domenica 13 marzo 2011

Collection 45 Giri Rari Prog Rock Italiano - Vol 3- Speciale Franco Battiato

TRACKLIST :

01 - Battiato - Iloponitnatsoc (1969)
02 - Battiato - Iloponitnatsoc reverse version
03 - Battiato - Gente (1969)
04 - Springfield (Battiato) - Soldier (1973)
05 - Springfield (Battiato) - Love (1973)
06 - Battiato - La convenzione (1972)
07 - Battiato - Paranoia (1972)
08 - Astra (Battiato) - Adieu (1978)
09 - Sibilla - Alta tensione (1982 circa)
10 - Sibilla - Sud Africa (1982 circa)
11 - Sibilla - Oppio (1983)
12 - Sibilla - Svegliami (1983)
13 - Sibilla - Plaisir d'amour (1983)
14 - Sibilla - Sex appeal to Europe (1983)
15 - Alfredo Cohen - Roma (1979)
16 - Alfredo Cohen - Valery (1979)
17 - Catherine Spaak - Canterai se canterò (1979)

Terzo appuntamento di questa serie, questa volta un'edizione monotematica dedicata al grande maestro Franco Battiato, che tanto ha dato alla musica italiana, anche nel campo del Progressive rock e dell'avanguardia (imperdibili per gli amanti del genere, e se siete quì lo siete, i primi mitici 4 albums, che posseggo insieme ad altre chicche del periodo che prima o poi posterò). Solo metà di questa collection appartiene al genere che contraddistingue questo blog, per il resto sono ottime canzoni senza tempo, come è prerogativa del maestro Siciliano.

La canzone degli Astra, che altri non sono se non la collaudata coppia Battiato- Giusto Pio, fa da spartiacque tra i generi prog e canzonettistico colto, anche musicalmente questa song richiama lontanamente le sperimentazioni Battiatesche (licenza poetica) dei seventies ma anche ciò che verrà (questo 45 uscì nel 1978, tra L'egitto prima delle sabbie - Avanguardia pura - e L'era del cinghiale bianco - primo album della nuova era pop di Franco Battiato). I primi tre pezzi sono, in un certo senso, sempre la stessa canzone del 1969. Il primo, Iloponitnatsoc, è un provino inedito (uscito a suo tempo, se non erro, su una specie di enciclopedia musicale dedicata alla musica italiana dell'editoriale curcio) ed è anche il primo timido tentativo di sperimentazione (una canzone incisa al contrario) del maestro, due anni prima di Fetus, La seconda canzone è la versione reverse della prima canzone e, a sua volta, è uno spezzone della terza canzone, "Gente", da me inclusa anche in versione intera perchè la considero una bellissima canzone di pop melodico del primissimo Battiato (la più bella del periodo secondo me). Si cambia genere con il 45 degli Springfield, gruppo dell'etichetta Bla Bla, probabilmente di studio, cui Battiato prestò la voce su entrambi i pezzi di genere soft rock. Altra sterzata di genere, questa volta verso l'hard psichedelic- progressive, con il 45 giri La convenzione/Paranoia. Durante il Gommalacca tour di alcuni anni fa, Battiato propose entrambi questi brani, e quella fu la prima volta che li ascoltai: ricordo che, presentando Paranoia, Battiato raccontò che, in una rivista di settore del 1972, questa canzone fu giudicata come la canzone più brutta dell'anno!! Fu uno spasso vederla rappresentata ad Assago, con il filosofo Sgalambro che urlava "Tu il formaggio non lo sai tenere" e "romperemo l'asfalto con dei giardini colorati". Della successiva e bellissima Adieu degli Astra abbiamo già parlato all'inizio, e da quì gli altri pezzi vedono il Maestro solo come produttore e co-autore (sempre insieme al fido, in quei tempi, Giusto Pio), oltre che curatore delle loro edizioni musicali. Come è risaputo, Battiato da anni scopre e lancia grandi talenti. La fine degli anni 70 e l'inizio degli 80 fu l'epoca d'oro non solo per il Battiato artista ma anche per il Battiato produttore produttore (ricordiamo Giuni Russo, Alice, Milva, alcuni pezzi di Finardi ed altre/i che ora non ricordo). Ho incluso in questa collection canzoni ed artisti meno ricordati: Sibilla, dalla bellissima voce, con ben 6 pezzi che costituiscono l'intera sua discografia (costituita da tre 45 giri); le prime due canzoni provenienti da un 45 inedito che la cantante registrò per poter poi partecipare a San Remo con la canzone successiva, Oppio. Segue Alfredo Cohen, cantautore del quale nel 1978 Franco Battiato produsse questi due pezzi dall'omonimo 45 giri (Roma) ed un lp di cui non ricordo il nome (se qualche lettore volesse aiutare, i commenti sono strabenvenuti). Conclude il tutto, udite udite, Catherine Spaak con "Canterai se canterò", scritta e prodotta dal solito duo Battiato/Pio nel 1979 di cui però non so una cippa, ed anche a questo proposito l'aiutino da casa è benvenuto ed auspicato.

La Recensione di Franco


Grazie Roby questo vol é un altra sorpresa conosco Battiato dall'inizi ma molte di queste canzoni proprio non le conoscevo.Ah ah solo negli anni 70 potevi concepire canzoni come Paranoia,deve essere stato forte sentirla dal vivo con quei testi.Fino ad ora la qualita di questi vol é in crescita dunque non posso fare altro che continuare a scaricarli.Grazie per il tuo impegno e passione.Ciao ci sentiamo :)

NEW LINK
(aggiornato il 30-9-2012)

Grazie ai miei numerosi lettori e buon ascolto a tutti e 5...
Roby

11 commenti:

  1. chiudi, welcome my friend and thank you for the invitation, i love Italian progressive, have been collecting since the early 70's, saw PFM in 1973 in Germany and was completely blown away, have been hooked ever since, ill post some more Italian treasure's for you, enjoy my friend.

    RispondiElimina
  2. Ciao devo dire che come inizio non c'é proprio male,ci sono giá delle cose molto interessanti specialmente quell'Osanna li che mi sta giá attirando ah ah.É vero quello che dici riguardo la ricerca di musica italiana,la maggior parte la trovo su blog stranieri,dunque un sito italiano é proprio una buona idea.Per quanto riguarda SilverainTR io sono un collaboratore dunque le decisioni non spettano a me ma sono sicuro che non ci sará problemi con Turgut é un appassionato di musica come noi(a proposito anche io stravedo per gli Uriah Heep).Sul nostro blog c'é un sacco di musica italiana dunque se vuoi hai gia una base da cui partire per cercare quello che vuoi( il 95 % dei nostri post sono 320 kbps dunque buona qualita ) e se hai bisogno di aiuto non hai che da chiedere.Detto questo ti auguro tutto il bene possibile per il tuo blog e a sentirci presto.See you.

    RispondiElimina
  3. Il 33 giri di Alfredo Cohen si intitolava "Come barchette dentro un tram".
    Ciao e grazie per l'ottimo blog che curi.

    RispondiElimina
  4. Grazie Carmine per l'informazione e per l'apprezzamento per il blog.

    RispondiElimina
  5. Grazie per questo post davvero interessante!

    RispondiElimina
  6. Grazie Roby questo vol é un altra sorpresa conosco Battiato dall'inizi ma molte di queste canzoni proprio non le conoscevo.Ah ah solo negli anni 70 potevi concepire canzoni come Paranoia,deve essere stato forte sentirla dal vivo con quei testi.Fino ad ora la qualita di questi vol é in crescita dunque non posso fare altro che continuare a scaricarli.Grazie per il tuo impegno e passione.Ciao ci sentiamo :)

    RispondiElimina
  7. Gtrazie Franco dei tuoi commenti, sempre pertinenti e competenti allo stesso tempo. Avere un feed back è importante per chi blogga, dunque ti ringrazio ancora per i tuoi interventi sul blog.
    A presto

    RispondiElimina
  8. Ho scoperto questo Blog ed è diventato una dorga, poi ho potuto ascoltare alcuni brani del grande Battiato che trovo meravigliosamente folli...
    A proposito di Paranoia mi piacerebbe proprio vedere il video del live di Gommalacca con Sgalambro!!

    RispondiElimina
  9. non sono riuscito a scaricarlo, mi da accesso negato

    RispondiElimina
  10. Ahi ahi si ricomincia, file non raggiungibile perchè coperto da copyraight

    RispondiElimina
  11. Confermo i problemi con mediafire. Potresti fare, quando hai modo, l'upload a un altro server (oppure togliere Paranoia, che magari recuperiamo su Youtube?)
    Grazie ancora.
    Andrea

    RispondiElimina