martedì 30 giugno 2015

Nino Tristano - 1972 - Suonate suonatori


TRACKLIST :

01- La Rosa Di Giardino
02 - Il Primo Sole
03 - I Gobboni
04 - L'assoluzione
05 - Cade L'oliva
06 - Oh Cateri'
07 - Martin Lutero
08 - Così Partii Soldato
09 - Sei Tornata
10 - L'hanno Ucciso Ancora
11 - Lucciola, lucciola


Dopo un periodo di latitanza sullo magno noster blog, torno a postare grazie all'amico Vlad Tepes del superlativo blog Isle full of noises, a cui vi rimando per scovare vere meraviglie musicali sconosciute, anche italiane. E devo dire che questa volta il cadeau è stato veramente gradito. Dato che non avevo mai ascoltato questo album, ma ne avevo sentito parlare un gran bene, mi ci sono dedicato con attenzione e devo dire che l'ho trovato un vero capolavoro. Sebbene il progetto sia di Nino Pirito, in arte Tristano, quest'album può decisamente essere considerato un album collettivo, tanto è lo spazio lasciato ai collaboratori davvero eccellenti. E visto la levatura dei partecipanti, non potevamo che trovarci di fronte ad un eccellente prodotto, consigliato decisamente a tutti. Curiosamente ed inaspettatamente Tristano, che prima di quest'album aveva realizzato diversi 45 giri e scritto brani per altri artisti, abbandonò quasi subito la carriera musicale per dedicarsi, con successo, a quella giornalistica. Per approfondire questa parte della carriera professionale di Tristano, vi rimando ad un interessante articolo pubblicato sul sito storiaradiotv

Così su Italianprog (al link l'articolo completo di Monsieur Croce) -  "Cantautore di origini calabresi, Tristano (vero nome Nino Pirito) realizzò un interessante album nel 1972, comprendente brani originali e rifacimenti di ballate folk tradizionali, il tutto con alcuni spunti vagamente psichedelici e la collaborazione di diversi musicisti dell'area milanese (Alberto Camerini, Eugenio Finardi, Donatella Bardi, Gigi Belloni, Dario Guidotti e Daniele Bianchini dei Jumbo) (...)"



SUONATORI :

Nino Tristano - Voce, chitarra acustica 12 corde, cori
Alberto Camerini - Chitarra acustica, chitarra 12,
Eugenio Finardi - Sitar, harmonium, organo a canne, cori
Donatella Bardi - Voce, mandolino, cori
Gigi Belloni - Basso elettrico, chitarra 12, cori
Dario Guidotti - Flauto, armonica, campane, cori
Daniele Bianchini - Chitarra elettrica
Lucio Di Crema - Violino, cori
Ezio Malgrati - Tabla, percussioni
Paolo Gennai - Pianoforte, celesta, harmonium
Maurizio Valli - Basso elettrico


LINK
 
Post by Captain, thank you very much to Vlad Tepes

7 commenti:

  1. Fermo restando che nel progetto che sta prendendo luce su Donatella Bardi questo album sarebbe stato menzionato, riporto la testimonianza che la stessa Donatella mi diede nel periodo in cui ebbi la fortuna di conoscerla e frequentarla: era intenzione di Nino Tristano e di tutto il gruppo di produrre un album sulla falsariga della Nuova Compagnia di Canto Popolare, ma senza nessuna velleità di antagonismo, con brani tradizionale del Nord. Il risultato finale non piacque nè a Donatella nè ad altri musicisti apparsi nell'album, che quindi spesso non lo citarono neanche nelle loro discografie, è il caso di Donatella ma anche di Daniele Bianchini (da me interpellato personalmente in occasione di un nostro incontro) e Dario Guidotti dei futuri Jumbo. Ultima nota, per chi ancora non lo sapesse Lucio di Crema altri non è che Lucio Fabbri, originario appunto di questa cittadina, e che non a caso nell'album di Simon Luca "Per difendere l'Enorme Maria" è citato come : Lucio "Cremino" Fabbri. Solito augurio di buona salute a tutti, Frank-One

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuno dei Suonatori mi ha mai detto che il risultato fosse negativo

      Elimina
  2. Ma "Lucio da Crema" è forse Lucio Fabbri ?

    RispondiElimina
  3. muchas gracias, interesante. Saludos

    RispondiElimina
  4. Nessuno dei Suonatori mi ha mai detto che il risultato fosse negativo. Quindi.,.

    RispondiElimina