anni fa...l'amore?
06. Outside (R.I.P.)


FORMAZIONE

Francesco Di Giacomo - voce
Vittorio Nocenzi - organo Hammond, sintetizzatore, spinetta
Gianni Nocenzi - pianoforte
Rodolfo Maltese - chitarra elettrica, chitarra acustica
Renato D'Angelo - basso, chitarra acustica
Pierluigi Calderoni - batteria, percussioni


Banco del Mutuo Soccorso - Nautilus, Gallarate (VA)
30 luglio 1974


TRACKLIST:

01. Dopo...niente è più lo stesso
02. Canto nomade per un prigioniero politico (part 1)
03. Canto nomade per un prigioniero politico (finale)
04. Non mi rompete
05. Metamorphosis (part 1)
06. Metamorphosis (finale)
07. 750,000 anni fa...l'amore?
08. Traccia
09. Outside (R.I.P.)


FORMAZIONE

Francesco Di Giacomo - voce
Vittorio Nocenzi - organo Hammond, sintetizzatore, spinetta
Gianni Nocenzi - pianoforte
Rodolfo Maltese - chitarra elettrica, chitarra acustica
Renato D'Angelo - basso, chitarra acustica
Pierluigi Calderoni - batteria, percussioni


Finite le vacanze, la Stratosfera riapre i battenti, E che riapertura!! Dai magici archivi dell'amico Marco Osel prende il volo un concerto inedito del Banco del Mutuo Soccorso, registrato a Milano Marittima  il 15 luglio 1974, anno di grazia in cui il gruppo portò in tour "Io sono nato libero". pubblicato nel dicembre 1973.

Il secondo show, registrato al Club Nautilus di Gallarate il 30 luglio dello stesso anno, era già stato postato dal sottoscritto nel 2013 (qui), ma il link è inattivo da tempo. Una buona occasione per riproporlo in accoppiata con l'inedito di Milano Marittima.

La tracklist è pressoché identica (nel concerto di Gallarate viene suonata anche Traccia, dal primo album, con ampio spazio concesso ai brani (allora) più recenti. Dopo l'apertura con Dopo...niente è più lo stesso segue la versione integrale della suite Canto nomade per un prigioniero politico ("lunga e complessa", come la definisce lo stesso Francesco di Giacomo). Assolutamente meravigliosa. Con Non mi rompete si conclude la prima parte dei concerti dedicata al nuovo album. Metamorphosis (Francesco annuncia la registrazione del brano in inglese, che confluirà su "Banco" pubblicato dalla Manticore nel marzo 1975, per il mercato internazionale"), lunga e dilatata, precede il grande classico 750.000 anni fa...l'amore? Gran finale con l'immancabile R.I.P. (o meglio Outside, cantata in inglese)


Le registrazioni sono di buona qualità, in particolare quella di Milano Marittima, cosa non da poco tenuto conto della vetustà degli show. Entrambi i concerti sono stati impreziositi dalle splendide copertine realizzate per l'occasione dal nostro Capitano. Insomma, un lavoro a sei mani che sono certo non vi deluderà.

Piccola annotazione finale: tenetevi pronti perché a breve, ancora dagli "Osel Archves", sta per vedere la luce una seconda accoppiata di concerti inediti del Banco risalenti al 1977.
Per il momento buon ascolto


Link Milano Marittima 1974
Link Gallarate 1974


Post by George, music by George & Osel, covers by Captain


4 commenti:

  1. Infiniti ringraziamenti a George, ad Osel e al Capitano: questi due live sono, a dir poco, magnifici!

    RispondiElimina
  2. Il loro periodo migliore; queste registrazioni e le altre che ci ha deliziato il buon Osel vanno oltre il loro valore musicale, rappresentano documenti sonori storici di un'epoca ahimè irripetibile.

    RispondiElimina
  3. Francesco (Silverado)4 settembre 2017 17:57

    Il locale o meglio la balera, termine che si usava proprio in quell'epoca, Nautilus è a Cardano al Campo non a Gallarate. Esiste ancora ma è solamente discoteca non più sala concerti. Da lì ci sono passati tutti negli anni '70 dai Soft Machine ai Perigeo proseguendo con Osanna, P.F.M. e tutti i gruppi pop italiani e se non erro anche i Colosseum.

    RispondiElimina