lunedì 26 febbraio 2018

Andrea Parodi: "Rosa Resolza" (con Elena Ledda - 2007) e "Midsummer Night in Sardinia (con Al Di Meola - 2005)


Ispirato dall'invio dei file dell'album "Rosa Resolza" da parte dell'amico Marco Osel, mi accingo a rendere il giusto omaggio ad una delle più belle voci del panorama italiano dell'ultimo ventennio (e forse anche più), ovvero Andrea Parodi, indimenticabile leader dei Tazenda e prima ancora del Coro degli Angeli. Andrea se ne è andato oramai da 12 anni, nella sua Sardegna, il 17 ottobre 2006. 

Ligure dal lato paterno (il cognome Parodi è un marchio di fabbrica ) e sardo da quello materno, Andrea inizia le sue esperienze musicali sul finire degli anni '70 con un gruppo di Sassari, il Sole Nero, accompagnando anche Gianni Morandi in alcuni concerti dal vivo. L'esperienza con il Coro degli Angeli dura dal 1982 al 1986. Il gruppo pubblica ben tre album. Un paio di anni dopo inizia la fase artistica più luminosa per Andrea Parodi, quella con i Tazenda, insieme ai quali, nell'arco di una decina d'anni, sfornà quattro album in studio, due dal vivo e una compilation. A loro va anche l'onore, oltre che di essersi ben classificati nei vari Sanremo, Festivalbar e Cantagiro new edition, di essere stai invitati da Fabrizio De André, come coristi, nella canzone Monti di Mola, dal disco "Le nuvole". Nel 1997 Andrea intraprende la carriera solista (riformerà i Tazenda nel 2006 per una breve reunion) e inizia a collaborare con musicisti e cantanti di prestigio quali Al Di Meola, Noa, Gianluca Corona, Elena Ledda. L'ultimo suo disco è proprio quello inciso con Elena, "Rosa Resolza", a suggellare e coronare una lunga amicizia e un rapporto umano e artistico durato molti anni, 

Il post ricordo di Andrea Parodi include due grandi album, frutto della collaborazione con altrettanti grandi artisti: il primo è il già citato "Rosa Resolza" con Elena Ledda, il secondo è "Midsummer Night in Sardinia" realizzato insieme al grande virtuoso della chitarra, Al Di  Meola. 


Andrea Parodi e Elena Ledda - 2007 - Rosa Resolza


TRACKLIST:

01. Ruzaju - 3:42
02. De Bentu - 3:44
03. Stabat - 5:27
04. Astrolicamus - 7:40
05. Temporadas - 5:56
06. Rosaresolza - 2:12
07. Sienda - 3:55
08. Inghirios - 3:47
09. Mirade - 7:17
10. No mi giamedas Maria - 3:20
11. Gracias a la vida - 7:17


MUSICISTI

Andrea Parodi / Elena Ledda - voci
Balentes (Stefania Liori, Lulli Lostia, Elisabetta Delogu) - coro
Rita Marcotulli - pianoforte
Mauro Palmas - mandole
Gianluca Corona - chitarre
Andrea Ruggeri - hang, shakers
Silvano Lobina - basso
Gigi Marras - flauto dolce
Francesco Sotgiu - percussioni, violini, pianoforte, chitarra acustica, basso
Alessandro Fontoni - contrabbasso


« Gracias a la vida, che mi ha dato tanto, mi ha dato il riso e mi ha dato il pianto, così distinguo gioia e dolore, i due materiali che formano il mio canto, e il canto degli altri che è lo stesso canto, e il canto di tutti che è il mio proprio canto »

"Rosa Resolza" è l'album epitaffio di Andrea Parodi, realizzato in collaborazione con Elena Ledda. Il brano posto a chiusura del disco, Gracias a la Vida, di Violeta Parra, è stato registrato dal vivo in occasione del suo ultimo concerto, il 22 settembre 2006. Andrea ha calcato le scene fino all'ultimo, nonostante il volto pallido e scavato, effetto della chemioterapia, col cappellino calcato in testa, con quella sua aria zingaresca, da vero spirito libero. Ma quanta vitalità riusciva ancora a sprigionare. Al suo fianco Elena Ledda, una delle più belle voci della Sardegna (e non solo), coltivata al Conservatorio di Cagliari agli inizi della sua carriera. Due voci passionali che si rincorrono lungo i solchi di questo album bellissimo e intenso. Il progetto era latente da numerosi anni e finalmente ha visto la luce, connotandosi come canto del cigno di Andrea Parodi. Sono state scritte numerosi recensioni su questo disco: basta digitare il titolo su Google e si aprirà un universo. Mi è particolarmente piaciuta quella pubblicata sul sito Debaser, alla quale vi rimando cliccando qui.

"Rosa Resolza / Rosa Coltello", se da un lato ci lascia l'amaro in bocca, in quanto testamento sonoro di un grande artista, dall'altro ci trasmette la forza di lottare. di guardare avanti e affrontare con determinazione, come ha fatto lui, i lati più oscuri e difficili della vita. Grazie Andrea per questi preziosi insegnamenti.



Andrea Parodi e Al Di Meola - 2005
Midsummer Night in Sardinia


TRACKLIST:

01. Amargura
02. Umbras
03. Creation
04. Efix
05. Deo Ti Gheria Maria (The Sound of Silence)
06. La Maza
07. Armentos
08. No potho reposare
09. Astrolicamus
10. A Foua  (bonus track)


AL DI MEOLA BONUS TRACKS
11. Umbras (acoustic version, live in Burghausen, Germany, 2009)
12. Umbras (electric version, live in Poland 2011)


FORMAZIONE

Andrea Parodi - voce
Al Di Meola - chitarra
Gianluca Corona - chitarra elettrica
Gavino Murgias - sax, launeddas, sulittu, bassu, duduk, strumenti etnici
Roberto Dani - batteria
Gumbi Ortiz - percussioni

Trio Ammentos:

Paolo "Peo" Alfonsi - chitarra classica
Salvatore Maiore - contrabbasso
Fausto Beccalossi - fisarmonica e fischio


Una magistrale fusione di stili, dove confluiscono le canzoni in dialetto sardo e ligure cantate da Andrea Parodi e i vituosismi chitarristici di Al Di Meola, musicista jazz di lungo corso e comprovata fama. Si respira aria mediterranea, profumo di mare, di mirto e di fiori...

"Tutto ebbe inizio quando Al Di Meola ascoltò Andrea durante le prove di un concerto e anche lui, estasiato dalla voce, volle fare qualcosa con Parodi. Dal loro incontro nacque questo lavoro a metà strada fra il Mediterraneo e New York" (da Debaser). Recensione completa qui.

I due fecero anche un tour in alcuni Paesi europei che ottenne un grande successo di pubblico. Spicca all'interno dell'album una coraggiosa e affascinante versione in dialetto sardo della celebre The Sound of Silence di Simon & Garfunkel, peraltro già inclusa in una nostra "Italian covers" compilation...


Vi sono in circolazione due diverse edizioni di questo album:la prima (quella che vi presentiamo in questa sede, omaggio dell'amico Osel), era allegata ad un numero del quotidiano l'Unione Sarda e quindi non in vendita separatamente; la seconda, sempre pubblicata nel 2005 dalla Rai Trade, uscì con due copertine differenti e una diversa disposizione dei brani. Quest'ultima versione include un brano in più, A Foua, posto a chiusura del disco, registrato però il 22 giugno 2005 al Teatro Comunale di Cagliari e quindi non appartenente a questo concerto. Va da sé che l'ho postato come bonus track, giusto per non farci mancare niente. Le copertine sono pubblicate qui sotto e in apertura del post.



"Midsummer Night in Sardinia" venne registrato il 3 agosto 2004 al Festival "Rocce Rosse & Blues" a Santa Maria Navarrese, in provincia di Nuoro. Al Di Meola, negli anni successivi alla scomparsa di Andrea, propose nel corso dei suoi concerti, sue personali versioni di Umbras, brano composto dallo stesso Andrea Parodi. Ne ho scelte due da includere tra le bonus track: la prima in versione acustica, è stata registrata il 19 marzo 2009 a Burghausen, in Germania, in occasione del locale festival jazz; la seconda è invece una torrenziale versione elettrica, registrata in Polonia nel 2011.


Dopo la scomparsa di Andrea Parodi venne istituito, da parte dell'omonima fondazione, il premio Andra Parodi con l'intento di valorizzare la musica e la cultura sarda e la world music più in generale. E' tutto. Ancora un ringraziamento all'amico Marco Osel per il prezioso contributo.  Buona ascolto.


Link Rosa Resolza
Link Midsummer Night in Sardinia

Post by George - Music by George & Osel

6 commenti:

  1. Un post oltremodo sublime! La prima volta che ho visto i Tazenda in concerto sono rimasto catturato dalla voce di Andrea... Potreste inserire prossimamente anche la discografia del Coro degli Angeli? Ringrazio anticipatamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il primo del coro degli angeli già inviato a george

      Elimina
  2. Grazie mille, carissimo Osel!

    RispondiElimina
  3. Confermo: Coro degli Angeli con le cover di Lucio Battisti a breve su questi schermi

    RispondiElimina