sabato 21 luglio 2018

Aldo Tagliapietra - 1984 - ...nella notte (vinyl)


TRACKLIST:

01. La star
02. Camminerò
03. Dance Story
04. A piedi scalzi
05. Nella notte
06. Montmartre
07. Sogni in bianco e nero
08. No, no, no...no


MUSICISTI

Aldo Tagliapietra - voce, chitarra, tastiere
Michi Dei Rossi - batteria
Tolo Marton - chitarra
Germano Serafin - chitarra
Carlo Landini - basso
Sergio De Nardi - tastiere
Pippo Trentin - sax
Jacopo Jacopetti - sax

Tolo Marton
Nella notte è il primo disco solista di Aldo Tagliapietra, pubblicato dalla Holly Records nel 1984 durante una pausa nell'attività del gruppo madre, Le Orme. Il disco, perché di disco in vinile trattasi, dal momento che non è mai stato ristampato in CD, venne registrato negli studi Gulliver di Treviso. Grazie Osel, per avermi inviato i file a suo tempo. Come potete vedere nel lungo elenco di musicisti che accompagnano Tagliapietra vi sono alcune (ex) Orme, ovvero Michi Dei Rossi alla batteria e i due chitarristi, apparsi in tempi diversi nella formazione, Tolo Marton e Germano Serafin. 

Nonostante gli ospiti eccellenti il disco è una delusione totale. Scusate, il giudizio è assolutamente soggettivo, ma non me la sento di salvare nemmeno un brano. Le atmosfere delle Orme sono distanti anni luce per lasciare il posto ad un pop commerciale e stucchevole. Difficile digerirlo. E' pur vero che "Nella notte" uscì in un periodo difficile anche per le Le Orme (gli anni '80 non concessero sconti al prog) dopo la brutta prova di "Venerdì" (1982), contenente quel "Marinai" portato al Festival di Sanremo,  Alcuni fans del gruppo interpretarono l'uscita solista di Aldo Tagliapietra come un segnale di scioglimento del gruppo. Invece nel 1990 le rinate Orme ci regaleranno il più che dignitoso omonimo album, accompagnati anche da Angelo Branduardi.


In ogni caso ribadisco la mia delusione per questo esordio. Se Tagliapietra voleva affrancarsi dai classici delle Orme sicuramente aveva la statura per sperimentare altre suoni e percorrere strade diverse. Bene, dopo questi poco edificanti giudizi voi vi chiederete? Ma allora perché diavolo lo hai postato? Francamente non lo so, forse perché sono comunque affezionato alle Orme e ai suoi componenti, forse perché è semplicemente un disco raro, da anni fuori catalogo, che volevo condividere con voi...non so. Comunque eccolo qui. Magari a qualcuno piacerà. In questo caso esca allo scoperto e ce lo faccia sapere. Buon ascolto


Link

Post by George - Music by Osel

5 commenti:

  1. Sto esaminando i brani attentamente ed in effetti non é che siano proprio brillanti... tuttavia grazie comunque a George e ad Osel per la loro proposta; del resto, se non lo avessi ascoltato, come avrei potuto giudicare questo album?

    RispondiElimina
  2. Sono del 1962 e ho iniziato ad ascoltare "musica" a 15 16 anni da un mio coetaneo che si era comprato Ummagumma e Wish you were here. La musica prog stava morendo e Abacab fu l'epitaffio, secondo me. PFM e Banco l'ascoltai in seguito, allora, fine anni 70, prog significava antico. Le Orme incominciavano a fare musica pop, e ben si incastra, anche se tardivamente, un Tagliapietra stile (e copertina) Sandro Giacobbe. Utile per vedere come si può cadere in maniera verticale. Grazie comunque George

    RispondiElimina
  3. avevo inviato i files perchè qualcuno aveva richiesto il completamento della discografia di Tagliapietra.....anche se, oggettivamente, è un brutto disco.
    Non me ne vogliate....ma farà la gioia di qualche completista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma scherzi osei? Grazie anche a te. A volte gli artisti perdono smalto, e questo è un caso. Ben vengano altre tue occasioni per ascoltare musica. Grazie ancora

      Elimina
  4. Non conoscevo questo disco, molto riconoscente nei confronti degli utenti

    RispondiElimina