mercoledì 4 maggio 2016

Sigillo di Horus - 1977 - Rendez-Vous (vinyl)


TRACKLIST:

01. Laser  
02. Rendez-vous  
03. Magic star  
04. Antares  
05. Valzer delle stelle  
06. Zenith  
07. Lago dei sogni  
08. Pulsar  
09. Mare della Tranquillità  
10. Samba de Horus


FORMAZIONE

Michele Carlone - tastiere
 Maurizio Barbarisi - chitarra
 Angelo Godone - basso
 Beppe Aleo - batteria, percussioni


Non so praticamente nulla di questo gruppo. Con un nome così altisonante ci si aspetterebbe un profluvio di suoni prog. Invece nulla di tutto ciò. Le uniche informazioni che ho attinto provengono, come sempre, dalla "bible" Italian prog di Augusto Croce. Così scrive il nostro amico Augusto: "Un'aggiunta insolita al catalogo della Grog, questo gruppo ligure suonava una specie di funky-disco elettronico molto distante dagli altri prodotti di quell'etichetta.  Il Sigillo di Horus aveva cominciato con un genere decisamente progressivo, per poi dirigersi verso uno stile molto più commerciale sin dai primi 45 giri.  Il batterista Beppe Aleo ha poi suonato con I Signori della Galassia e successivamente è rimasto nell'ambito discografico fondando l'etichetta Videoradio".


Su Discogs ho recuperato un'altra informazione, ovvero che gli stessi brani (o solo una parte?) sarebbero finiti su un altro disco dal titolo "Musiche stellari" accreditato a Gianni e i suoi Solisti (con copertina forata - vedi foto qui sopra), laddove Gianni sarebbe Gianni Mazza, che però non è accreditato sul disco del Sigillo di Horus. Questa versione è stata pubblicata dalla Magma Records nel 1976, un anno prima dell'album del Sigillo. Insomma, un gran bel casino musicale. Se qualcuno di voi ne sa qualcosa di più si faccia vivo nei commenti.


Per quanto riguarda le musiche dell'album, ci troviamo di fronte a 10 brani strumentali, ben suonati ma distanti anni luce dal prog. Come in altri casi potrebbero essere utilizzati per una colonna sonora. Dal 33 giri venne anche tratto un singolo con Antares/Samba de Horus. La discografia del gruppo, oltre a questo unico LP, include una serie di 45 giri incisi nel periodo 1975-79. La foto della band, peraltro veramente orrenda, che presenta un quinto elemento femminile (ignoro il nome, ma doveva essere la vocalist della prima formazione) l'ho presa sempre da Discogs.

Per la cronaca ho visto questo LP, etichettato come "italian space rock", in vendita su ebay alla modesta cifra di 275,56 dollari.
Buon ascolto.


Abbiamo ricevuto una email da parte di Diego Bertone, primo tastierista del gruppo, che ci fornisce una serie di interessanti precisazioni sulla genesi del Sigillo di Horus. Il disco, come lo stesso Diego ci spiega, sarà presto nuovamente in commercio (sia in CD che in vinile) ad opera della Black Widow. Un caloroso GRAZIE a Diego Bertone per il prezioso contributo.

"Mi chiamo Diego Bertone e sono il primo tastierista del Sigillo di Horus.  Ho visto il  blog dove si menziona di non avere notizie sul gruppo  nella fase precedente la pubblicazione del disco "Rendez Vous".  In questo posso aiutare con alcune "news".  Il gruppo è di Savona ed è nato nel 1973 con la formazione del disco  menzionata nel blog, eccetto il tastierista che infatti ero io e la cantante Ivana Costi che  compare nella foto del gruppo ma che stranamente non è citata nella formazione. Volevo anche avvisare che è in preparazione l'LP, che dovrebbe uscire  in formato vinile e CD, ad opera della Black Widow di Genova.  Nel disco, inciso nel 1975 in parte in studio ed in parte in sala  d'incisione, sono proposti tutti i brani "prog" del gruppo (che a quei  tempi erano "pop") sullo stile di gruppi del momento (PFM, Banco, RRR,  ecc.).  Spero di aver contribuito a fare un po' di chiarezza su  questo gruppo rimasto per 41 anni nell'ombra, pur avendo avuto ai  tempi un discreto successo (abbiamo anche vinto nel 1975 il concorso  ENAL con finale a Roma e successivo passaggio in RAI)".


Link 


Post by George 

Nessun commento:

Posta un commento