sabato 25 gennaio 2020

Various Artists - 2001 - Omaggio a Demetrio Stratos


TRACKLIST:

01. Luca Sapio - Diplofonia
02. Lothlorien - Luglio, agosto, settembre (nero)
03. Memoria Zero - Salti
04. Memoria Zero  - 3 Haikù
05. Odessa - Cometa rossa
06. Cafeteria Murnau - Showdown Tokyo
07. Periferia Del Mondo - Brand - y / Arbeit Macht Frei
08. Vedda Tribe - Yang Meditation
09. Memoria Zero - Acrostico in memoria di Laio
10. Venus Tebla - Gerontocrazia
11. Imagin'aria - Bassa marea
12. Raffaello Regoli / Lothlorien - L'elefante bianco
13. Odessa - Esilio
14. Cafeteria Murnau - L'abbattimento dello Zeppelin
15. Venus Tebla - Il dubbio
16. Raffaello Regoli / Imagin'aria - Gioia e rivoluzione


Premessa by George
Ringrazio di cuore l'amico Frank-One per averci inviato i file e la recensione di questo splendido lavoro dedicato all'indimenticabile Demetrio Stratos. 
Il titolo completo del CD, un po' lunghetto, è il seguente: "Omaggio a Demetrio Stratos - rassegna a concorso di gruppi rock italiani, 3-4 luglio 1999 - Centro sportivo Alberone di Cento (FE)".
E ora passo la palla a Frank-One con questa lunga, precisa e magistrale recensione.


Recensione by Frank-One
Il desiderio di pubblicare questo CD edito 20 anni fa dalla Mellow  Records di Mauro “Faraone” Moroni mi è venuto a seguito del bel post di George su materiale del sempre prolifico Osel concernente un concerto degli Area. Mi sembra fosse il caro Albe a domandare chi potesse essere un erede dell’irraggiungibile Demetrio Stratos. Io, in quell'occasione, risposi Raffaello Regoli, amico dello stesso Demetrio e già presente nella StratoSfera con i Cormorano. Ma ascoltando in questo CD le diplofonie di Luca Sapio, beh…mi direte voi.
Il lavoro che pubblichiamo è a parer mio molto piacevole: trattasi di un contest nel quale alcuni gruppi di quel genere che si definirebbe NEO PROGRESSIVE si cimentano con un loro brano e soprattutto con una cover degli AREA. Ho notato che molti erano i gruppi presenti alla rassegna, ma non tutti parteciparono al concorso, e comunque quelli che ne presero parte avevano o avrebbero pubblicato lavori “personali”. Raffaello Regoli prese parte come ospite con Lothlorien ne L’elefante bianco e con Imagin’Aria in Gioia e Rivoluzione. Luca Sapio era ospite e la premiazione avvenne da parte del “compianto” Giulio Capiozzo e da Patrizio Fariselli. Insomma, una gran bella rassegna che vide per la cronaca la vittoria da parte de i Memoria Zero.
Belle le note di Loris Furlan Lizard Manager riportate nel booklet all'interno del CD:
“Un ponte di ricordi lungo vent'anni, una voce rimpianta che non era solo canto. Demetrio Stratos, voce rivoluzionaria del progetto AREA, caustica dentro la musica edulcorata nazionale e oltre la musica, comunque una voce amica che non si può più dimenticare: urlo parossistico del disagio sociale (vicino e lontano) in un significativo processo di fervida sperimentazione". Tutto o quasi tacque da quel 13 giugno 1979, non solo per la sua dolorosa dipartita, ma anche perché tante cose stavano cambiando nel rapporto tra musica, cultura e società, accentuando la precarietà dell’artista e della sua effettiva creatività.


Un “Omaggio a Demetrio Stratos" è dunque una circostanza importante con cui provare ad accendere la memoria (e scusate se i vincitori si chiamano MEMORIA  ZERO, non l’hanno fatto apposta), con cui animare questo ponte di idee, sensibilità e motivazioni. Credo siano state anche queste le serate del 3 e 4 luglio 1999: un concorso quale pretesto, un ritrovo speciale poco incline alle tendenze che sa assommare riprese progressive e vivide realtà alternative del panorama italiano. 
Nel ricordo di Demetrio, esultando intenti prettamente riproposti “revival”, hanno suonato ad Alberone di Cento (FE) i MEMORIA ZERO, dalla scarna commistione di rock e jazz in libera e disinvolta digressione, gli ODESSA, dall'avvincente musicalità hard-prog seventies, i VENUS TEBLA, dal brillante e dinamico jazz-rock strumentale, i CAFETERIA MURNAU, dall'originale ricetta acustica avanguardista, i PERIFERIA DEL  MONDO, dalle arrembanti incursioni prog-jazz-rock 'nell'eco dei tempi ruggenti (tra l’altro il loro album d’esordio, ”In ogni luogo, in ogni tempo” vide la partecipazione dei compianti FRANCESCO DI GIACOMO e RODOLFO MALTESE. Ndr), i VEDDA TRIBE, giovani alchimisti di rock, psichedelia, elettronica e cenni crimsoniani. Tutte espressioni eccellenti a cui vanno aggiunti i trascinanti ospiti LOTHLORIEN, IMAGIN’ARIA, le vocalità di RAFFAELLO REGOLI (il principale, eroico artefice della rassegna) e LUCA SAPIO, nonché altri encomiabili musicisti che questo CD non ha potuto includere. 


Non è stato importante vincere, ma esserci e questo documento (ringrazio anche personalmente la disponibilità della MELLOW Records), forse marginale nel contesto musica-consumo, diviene prezioso a ribadire, oltre all'esistenza di tanta buona musica sotterranea, non tanto la nostalgia, non tanto la storicizzazione, ma soprattutto che ancora ci arrabbiamo nel vedere che tuttora si “gioca col mondo facendolo a pezzi”, che ancora ci fa male vedere magari nel consueto spettacolo televisivo, quei poveri “bambini che il sole ha ridotto già vecchi”.   LORIS FURLAN
Ma io, invece, vorrei chiudere salutandovi e augurandovi buon ascolto con le commoventi parole di Raffaello Regoli, anche queste riportate all'interno del booklet : “Sono passati vent'anni e ancora stento a crederci. Quando mi hai detto: “VADO A NEW YORK, POI QUANDO TORNO CI VEDIAMO”. Io sono qui che ti aspetto. Ciao Demetrio”   RAFFAELLO REGOLI.



Post by George (a very little help) - Words & Music by Frank-One

5 commenti:

  1. Grazie infinite caro Frank-One, ebbene sì, avevo posto proprio io il quesito su chi poteva essere l'eventuale erede di Demetrio: notevole la vocalità di Luca Sapio e peccato che il suo contributo si limiti solo a questo breve frammento. Su youtube c'è questo brano: https://www.youtube.com/watch?v=o_dKJS0139w
    Ho assai apprezzato anche Lothlorien e Raffaello Regoli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Luca è ormai un grande cantante, produttore discografico ed esperto di musica Soul.
      Interessati le sue trasmissioni su Radio Rai con Luca Word e ora su Rai stereo notte

      Elimina
  2. As stated by Stanford Medical, It's really the ONLY reason women in this country live 10 years longer and weigh on average 42 pounds less than we do.

    (And realistically, it has totally NOTHING to do with genetics or some secret exercise and really, EVERYTHING around "HOW" they eat.)

    BTW, I said "HOW", and not "WHAT"...

    Tap this link to determine if this brief questionnaire can help you find out your true weight loss potential

    RispondiElimina
  3. Wow! this is Amazing! Do you know your hidden name meaning ? Click here to find your hidden name meaning

    RispondiElimina
  4. Grande emozione poter ricordare Demetrio Stratos a 20 anni dalla sua scomparsa.
    Io ho cantato con i memoria zero "Acrostico in memoria di Laio" distruggendo completamente la struttura musicale del brano, ma reinterpretando nel modo in cui Demetrio spero avrebbe apprezzato.
    Sono passati 21 anni e mi ricordo come ora l'atmosfera di quella giornata, grazie ancora Raffaello.
    Mauro "Parapilla" Montecchiani.

    RispondiElimina