domenica 28 gennaio 2018

Oltre i Rokes - Shel Shapiro solo works: Affittasi (1972, vinyl) & Acoustic Circus (2007, CD)


Il nome Shel Shapiro evoca inevitabilmente i Rokes, gruppo italo-inglese che negli anni '60 ci regalò pagine indelebili, al di là del vasto successo di pubblico (i dischi del gruppo vendettero oltre 5 milione di copie). Nel 1970, terminata la grande ubriacatura The Rokes, Shel Shapiro si ritrova ad affrontare nuove strade sia come autore-compositore che come interprete.  Nel 1970 incide il suo primo disco solo, "Mi chiamo David Shel Shapiro", album intimista sia nei testi che nelle musiche, che segna una virata decisa rispetto ai suoni del passato. Nel 1972 è la volta di "Affittasi", l'album qui presentato. La sua discografia solista è molto scarna e bisognerà attendere il 1987 per poter ascoltare un suo nuovo lavoro. Il disco si intitola "Per amore della musica". Quindi un altro lungo silenzio discografico sino agli anni 2000 dove Shel ritornerà sulle scene con eventi teatrali e discografici di alto livello e di buon gusto, ben distanti da semplici "operazioni nostalgia" di natura commerciale e speculativa.  


Shel Shapiro nel corso degli anni '70 si distingue soprattutto per la sua vena compositiva posta al servizio di altri cantanti, tra cui Mia Martini, Ornella Vanoni, i Dik Dik e Mina. Si afferma anche come attore e produttore. A lui va attribuito altresì il merito di avere fondato nel 1977, insieme ad Alessandro Colombini e  Silvio Crippa, l'etichetta discografica "Spaghetti Records", che lanciò una serie di artisti come Marco Ferradini e i Decibel.

La carriera cinematografica prende slancio nel 2000 (Brancaleone alle Crociate, Nebbia in Valpadana, Il giorno più bello) affiancata a quella di attore di teatro. Degno di menzione è lo spettacolo teatrale  del 2008 "Sarà una bella società"  scritto da Edmondo Berselli, dal quale verranno tratti un CD e un DVD.  Nel 2012 Shel riceve la "Targa Musica da Bere" ad onorare la sua lunga e brillante carriera. Tra gli episodi più recenti ricordiamo nel 2014, la sua partecipazione nel musical "Jesus Christ Superstar" nel ruolo di Caifa. Per approfondire la sua biografia e la discografia, vi consiglio di visitare il suo sito ufficiale.

From George archives 
Shel Shapiro - 1972 - Affittasi (vinyl)


TRACKLIST:

01. I'd Do It All Again  4:36  
02. Aiutami  3:43  
03. Un po' di più  3:45  
04. No Bad Song  4:31  
05. Affittasi  2:55  
06. Wasn't It Good Enough  4:09  
07. The Same Old Chair  9:10  
08. E un altro giorno passa senza te  2:15  
09. Sawdust Circus  4:39  
10. Wasn't It Good Enough (reprise) 3:01  


Pubblicato dalla Polydor nel 1972, "Affittasi" e il secondo disco solista di Shel Shapiro, dopo il debut album di due anni prima. Il vinile, mai ristampato in CD nel corso degli anni, è contenuto in una originalissima copertina, dalla quale è peraltro impossibile identificare l'autore (solo il retro ci svela che si tratta di Shel Shapiro). Raccoglie 10 brani, dai testi ben curati, ammantati da un velo di tristezza, con suoni delicati dove molto spesso la voce di Shel è semplicemente accompagnata da un pianoforte. Fa eccezione Aiutami, tra gli episodi più belli dell'intero disco, sostenuto da una buona base ritmica e dai cori.

Il disco, oggi decisamente raro, venne pubblicato nello stesso anno in versione "low cost" col titolo "Un po' di più" con gli stessi brani disposti nella stessa sequenza. Ne circolò anche una versione destinata al mercato tedesco intitolata "Sawdust Circus", con tutti i brani cantati in lingua inglese. Per completezza di informazione ho postato tutte le copertine.






From Osel Archives

Shel Shapiro - 2007 - Acoustic Circus


TRACKLIST:

01. Eldorado    
02. Un biglietto per domani    
03. C'è una strana espressione nei tuoi occhi    
04. Lascia l'ultimo ballo per me    
05. Quante volte    
06. L'uomo che sa (versione in italiano di Master Of War di Bob Dylan)   
07. Eleanor Rigby (The Beatles cover) 
08. Bisogna saper perdere    
09. Wild Word (Cat Stevens cover) 
   10. Losing My Religion (R.E.M. cover)
   11. Che colpa abbiamo noi    
12. River Sand Creek    
13. E' la pioggia che va    
14. Per amore della musica    
15. Che colpa abbiamo noi (Shel e il pubblico)


FORMAZIONE

Shel Shapiro - voce, chitarra acustica
Daniele Ivaldi - chitarra acustica
Mario Belluscio - basso
Ramon Rossi - batteria
Luigi Mitola - chitarra
Alessandro Giulini - piano

Ospiti 

Fabio Treves - armonica in 6 - 12 - 13 
Aldo Sisillo - flauto in 12 


Qualche tempo fa l'amico Marco Osel ci aveva inviato i file di questo ottimo album live. Così ho scelto di postarlo in accoppiata con il vecchio lavoro del 1972, uno "Yesterday & Today" a tutti gli effetti. Il CD racchiude un concerto registrato al Teatro Comunale di Modena nel 2007 e vede la presenza di due ospiti d'eccezione, Fabio Treves e il maestro Aldo Sisillo.

Shel Shapiro, sempre imponente con i suoi lunghi capelli argentati legati a coda di cavallo e l'orecchino da pirata, ripercorre in chiave acustica un tratto della storia musicale a lui più vicina, tra vecchi brani dei Rokes completamente riarrangiati e alcune cover di autori che ha particolarmente amato, dai Beatles ai R.E.M., alternando brani in italiano con altri cantati in lingua inglese. Si percepisce il clima della festa, più che quello di un concerto live "rigoroso", con Shel circondato da amici musicisti che intrattiene il pubblico in una sorta di abbraccio virtuale, a sottolineare questo suo ritorno. L'equilibrio tra passato e presente è palpabile e il disco segue un percorso musicale di alto livello ben lungi dal ricadere in un banale revival.

Il CD era stato messo in vendita 11 anni fa assieme al libro “Storie sogni e rock ‘n roll” di Edmondo Berselli (edizioni Promomusic). Ringrazio ancora una volta l'amico Marco Osel per il cadeau e vi lascio con il consueto buon ascolto



Post by George - Music by George & Osel

10 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Apprezzatissime le tracce dell'album solista e magnifico il live, con la riuscitissima cover di Dylan, il brano dei R.E.M., Che colpa abbiamo noi, che ogni volta che la ascolto mi ricorda di quando la trasmisero ad una radio libera per commentare una riunione di studenti prima di una manifestazione, definita dal preside ''adunata sediziosa'', e poi C'è una strana espressione nei tuoi occhi, E' la pioggia che va, suonate spesso ai concerti delle cover band anni '60. Grazie infinite, cari George ed Osel e, se vorrete postare anche Sawdust Circus, con tutti i brani in inglese, sarà un regalo graditissimo.

    RispondiElimina
  5. Buongiorno,
    correggo parzialmente un'informazione: "Affittasi" fu ristampato in CD nel 2010, quando la Universal pubblicò un'enorme quantità di cofanetti dedicati ai cantautori anni '70: era proprio il primo CD del primo cofanetto.

    RispondiElimina
  6. Grazie per i sempre graditi commenti, Albe. Purtroppo Sawdust Circus non lo possiedo. Possiamo però lanciare un appello ai nostri lettori...

    RispondiElimina
  7. ho inViato : per amore della musica e un ulteriore concerto di alcuni anni dopo.....quello in inglese ,francamente, non l'ho mai visto!

    RispondiElimina
  8. Qualche post fa citavo il live del '69 al teatro Parioli dei Rokes, ed ecco ora quello più recente di Shel Shapiro che ascolterò nei prossimi giorni. Grazie

    RispondiElimina
  9. Una fastidiosa faringite mi costringe ad alcuni giorni di forzato riposo, ma prendiamo il lato positivo di tutto ciò. In giornata al massimo domani manderò i due album di Shel: Mi chiamo Davide Shel Shapiro e Sawdust circus a George e al Capitano, pregandoli di esentarmi da commenti o note di accompagnamento, che con questa febbriciattola farei veramente fatica a redigere. Una sola ed ultima precisazione: Affittasi è stato ristampato in CD nel 2010 dalla Universal ed inserito nel cofanetto:"I cantautori italiani gli anni 70 Vol. 1". A presto, FRANK - ONE

    RispondiElimina
  10. Grazie in anticipo carissimo Frank-One e tanti auguri di guarigione.

    RispondiElimina