sabato 29 giugno 2024

Serie "Historic Prog Bands Live in Italy" - Capitolo 89 - Gong live at Piper 2000, Viareggio, 21.04.1976

 

TRACKLIST CD 1:

01 Chandra - Love Is How You Make It
02 Wingful Of Eyes
03 Cat In Clark's Shoes
04 Bambooji
05 The Isle Of Everywhere - Drum Solo - Get It Inner

TRACKLIST CD 2:

07 Mandrake
08 Shamal
09 Master Builder
10 Jam Session


LINE UP

Didier Malherbe - flutes, sax, percussion
Pierre Moerlen - drums, vibraphone, percussion
Mike Howlett - bass, vocals
Mireille Bauer - percussion
Patrice Lemoine - keyboards, synth
Jorge Pinchevski - violin


Oggi vi propongo un bel concerto dei Gong post Daevid Allen risalente all'era di "Shamal". E' sempre un piacere poter parlare dei Gong, gruppo seminale nella storia della psichedelia e del progressive, di cui ci siamo già occupati più di una volta. "Shamal" venne pubblicato dalla Virgin nel dicembre 1976. Niente più teiere volanti, accantonata la psichedelia i Gong guidati da Pierre Moerlen (scomparso già molti anni fa, nel 2005)  e Didier Malherbe si rifugiarono in un discreto  jazz rock con spruzzate di space rock, piuttosto distanti da quei suoni immaginifici a cui ci aveva abituati Allen. Prodotto da Nick Mason, il batterista dei Pink Floyd, "Shamal" rappresenta il turning point per la band che proseguirà tra alti e bassi, reunion e scioglimenti, fino ai giorni nostri. Il concerto di Viaregggio, tenutosi nel celebre Piper 2000, locale che ospitò negli anni 70 band leggendarie del prog rock internazionale (Genesis in primis) contiene 10 tracce, in buona parte tratte per l'appunto da "Shamal" (Chandra - in medley con Love Is How U Make It, ripescata da "Angel's Egg", Wingful Of Eyes, Cat In Clark's Sjoes, Bambooji, Mandrake, Shamal). 


Gli omaggi al passato sono limitati a The Isle Of Everywhere e Master Builder da "You". Interessante la jam session posta a chiusura del concerto. Si tratta in ogni caso di una bella performance, con grandi innesti di sax e flauto (Didier Malherbe) e violino (Jorge Pinchevski). Piccola annotazione finale: la Canterbury Dream, etichetta specializzata in bootleg, pubblicò nel 1994 una versione dell'album dal titolo "Break Through The Commune", con la medesima tracklist. Infine, un forte grazie va all'amico Osel per avermi inviato i file del concerto. Nell'augurarvi buon ascolto, vi comunico che la Stratosfera va in ferie e chiuderà i battenti per un paio di settimane. A risentirci verso la metà di luglio. 


NEW LINK CD 1

Post by George - Music by Osel

4 commenti:

  1. Mirabolante, davvero un signor post. La traccia 8 (Shamal), dura solo qualche secondo: è un errore di estrazione? Grazie mille cari George ed Osel.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Albe, il problema che segali è solo dovuto ad una errata denominazione dei file. Troverai ora i nuovi link con la corretta denominazione, incluso il brano "Shamal".

      Elimina
  2. personalmente ho molto amato le varie incarnazioni dei gong senza Allen, forse più che con Allen..

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina