lunedì 6 giugno 2011

Osanna - 1978 - Suddance


TRACKLIST :

01 - Ce vulesse (4:32)
02 - 'A zingara (7:44)
03 - 'O Napulitano (9:46)
04 - Suddance (Strumentale) (4:39)
05 - Chiuso quì (9:12)
06 - Saraceno (Strumentale) (0:51)
07 - Naples in the world (4:24)

Dopo "Landscape of life", loro quarto album, gli Osanna si sciolgono per divergenze musicali e per manie di protagonismo di alcuni membri (leggi D'Anna). Dopo che Elio D'Anna e Corrado Rustici emigrano in Inghilterra per fondare gli Uno, che poi diventeranno i Nova ed avranno la loro piccola porzione di gloria, i superstiti Vairetti, Rustici (Danilo) e Guarino tentano l'esperienza "Città Frontale" con il disco "El Tor", che però lì si esaurisce. Nel 1978 i tre riformano gli Osanna, sostituendo i membri emigrati con Enzo Petrone e Fabrizio D'Angelo. Curiosamente, questo disco degli Osanna, forse anche per effetto delle new entries, mostra una virata verso un genere un pò più jazz prog, esattamente come i cugini Nova, che proprio nel 1978 pubblicavano, solo all'estero, "Sun city": anche questo disco, seppur in modo diverso dai "nuovi" Osanna, seguiva un percorso più vicino al jazz rock che al progressive.
Un'altra caratteristica di questo album del nuovo corso degli Osanna (nuovo corso che, in realtà, durerà lo spazio di quest'unico album) è il ricorso all'uso del dialetto napoletano in 3 canzoni (la maggioranza, visto che, delle 4 restanti, solo una è in italiano, "Chiuso quì", altre due sono strumentali e l'ultima canzone è in inglese).

Gli OSANNA di Suddance:

Lino Vairetti - Voce
Danilo Rustici - Chitarre
Massimo Guarino - Batteria
Enzo Petrone - Basso
Fabrizio D'Angelo - Tastiere

Buon ascolto amici miei

LINK

4 commenti:

  1. Ciao Roby qualcosa che stavi cercando : http://pauldurango.blogspot.com/2010/02/i-signori-della-galassia-qualcosa-si.html

    Ciao

    RispondiElimina
  2. Grazie mille Franco, ho il loro primo e non è male, anche se il genere è più disco prog che prog puro. Ascolterò, valuterò e se mi piacerà lo posterò. Grazie a ancora e a presto

    RispondiElimina
  3. http://www.mirrorcreator.com/files/0GDXZZGG/_Peace_on_You__Ghana-Italy_1972__Prog_Psych_.rar_links

    Ciao Roby, se nn l'hai ancora trovato in rete qui ti mando il link del disco di Sigis Porter....che prima o poi ascolterò anch'io. Le rarità del ns. rock anni 70 mi piacciono parecchio....ed infatti grazie a te ho sentito la versione inglese di Fetus di Battiato (che trovo niente male). Battiato è stato uno dei ns.più validi artisti.....sempre all'avanguardia (almeno negli anni 70). Grandi anche i due singoli all'epoca usciti (ahimè) solo su 45 giri "La convenzione/Paranoia". Grande pop-elettronico....

    Grazie Roby,

    alex

    RispondiElimina
  4. Grazie mille a te, Alex, ascolterò con vero piacere Mack Sigis Porter e, se mi piacerà come immagino, ne farò un futuro post.

    A presto sulla stratosfera

    RispondiElimina