lunedì 25 settembre 2017

Serie "Bootleg" n. 253 - Premiata Forneria Marconi, Roma, Piper Club, 25 marzo 1972 (soundboard)


TRACKLIST:

01. Tuning & Intro
02. E' festa
03. Solos & Improvs
04. Dove...Quando - part I
05. Dove...Quando - part II (more solos & improvs)
06. La carrozza di Hans
07. Drum solo
08. Drum & flute (into) Impressioni di settembre (riff)


FORMAZIONE

Franco Mussida - chitarra elettrica, chitarra acustica, voce
Mauro Pagani - flauto, violino, voce
Flavio Premoli - tastiere, Moog, voce
Giorgio 'Fico' Piazza - basso
Franz Di Cioccio - batteria, percussioni, voce


Questo bootleg della PFM della prima ora è circolato sul web per un breve periodo per poi scomparire nel nulla. La registrazione risale al 25 marzo 1972, con una PFM reduce dai fasti della "Controcanzonissima", al fianco dei mostri sacri del prog italiano di allora, il tutto documentato dal box di 6 CD pubblicato sulla Stratosfera nel 2013.

In quell'occasione la band di Mussida, Di Cioccio & Co, suonò nella stessa location, il mitico Piper Club di Roma, ma due mesi prima, il 28 gennaio. Questo concerto, nientemeno che un soundboard, è la quintessenza del suono prog-PFM degli esordi (line up originaria con Fico Piazza al basso), ad un mese di distanza dall'uscita sul mercato nazionale del disco d'esordio, "Storia di un minuto" (febbraio 1972). La performance è caratterizzata da lunghe improvvisazioni strumentali che esaltano il virtuosismo dei musicisti e dilatano i brani di punta di "Storia di un minuto" qui proposti. Non mi dilungo oltre. Godetevi questa meraviglia e fateci sapere il vostro giudizio. Un particolare ringraziamento va al mio vecchio e caro amico Danilo, dal cui blog Rock Rare Collection Fetish ho importato le copertine che realizzò alcuni anni fa.

Buon ascolto



Post by George - covers by Danilo from RRCF

11 commenti:

  1. Grazie George, il sound della PFM qui é proprio al top! Grazie anche a Danilo per le sue copertine superlative.

    RispondiElimina
  2. Non posso che ringraziare. Come già detto in altri post queste registrazioni hanno una valenza documentaristica storica soprattutto per quei giovani di allora (io) che vivendo in città poco toccate dalle tournee non avevano questo privilegio.

    RispondiElimina
  3. Non so da quanto tempo desiderassi avere questo bootleg (Pietro ne sa qualcosa)e oggi ecco che questo desiderio si è materializzato. Credo sia superfluo ringraziarti ancora caro George per questa ennesima leccornia. Comunque ancora grazie di cuore.
    Ciao a tutti. ILARIO
    P.S. Se può interessare ho una registrazione della Fabio Treves Blues Band a Muzzano Biellese da me registrata nel dicembre 1991

    RispondiElimina
  4. Caro Ilario, adoro Fabio Treves e ti ringrazio anticipatamente se vorrai condividere qui il live che hai menzionato.

    RispondiElimina
  5. Mi unisco agli elogi per l'eccezionale documento. Mi associo ad Albe per l'invito ad Ilario a condividere il concerto della Treves Blues Band, ed allo stesso Albe, che si dichiara fan di Fabio Treves, lo invito a non perderci di vista, poichè è proprio per amici fedeli come lui che ho in serbo piacevoli novità riguardanti il Puma di Lambrate. Frank - One

    RispondiElimina
  6. Provvederò a passare al captain il concerto della Treves Blues Band quanto prima, deciderà lui quando pubblicarlo. Avverto che la registrazione non è delle migliori, comunque a mio parere ascoltabile, premetto che non conoscevo tutti i titoli dei brani. Ciao. ILARIO

    RispondiElimina
  7. 1971, dicembre. Ero ricoverato in ospedale per un'epatite. Una sera, ascoltando la radiolina "Supersonic - Dischi a Mach2", sentii suonare per la prima volta dal vivo la PFM. Avevo 16 anni e rimasi folgorato. Dopo pochi giorni, suonarono dal vivo il BMS......altro shock!. Da quelle trasmissioni, per me, iniziò tutto. Ora di anni ne ho 62 ma ascoltando questo splendido live, sono tornato indietro nel tempo, ai miei tre "Parco Lambro" ed agli amici che non vedo più da tempo (lacrimuccia!). Per ricordare quella mitica trasmissione, vi propongo questi due link:

    https://www.youtube.com/watch?v=i9rnNF14Y8k
    https://www.youtube.com/watch?v=Rmd81Z8n600

    Vi abbraccio con affetto e vi ringrazio.

    RispondiElimina
  8. Non ricordo bene in quale anno, ma forse era proprio il 1971, registrai nel corso di Supersonic un breve concerto live della PFM. Fino a qualche anno fa avevo ancora intravisto la cassettina, poi, nel corso dei vari traslochi, è andata perduta per sempre. Ricorso che, a corto di brani, la PFM propose un inedito che - se non ricordo male - listai come "Variazioni sul tema della danza". Oggi sarebbe un cimelio. Qualcuno, rimestando tra le nebbie del passato, se la ricorda?

    RispondiElimina
  9. scusate gli errori di digitazione

    RispondiElimina
  10. Un'autentica meraviglia!!! Grazie

    RispondiElimina
  11. Grazie grande George! Album molto interessante dove il buon Premoli si sbizzarrisce... ma il Moog era uno nuovissimo strumento ancora da imparare. Brani validissimi con dilatazioni mai più ripetute. Bello davvero

    RispondiElimina