mercoledì 23 maggio 2012

Piero Ciampi 1934-1980 (Superpost)


http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/3/3f/Piero-ciampi-piccola.jpg




Volevo fare il mio primo post parlando di un gruppo modenese, ma ho poi deciso di incominciare dagli albori, così ecco a voi Piero Ciampi (nato a Livorno il 28 Settembre 1934). Non viene annoverato tra il vero prog, ma lo si può considerare tale e come tale il precursore, in quanto in quel periodo di inglesizzazione per il fenomeno Beatles giravano pochi dischi e si tenevano un sacco di concerti dove venivano eseguite cover, ma di nostro, di italiano, poco. Se non era per i cantautori la nostra musica sarebbe ancora agli antipodi...

Aleggia nelle sue note e nei suoi testi un chè di noir, di depressione border line, c'è chi lo paragona a Montand o a Vian o a Becaud, mentre io sento in lui uno stile alla Tenco, anche se la sottile linea che li divide non ci svela quanto l'uno abbia influenzato l'altro, anche se Ciampi ebbe vita più lunga e forse più travagliata, amante più della bottiglia che delle donne, incostante nell'esistenza, mai fermo in una meta, sempre a rincorrere non sapeva neppure lui cosa... gli applausi? la rissa? l'alcool? la stabilità familiare? l'amicizia? il successo? Chi può mai dirlo, leggendo la sua biografia si scopre un uomo invaso da contraddizioni infinite, un uomo che ha passato la vita a scappare dai suoi fantasmi passando da un estremo all'altro.


Simone Coacci scrive di lui:
"Piero Ciampi, ogni notte, collezionava donne di cui poche ore dopo a stento ricordava il nome, solo due ne ha amate veramente e le ha perse entrambe, per colpa sua e per sempre. Piero Ciampi cominciava a bere di primo mattino, per schiarirsi le idee, innaffiandole e mescolandole in piccole poesie fino a che il sonno non concedeva una tregua ai suoi cattivi pensieri. Piero Ciampi si dà con tutto se stesso alle persone che incontra oppure le prende a pugni. Qualsiasi cosa pur di abbattere a colpi di scure la foresta d’indifferenza che lo circonda. Piero Ciampi è amico degli scaricatori, degli stradini, dei disoccupati come e più di quanto può esserlo di intellettuali come Moravia, Bene o Schifano. Piero Ciampi si fa pagare cinquecentomila lire (degli anni Settanta!) per cantare mezza canzone e mandare affanculo il pubblico. Piero Ciampi è odiato dai colleghi, dai discografici, dalle radio e dalle televisioni. Piero Ciampi sputa in faccia al successo ogni volta che può e, scommetteteci pure, gode come un pazzo a mandare tutto in vacca. L’unica formalità a cui tiene, a questo mondo, è che lo si chiami poeta e tanto briga che riesce a farsi stampare, a chiare lettere, questa bestemmia dell’industria culturale perfino sul suo passaporto lercio e spiegazzato, alla voce professione."

Girando per la rete si incontrano tante parole spese su di lui a segnalare tutto sommato il successo ottenuto, se pur postumo, un successo che avrebbe potuto ottenere in vita ma che ha sempre ricacciato via per il suo carattere distruttivo. L'unico modo per apprezzare la sua musica è ascoltarla, parole stupende, un vero poeta, lasciatevelo dire da uno che scrive poesie, da uno che ascoltandolo invidia la sua capacità di espressione verbale, dove con poche parole riesce ad esprimere migliaia di sentimenti puri leggiadri ed eterei, tutto il contrario della sua vita...

Nel 1960 Ciampi pubblica, per la Bluebell di Antonio Casetta, i primi due dischi. Il nome che compare in copertina è quello di Piero Litaliano (riprendendo quindi, senza l'apostrofo e senza l'accento, il suo nomignolo parigino):
L'ultima volta che la vidi / Quando il vento si leva (1961)


Poi cambia etichetta e incide altri 45 giri:
Fino all'ultimo minuto / Qualcuno tornerà (1961)
Autunno a Milano / Hai lasciato a casa il tuo sorriso (1961)





Confesso / Non siamo tutti eroi (1962)
Fra cent'anni / Confesso (1962)
Alé Alé / Fra cent'anni (1962)
Lungo treno del Sud / Non siamo tutti eroi (1962)
Un giorno o l'altro ti lascerò / E va bene (1963)



Per questa etichetta inciderà altri singoli e, nel 1963 il suo primo album: Piero Litaliano (ristampato in cd nel 1990 con lo stesso titolo ma con il vero nome del cantante). L'album però non ha successo né di pubblico né di critica (se si eccettua il giudizio di Natalia Aspesi che scrisse «nei suoi versi ci si trova qualcosa di abbastanza poetico per riuscire incomprensibile all'amatore abituale di canzonette»):
1963 Piero Litaliano




In questo periodo Ciampi si dedica a composizioni più orecchiabili e firma canzoni per altri interpreti tra cui "Ho bisogno di vederti" che, cantata da Gigliola Cinquetti, arrivò quarta al Festival di Sanremo del 1965; la incise poi anche lui, ma senza successo:

Ho bisogno di vederti / Chieder perdono non è peccato (1965)

Nel 1970 incide Tu no / Barbara non c'è (1970) e L'amore è tutto qui / Il vino (1971) che saranno poi immessi nel suo successivo album: 1971 Piero Ciampi.

Escono altri 45 giri:
Dunque / Sotto il Bar Campanile (1972)
Il giocatore / 40 soldati 40 sorelle (1972)
Io e te, Maria / Te lo faccio vedere chi sono io (1973)
e a seguire un nuovo album 1973 Piero Ciampi - Io E Te Abbiamo Perso La Bussola Amico

Nel 1973 Nada, sua concittadina, incide un album con le sue canzoni
1973 Nada & Piero Ciampi - Ho Scoperto Che Esisto Anch'io.


Intanto Piero si trascinava da un club all'altro, spesso senza concludere i concerti e litigando con organizzatori, baristi e ascoltatori. In questi anni tornò spesso a Livorno e nel 1975 escono i suoi ultimi 45 giri:
Andare camminare lavorare / Cristo tra i chitarristi (1975)
Uffa che noia / Canto una suora (1975)
Te lo faccio vedere chi sono io / Adius (1975)
e a seguire l'album
1975: Andare camminare lavorare e altri discorsi .





Dello stesso anno è 1976 Piero Ciampi - Dentro E Fuori, il quinto ed ultimo album del cantautore italiano, pubblicato in doppio 33 giri nel 1975, ma distribuito sul mercato solo all'inizio dell'anno seguente.
Del 1976 è la sua storica apparizione al Club Tenco: la serata viene registrata e anni dopo pubblicata anche su CD 1976 Piero Ciampi - Live Al Tenco '76.

Tra la fine del 1976 e gli inizi del 1977 Ciampi prova ad esibirsi in concerto con alcuni amici conosciuti alla RCA: sono Paolo Conte, Nada e Renzo Zenobi, ma le serate non riscuotono molto successo; viene anche registrata una trasmissione televisiva, che però la Rai non trasmetterà mai. In compenso, in questi stessi anni, anzi sin dalla prima metà del decennio, in pratica non c'è trasmissione musicale di Radio Capodistria - emittente jugoslava all'epoca molto seguita in Italia centro-settentrionale - che non mandi in onda un suo brano.

Morì a Roma il 19 gennaio 1980 per un cancro alla gola, assistito dal suo medico, anche lui cantautore: Mimmo Locasciulli (che per ricordare l'amico incise, anni dopo, una delle canzoni di Ciampi: Tu no).



Merita darvi il link anche dell'album 1976 Piero Ciampi - Inediti E Provini


Postumo furono poi incisi raccolte varie con tributi e inediti, che se vi interessano non avete che da chiedere:

1990 Piero Ciampi - L'assenza E' Un Assedio
1992 Piero Ciampi - 5 Canzoni Inedite 
1992 Piero Ciampi - Il Disco
1997 Piero Ciampi - Il Mondo Di Piero Ciampi
1999 Artisti Vari - Tributo A Piero Ciampi-Te Lo Faccio Vedere Chi Sono Io
2010 Piero Ciampi - Le Canzoni E Le Sue Storie




Grazie a tutti per la pazienza, spero che il post sia stato di vostro gradimento.



BY



GROG

32 commenti:

  1. un esordio enciclopedico!!!!
    andare, camminare, postare...

    RispondiElimina
  2. Ma cos'è l'enciclopedia britannica? Una cacchetta di mosca.
    Se questo è l'esordio...vedo splendere albe radiose

    RispondiElimina
  3. A me piace partire col botto...
    In verità per qualcuno farò cose cumulative, ma poi tornerò alla norma, un post per album.
    Mi fa piacere abbiate gradito, i prossimi saranno l'Equipe 84 e alcuni connessi, in quegli anni c'è poca roba in giro e allora si fa quel che si può.

    RispondiElimina
  4. Bell'articolo, molto esaustivo.
    E bravo XD

    RispondiElimina
  5. Ehi, grazie Elios, e già che sei in zona e se ti piace il progressive rock puoi tuffarti nel blog che è meno inquinato della laguna....

    RispondiElimina
  6. Fantastico ed enciclopedico post, Grog, sei arrivato col botto, e che botto!!! Ottima anche l'impaginazione, qui il correttore notturno che cita spesso Rattus ha aggiunto solo alcune etichette. Complimenti davvero

    RispondiElimina
  7. Amazing, dicono gli ammericani, io ti dico sei un fenomeno di generosità e preparazione. Grazie grazie

    RispondiElimina
  8. Splendido lavoro ma credo che tra gli album realizzati postumi vi sia un omaggio che non hai citato e che forse è tra i più riusciti. Si tratta di "inciampando" uscito per l’etichetta Interbeat con distribuzione Deltavideo, album che raccoglie una parte delle esibizioni tenute nel 1995 al Teatro Brancaccio di Roma in una serata di omaggio a Piero Ciampi.

    RispondiElimina
  9. potresti ricaricare Io E Te Abbiamo Perso La Bussola Amico, per favore?
    non lo trovo da nessuna altra parte, non disturberei altrimenti.

    grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. brugo, appena ho un minuto lo faccio, escrement men sono sempre in agguato.....

      Elimina
  10. Spero rimanga lì per un bel po', vorrebbe dire che ho azzeccato il busillis....

    RispondiElimina
  11. in realtà ho appena scoperto che è un unico grande file mp3 con tutte le canzoni del disco. ho cercato un software per mac per dividerle ma senza successo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Orpo, mi dispiace, il file allegato non è per Mac, cercherò il programma relativo se vuoi, se lo trovo ricordati della prima traccia farlocca da eliminare.... se non lo troviamo puoi sempre mandarmi una mail privata (chiedi al captain) e provvederò diversamente...

      Elimina
    2. intanto dai un occhio qui:
      http://www.makeitone.net/index.htm

      Elimina
    3. Purtroppo se monto il file a brani separati, come hai potuto constatare, viene bloccato.

      Elimina
    4. Prova anche qui, se funziona o trovi il programma scompattatore comunicamelo, mi interessa il link:
      http://www.afreecodec.com/windows/makeitone-mp3-album-maker-50163.html?o=keywords#x

      Elimina
  12. Please could you RE UPload these Piero Ciampi CDS.Grazi

    RispondiElimina
  13. Ciao, innanzitutto ottimo lavoro, poi una richiesta: potresti re-uploadare Live a Tenco'76? è l'unico che non sono riuscito a scaricare.

    Grazie in anticipo, Fabio

    RispondiElimina
  14. Superbo! Grandioso post che raccoglie la musica di un fantastico cantautore, troppo spesso dimenticato e lasciato da parte.
    Grazie mille.

    RispondiElimina
  15. E' tutto scomparso! Non si può far nulla?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao malatesta, dammi qualche ora e vedo di ripristinarli tutti...

      Elimina
  16. Ho controllato, a parte Conphiteor, tutti i 45 sono agibili, mentre devo ricaricare gli album

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altro controllo: questi sono funzionanti!
      Andare, Camminare, Lavorare
      Dentro e Fuori
      Inediti e Provini
      Io E Te Abbiamo Perso La Bussola Amico
      Piero Ciampi 1971
      Piero Litaliano

      Elimina
  17. @ Malatesta

    Adesso funzionano tutti

    RispondiElimina
  18. Potresti trovare anche questa uscita? http://www.discogs.com/release/7534044 del doppio cd E CONTINUO A CANTARE del 2010? grazie infinite

    RispondiElimina
  19. Grazie mille, uno splendido regalo di Natale.

    RispondiElimina